Vai al contenuto

Durante l’European Poker Tour di Praga del dicembre 2017, un annuncio scosse l’intera comunità pokeristica internazionale, probabilmente non pronta ad accogliere una notizia destinata a cambiare gli equilibri dei tornei del Nuovo e del Vecchio Continente.

In quella occasione, infatti, prese ufficialmente forma la corsa al PSPC, che si sarebbe poi disputato dal 6 al 10 gennaio del 2019.

La prima parte del Day 1 è stata immortalata e racchiusa nel recap video che state per vedere.

1039 iscritti, record assoluto per un torneo da 25k

A partecipare a questo evento furono 1.039 giocatori, tutti speranzosi di poter portare a casa un primo premio luculliano pari a $5.100.000 tra cui un numero altissimo, oltre 300, che arrivò a Nassau, Bahamas, tramite il meccanismo dei Platinum Pass del valore di $30.000, distribuiti nei modi più svariati durante gli eventi live e online organizzati dalla room, nell’anno successivo a quello dell’annuncio di cui sopra.

Altri arrivarono all’Atlantis Resort di Paradise Island con l’intenzione di pagare di tasca propria i $25.000 di iscrizione.

Il fantastico fold di Mosca, Kean in paradiso

A differenza della maggior parte dei tornei live che normalmente si giocano nelle poker room di tutto il mondo, il PSPC non fu suddiviso in più Day 1, ma la prima giornata di gioco mandò direttamente al Day 2 tutti coloro che chiusero positivamente i primi 8 livelli.

Tra di essi alcuni dei protagonisti del video che state per vedere, che avevano iniziato il loro torneo con 60.000 gettoni, un capitale da investire durante la giornata, che si sarebbe chiusa portando i più bravi e fortunati al Day 2.

La seconda mano che compare nel video, vede l’action ripresa dalle telecamere che ci mostrano un ottimo fold dell’argentino Mosca, che, su un piatto di 13.500 totali, riesce a trovare la forza di passare il suo tris di 3 settato al flop su un board 3♠A♠7♣J♥ sul push del suo esperto avversario Kean che, a sua volta, aveva settato la sua coppia di assi, A♥A♣.

Pur non conoscendo l’action iniziale, seppur apparentemente conservativo, il super fold del sudamericano appare corretto, alla luce del fatto che il torneo è appena cominciato e buttare alle ortiche uno stack di oltre 53.000 non avendo assolutamente idea di cosa possa avere il tuo avversario, appare una scelta condivisibile.

Ottimo l’inizio di Kean, che incontrerete più avanti in un paio di occasioni, ancora una volta premiato da un set, questa volta di 3, 3♠3♥, che faceva pagare anche al river il suo avversario nella mano, il greco Karakousis.

Il super bluff di Sow in bianco

Ma per farvi capire che non tutte le mani sono state giocate per valore, dobbiamo arrivare fino alla fine del video di questo Day 1.

Il colpo si gioca tra Kalidou Sow, vincitore del Championship Main Event giocatosi a Praga nel dicembre del 2017 e il tedesco Putz.

Il tutto comincia con Putz che apre da HiJack, trovando la 3Bet di Sow da cut off a 3.200. I due giocano rispettivamente con J♥J♦ e K♠Q♦.

Dopo il call del tedesco fuori posizione, i due vedono cascare al flop 10♣6♦7♠, un flop che mantiene in vantaggio il francese il quale, dopo il non quotato check del suo rivale, va in C-Bet per 3.600 su un piatto di 8.600, che Putz decide di chiamare.

Nella strada successiva si palesa un 5♥, altra baby card che fa propendere Sow per una 2nd barrel a 7.200, ancora una volta chiamata dal tedesco.

Palese qui il tentativo di Sow di provare a rappresentare ciò che non ha, un’over pair o qualcosa di molto pesante “hittato” al flop, prima che al river scenda un pericoloso 8♠ che potrebbe far paura ad entrambi, cosa che sembra non dispiacere a Sow, il quale, dopo l’ennesimo check di Putz, le mette tutte per 34.400 su un piatto di circa 30.000.

Il tedesco ci pensa, nemmeno poi tanto e chiama, vincendo un piatto di quasi100.000 ed eliminando il professionista transalpino nella prima parte della giornata.

Il bluff di Sow è ovviamente congegnato per far foldare il suo avversario, anche e soprattutto per via della scary card scesa al river che spaventa e non poco Putz, il quale effettua però una soul read, una profondissima lettura, ed è bravo a uccellare il suo avversario.

Chi vedrete nel video

Paul Pierce, la leggenda del basket NBA e Mustapha Kanit, uno dei giocatori italiani di punta, si sono ritrovati durante la giornata al TV table, dando spettacolo e concedendo teatrini dialettici che potrete apprezzare durante il video.

E ancora, Erik Seidel, Phil Hellmuth, Andrea Benelli, tutti impegnati in colpi che non vanno assolutamente persi.

Buona visione!