Vai al contenuto

Se si dovesse scomporre un torneo di poker nelle sue fasi più interessanti e piene di adrenalina, lo scoppio della bolla è certamente quello in cui speranze e certezze si incrociano fin dai livelli immediatamente precedenti all’approdo dei giocatori a premio.

Se questo è così per un torneo dal Buy In per comuni mortali, pensate quanto possa essere pesante la pressione in un torneo dal $25.000 di iscrizione che ha, nel momento in cui è stato disputato, battuto tutti i record di presenze per un torneo a così elevato costo di ingresso.

Parliamo del PSPC, giocatosi nel 2019 all’Atlantis Resort delle Paradise Island, nel cuore delle Bahamas, un torneo al quale presero parte 1.039 giocatori arrivati da ogni parte del mondo, per un primo premio in palio da 5,1 milioni di dollari.

Il giorno del giudizio

Il giorno del giudizio è dunque finalmente arrivato e dopo avervi fatto conoscere le parti iniziali del colossale evento, nei quattro episodi precedenti, è finalmente ora di tracciare una bella linea che farà da spartiacque tra i giocatori premiati e quelli che torneranno a casa senza ripassare dalle casse per prelevare almeno un piccolo ritorno economico.

Peraltro in quell’occasione fu giocata una bolla piuttosto particolare, per via dello step iniziale di conseguimento dei premi, che valeva la bellezza di $25.450.

Come? Direte voi? Una bolla che vale poco di più del costo di iscrizione? Certo, provate a pensare che i Platinum Pass distribuiti per partecipare a questo evento, furono più di 300 e tutti questi possessori del pass, stavano fondamentalmente freerollando, per questo motivo tutto ciò che sarebbe tornato indietro in termini di piazzamento a premio, avrebbe rappresentato un gran bel profit, per alcuni dei 180 giocatori a premio.

Il tavolo televisivo e il super cooler iniziale

Tavolo televisivo come sempre pieno zeppo di giocatori conosciuti, come uno dei chipleader delle giornate precedenti, il britannico Shalal Shakerchi, che se la vedrà con Ana Marquez e Richard Seymour.

La prima mano che troverete nel video sarà un super cooler, un colpo praticamente imparabile che vede aprire da UTG proprio Seymour con A♥K♠, apertura alla quale segue la 3Bet di McDermott con una coppia di Assi da UTG+1, A♠A♦, ma non è tutto perché da Grande Buio il brasiliano Nishijima, si trova con una coppia di donne in mano, Q♥Q♣ e va in All In per 156.000, Seymour prova ad isolarsi mettendo a sua volta tutto dentro per 274.000 e McDermott non può foldare le sue 214.000.

Il piatto diventa dunque di 480.000, una sorta di assicurazione per i premi finali e la mano migliore rimane tale anche dopo il board che recita 4♥10♣J♣5♥3♥.

Con questa dinamica il brasiliano Nishijima era costretto a salutare, Seymour rimaneva con 60.000 gettoni e McDermott scappava via nel count.

Seymour usciva poco dopo con il suo 7♣8♣, chiuso dagli assi di Koonce.

Il walzer della bolla

Dopo qualche istante, con Benelli che prende un paio di bui rilanciando da bottone, comincia nel video il giro delle mani che mettono a rischio gli eventuali bubble man.

Il primo di essi è l’irlandese Millar che da Small Blind ha una coppia di Kappa ed è a rischio eliminazione contro il russo Kurov che si presenta allo showdown con A♥2♠. Il board è davvero poco gentile con Millar che, deve purtroppo soccombere alla visione di ben due paperelle scese al flop: 2♥4♠2♦Q♦4♦, il tutto a 187 players left.

Toby Stone, il Direttore del Torneo, a 185 left, comunica a tutti che da quel momento si giocherà hand for hand.

Le altre eliminazioni sono davvero tutte da gustare, con scoppi clamorosi e cooler imparabili, fino a quando non si arriva allo scoppio della bolla propriamente detto.

A meno due, viene eliminato Del Pino che va fuori con A♦K♦ contro Mikita Badziakouski a cui rimangono buoni gli assi fino al river.

Wang elimina Leckey in piena bolla

Ma l’applauso di liberazione, arriva quando un altro irlandese, Leckey, si ritrova ai resti contro il cinese Wang.

I due si presentano allo showdown con le combo migliori del mazzo, gli Assi neri per Wang, A♠A♣ e Kappa neri, K♠K♣, per un board 3♦7♣10♠5♣6♠.

A quel punto il Direttore del Torneo comunicava la buona novella a tutti i 181 left, a premio per un min cash da $25.450.

Rimane il tempo di vedere l’eliminazione del nostro Filardo contro la Burkhart in coin flip,

Durante il video incontreremo inoltre Mustapha Kanit e Jack Salter, Patrick Talbot, Ben Spragg, eliminato subito dopo la bolla, Kristen Bicknell e Sam Grafton.