volley azzurro tokyo 2020

Le nostre speranze di medaglia – Pallavolo e beach volley azzurro a Tokyo 2020

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Le Olimpiadi e la pallavolo azzurra. Un binomio che ha riservato spesso cocenti delusioni per una medaglia d’Oro che di fatto è l’unico trofeo che non siamo mai riusciti a ottenere malgrado fossimo spesso la nazionale più forte del mondo.

A Tokyo la compagine azzurra si presenta con tanto entusiasmo, forte del fatto di non avere molto da perdere ma tutto da guadagnare. Stesso discorso anche per le ragazze che pure si giocheranno le loro carte. E qualche speranza la coltiviamo anche sul campo sabbiato del beach volley, con il duo maschile che avrà vita dura nel confermare la finale di Rio.

Le Olimpiadi della pallavolo: il programma

La pallavolo alle Olimpiadi vedrà 12 squadre lottare per la medaglia d’Oro (sia in campo maschile che femminile), divise in due gironi dove le prime quattro di ognuno si qualificano per i quarti a sfide incrociate.

Queste le partite di qualificazione per la nazionale azzurra maschile:

  • sabato 24 luglio ore 02:00 ITALIA vs CANADA
  • lunedì 26 luglio ore 07:20 ITALIA vs POLONIA
  • mercoledì 28 luglio ore 12:40 ITALIA vs GIAPPONE
  • venerdì 30 luglio ore 12:40 ITALIA vs IRAN
  • domenica 1 agosto ore 09:25 ITALIA vs VENEZUELA

In caso di qualificazione, quarti di finale fissati per il 3 agosto, semifinali previste per il 5 ed eventuale finali il 7.

La squadra femminile invece dovrà vedersela con queste avversarie:

  • domenica 25 luglio ore 02:00 ITALIA vs RUSSIA
  • martedì 27 luglio ore 09:25 ITALIA vs TURCHIA
  • giovedì 29 luglio ore 02:00 ITALIA vs ARGENTINA
  • sabato 31 luglio ore 14:45 ITALIA vs CINA
  • lunedì 2 agosto ore 04:05 ITALIA vs USA

Quarti di finali nella giornata del 4 agosto, semifinali per il 6 e finalissime per le medaglie l’8 di agosto.

Per quanto riguarda invece i tornei di beach volley, questo il programma delle gare di qualificazione per gli azzurri.

Maschile:

  • 25 luglio ore 13:00 Thole/Wickler (Ger)-Lupo/Nicolai (Ita)
  • 25 luglio ore 15:00 Gibb/Crabb (Usa)-Carambula/Rossi (Ita)
  • 26 luglio ore 03:00 Gottsu/Shiratori (Jpn)-Nicolai/Lupo (Ita)
  • 28 luglio ore 13:00 Cherif/Ahmed (Qat)-Carambula/Rossi (Ita)
  • 30 luglio ore 03:00 Carambula/Rossi (Ita)-Huberli/Betschart (Sui)
  • 30 luglio ore 09:00 Nicolai/Lupo (Ita)-Kantor/Losiak (Pol)

Femminile:

  • 25 luglio ore 08:00 Makroguzova/Kholomina (Rus)-Menegatti/Orsi Toth (Ita)
  • 28 luglio ore 14:00 Artacho del Solar/Clancy (Aus)-Menegatti/Orsi Toth (Ita).
  • 30 luglio ore 13:00 Menegatti/Orsi Toth (Ita)-Echeverria Benitez/Martinez Ortega (Cub)

Dal primo agosto poi via agli ottavi per uomini e donne, poi i quarti nelle giornate del 3 e del 4, semifinali previste per il 5 agosto e infine le finali: il 6 giornata per le finali femminili e il 7 per quelle maschili.

Per chi volesse seguire le partite in televisione, la diretta streaming è prevista su Discovery+ ed Eurosport (oltre che sulle piattaforme dove è possibile vederli in abbonamento come su DAZN, TimVision o Amazon Prime). Per quanto riguarda la trasmissione in chiaro invece, non è dato sapere in anticipo su quali eventi la RAI deciderà di applicare la sua opzione per le sue 200 ore disponibili. Difficile puntino su partite delle qualificazioni, più facile vedere qualcosa se qualche italiano/a andrà avanti.

La nazionale italiana di Pallavolo maschile

Un gruppo decisamente compatto e omogeneo quello guidato da Gianlorenzo Blengini, pronto a puntare quanto meno ad arrivare fino all’ultimo giorno quando si giocheranno le medaglie.

Il passato più recente ci ha visto argento a Rio nel 2016 (sconfitti dal Brasile) e bronzo a Londra nel 2012, ma sarà quanto mai difficile conquistare il podio visti gli avversari in campo: la Polonia in primis (che incontreremo già nel girone), ma poi anche Brasile, USA e Russia sembrano sulla carta avere qualcosa in più.

Toccherà ai nostri ragazzi dimostrare che i pronostici non sempre ci azzeccano (e noi purtroppo lo sappiamo bene). Capitan Zaytsev è in cerca di un grande risultato e insieme a Juantorena sarà certamente il nostro punto di riferimento indispensabile, con Simone Giannelli nel difficile ruolo di palleggiatore titolare.

Poi ovviamente tanta esperienza in campo, da Luca Vettori a Matteo Piano e Simone Anzani, così come Massimo Colaci, tutti già protagonisti in mille sfide importanti. Così come Jiri Kovar, preferito all’ultimo momento a Filippo Lanza (scelta decisamente a sorpresa).

Ma è anche dalle giovani braccia dei vari Gianluca Galassi, Daniele Lavia e Alessandro Michieletto che passareanno le nostre speranze di podio. Tanti volti, tante storie, tanta voglia di vincere. Ora però, il verdetto spetta al campo. Ecco tutti i convocati dell’Italia maschile di pallavolo:

Simone Giannelli, Riccardo Sbertoli (palleggiatori); Ivan Zaytsev, Luca Vettori (opposti); Osmany Juantorena, Jiri Kovar, Alessandro Michieletto, Daniele Lavia (schiacciatori); Matteo Piano, Simone Anzani, Gianluca Galassi (centrali); Massio Colaci (libero).

La nazionale di pallavolo femminile

Detto che la nazionale femminile non è mai riuscita a conquistare alcuna medaglia alle Olimpiadi, tutti ci auguriamo ovviamente che sia l’anno buono per sfatare questo mito.

Sulla carta le possibilità di arrivare sul podio ci sono tutte, là dove solo USA e Cina sembrano realmente fuori portata e Brasile e Serbia sono probabilmente vicine allo stesso nostro livello.

Davide Mazzanti si affiderà soprattutto a un paio di sicure protagoniste del gruppo: la capitana Miriam Sylla, l’ormai mitica Paola Egonu (che sarà anche portabandiera olimpica) oltre a Ofelia Malinov in regia.

Ecco nel dettaglio tutte le dodici convocate per Tokyo:

Ofelia Malinov, Alessia Orro (palleggiatrici); Paola Egonu (opposto); Miriam Sylla, Caterina Bosetti, Elena Pietrini, Indre Sorokaite (schiacciatrici); Cristina Chirichella, Anna Danesi, Sarah Fahr, Raphaela Folie (centrali); Monica De Gennaro (libero).

Il beach volley italiano

Nel 2016 a Rio la grande emozione di giocare per la Medaglia d’Oro, il duo Daniele Lupo e Paolo Nicolai ha portato a casa una comunque storica medaglia d’argento (prima medaglia in assoluto nel beach volley olimpico).

Quest’anno la pattuglia azzurra riparte sempre da loro, ma con in più anche qualche speranza per Enrico Rossi e Adrian Carambula (che hanno ottenuto la qualificazione con una splendida ultima parte di stagione) e in campo femminile per Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth.

Sarà però più che difficile per tutti i nostri porta colori. Lupo e Nicolai a dire il vero non sono sembrati particolarmente brillanti negli ultimi tornei disputati (mai finiti tra i primi quattro). Viceversa come detto, Rossi e Carambula hanno finito alla grande la stagione con tre quarti posti consecutivi che lasciano ben sperare.

Complicata la strada per il duo femminile Menegatti e Toth, certamente non tra le favorite del torneo in rosa viste le tante pretendenti sulla carta di livello più alto. Va anche detto però, che proprio in occasione degli ultimi europei e mondiali il duo azzurro è arrivato non molto distante dal podio (quinte in entrambe le occasioni). Insomma serve un mezzo miracolo per vedere una medaglia, ma la speranza c’è sempre.

Beach volley maschile: Paolo Nicolai e Daniele Lupo; Enrico Rossi e Adrian Carambula
Beach volley femminile: Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email