» Bundesliga

Bundesliga: storia, regolamenti, statistiche

La Bundesliga 2021/2022 vede il Bayern Monaco difendere il titolo conquistato la scorsa stagione ed inizia il 13 Agosto 2021 per concludersi il 14 Maggio 2022.

In caso di arrivo a pari punti di due o più squadre il regolamento del campionato tedesco prevede che siano considerate

  • differenza reti;
  • numero di reti segnate;
  • differenza reti negli scontri diretti;
  • maggior numero di reti segnate fuori casa;
  • maggior punteggio negli scontri diretti;
  • maggior numero di reti segnate negli scontri diretti fuori casa.
ULTIME NOTIZIE

La Bundesliga è la massima serie del Campionato tedesco di calcio. Dal punto di vista organizzativo si basa sul lavoro della Deutsche Football Liga Gmbh, e si svolge a cadenza annuale con la partecipazione di 18 formazioni.

Queste ultime si sfidano all’interno di un girone all’italiana, con gare di andata e ritorno, per un totale di 34 giornate per stagione. 

Bundesliga: la storia

La storia del calcio tedesco non può prescindere dalle profonde interazioni con la storia geopolitica della Germania.

Prime tracce di organizzazioni calcistiche ufficiali hanno a partire dal 1933, periodo in cui viene fondata la Reichliga, lega comprendente anche alcune squadre austriache, per via della differente composizione geografica del paese.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, vi è qualche anno di assestamento, per poi assistere alla divisione della Germania in due Stati separati, e con essi due distinte leghe calcistiche: una della Repubblica Federale, l’altra della Repubblica Democratica. 

L’attuale Bundesliga viene fondata nel 1963 in Germania Ovest, in contrapposizione alla Oberliga della Germania dell’Est. 

Solo dal 1991-92, in Bundesliga hanno cominciato a confluire anche squadre dell’ex DDR. Infatti, in quella stagione sono apparse per la prima volta in Bundesliga Hansa Rostock e Dinamo Dresda, portando il totale delle squadre 20.

Da allora, si sono susseguite continue riforme, che hanno riportato la Bundesliga a 18 squadre, con l’introduzione di una seconda serie denominata Zweite Liga e di una terza chiamata Regionalliga.

Bundesliga: le statistiche

Ad oggi, tra Bundesliga e tornei precedenti, si sono disputate 111 edizioni della massima serie di calcio tedesca. 

È il Bayern Monaco a farla da padrone in termini di record: la formazione bavarese, infatti, al 2021 si fregia di oltre 30 titoli, col primo titolo vinto nella lontana stagione 1931/32.

Dopo un sostanziale equilibrio sino agli anni ‘70, il Bayern è diventato padrone assoluto del calcio tedesco, lasciando agli avversari pochi sporadici inserimenti al vertice. 

Nella storia della Bundesliga, in ogni caso, hanno vinto dei titoli anche il Norimberga (nove titoli), Borussia Dortmund (otto), Schalke 04 (sette), Amburgo (sei), Stoccarda e Borussia Monchengladbach (cinque), Werder Brema e Kaiserslautern (quattro), Colonia, VfB Lipsia, Greuther Fürth (tre), Hertha Berlin, Hannover 96, Dresdner SC, Viktoria Berlin (due), Karlsruher FV, Holstein Kiel, Monaco 1860, Fortuna Düsseldorf, Eintracht Francoforte, Blau-Weiß Berlin, Eintracht Braunschweig, Rot-Weiss Essen, Freiburger, Karlsruhe, VfR Mannheim, Rapid Vienna, Wolfsburg (uno).

Da segnalare il Rapid Vienna, che rappresenta un caso particolare, dal momento che nel 1940-41, a seguito dell’annessione austriaca alla Germania, partecipa alla Bundesliga, vincendola.

A livello di partecipazioni, se invece consideriamo la Bundesliga come tale a partire dal 1963-1964, risultano essere Bayern Monaco e Werder Brema le squadre più presenti, con 57 partecipazioni ciascuna, seguite a quota 55 da Amburgo, Borussia Dortmund e Stoccarda.

Il Bayern è anche titolare di un numero di record senza fine: solo per citarne alcuni, sono dei bavaresi, ad esempio, il record di punti ottenuti in una singola stagione (91, nel 2012-2013); il maggior numero di partite consecutive senza sconfitte in un campionato: 28 (2013-2014) ; il maggior numero di vittorie consecutive in un campionato: 19 (2013-2014); il miglior attacco nella singola stagione (101 gol nel 1971-1972), la miglior difesa nella singola stagiona (17 gol subiti nel 2015-2016).

A livello di singoli, i due giocatori che hanno il record di titoli vinti sono a pari merito Thomas Muller e David Alaba: per entrambi 10 titoli, tutti col Bayern.

È di Robert Lewandowski il record assoluto di gol fatti in una stagione, 41, col Bayern nel 2020-2021. È invece Gerd Muller il giocatore che è stato il maggior numero di volte capocannoniere, 7, tutte col Bayern. 

A livello di presenze, invece, il podio è composto da Korbel (602 presenze tra il 1972 e il 1991, con l’Eintracht), seguito da Kaltz (581 tra il 1971 e il 1991, con l’Amburgo), terzo posto per Oliver Kahn, che dal 1987 al 2008 ha difeso la porta di Karlsruhe e Bayern in 557 occasioni in Bundesliga.

Il top-scorer all time non poteva che essere il leggendario già citato Gerd Muller, capace di mettere a segno ben 365 reti tra il 1965 e il 1979, tutte con la maglia del Bayern Monaco.

Sulle sue tracce Robert Lewandowski, che tra Borussia Dortmund e Bayern è ormai prossimo alle 300 marcature. Al terzo posto dei bomber di sempre in Bundesliga vi è Klaus Fischer, che dal 1968 al 1988 (con varie maglie) ha messo a segno 268 reti.

A livello di allenatori, il “grande vecchio” del calcio tedesco è Otto Rehagel, sedutosi per 832 volte in panchina in partite di Bundesliga.

Segue Jupp Heynckes a quota 642; completa il podio degli allenatori più presenti Erich Ribbeck, a 569.

Il regolamento della Bundesliga

Al termine della stagione, la squadra che conquista più punti in classifica (tramite il meccanismo di attribuzione di 3 punti a vittoria, 1 per il pareggio e 0 per la sconfitta) si laurea Campione di Germania, conquistando il trofeo chiamato Deutsche Meisterschale. La stessa formazione vincente viene ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League. 

Alla stessa prestigiosa competizione europea accedono le squadre classificate al secondo, terzo e quarto posto in classifica. Il club classificato in quinta posizione prende parte alla UEFA Europa League, così come la vincente della Coppa Nazionale. La sesta qualificata, invece, ha accesso alla UEFA Conference League. 

Le ultime due squadre classificate retrocedono nella seconda divisione della Bundesliga, mentre la terzultima classificata disputa lo spareggio contro la terza classificata in seconda divisione. 

In caso di parità di classifica, generalmente non sono previsti spareggi, bensì si fa riferimento ad una serie di parametri utili a stilare l’ordinamento finale. Essi sono: 

  • differenza reti;
  • numero di reti segnate;
  • differenza reti negli scontri diretti;
  • maggior numero di reti segnate fuori casa;
  • maggior punteggio negli scontri diretti;
  • maggior numero di reti segnate negli scontri diretti fuori casa.