sinner montecarlo

Wimbledon: Sinner, peccato! Djoko va in semifinale. Oggi occhi su Nadal

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Un grande, grandissimo Jannik Sinner ha sfiorato l’impresa del secolo contro Novak Djokovic, uscendo comunque a testa altissima dal quarto di Wimbledon. L’idolo di casa Norrie, invece, avanza; in campo femminile, Jabeur sembra poter essere la favorita numero 1, dopo l’uscita della Swiatek.

Oggi si completa il quadro dei quarti di finale, con il redivivo Nadal atteso da Taylor Fritz.

Sinner, sei un gigante

Applausi a scena aperta per l’uscita dal torneo del nostro Jannik Sinner, che a lungo ha accarezzato l’idea di fare lo sgambetto a quello che è uno dei tennisti più forti della storia. Il ragazzo della Val Pusteria ha sfoggiato per due set un tennis di grande livello, capace di alternare momenti di attacco e altri di gestione, mostrando una forza mentale che per un ventenne non è certo comune.

Poco importa se poi Jannik ha subito la rimonta del serbo Djokovic, che a poco a poco è cresciuto ed ha aggiustato le proprie percentuali, contando su un calo fisiologico dell’azzurro (che dal terzo ha registrato una % di prime palle del 54%, media decisamente troppo bassa contro il numero uno che a sua volta serviva con l’80%).

In ogni caso, le prospettive per l’azzurro sono ottime, e l’esperienza di ieri per Sinner sarà utile per il futuro. Finisce 5-7 2-6 6-3 6-2 6-2 , ma tanto di cappello ad entrambi gli atleti. Il futuro, però, sarà nostro. Anche perchè (è bene ricordarlo) oltre a Sinner il tennis azzurro può contare anche su quel Berrettini out per covid, che altrimenti sarebbe stato uno dei favoriti del torneo.

Djokovic avanza in semifinale, dove troverà il britannico Norrie, anch’egli reduce da una battaglia in cinque set con Goffin. Dopo Roger Taylor, Tim Henman e Andy Murray anche Cameron Norrie diventa uno dei tennisti di Sua Maestà capaci di arrivare in semifinale a Wimbledon, quantomeno nell’Era Open. Nel computo di un torneo paradossalmente non molto amato dai tennisti britannici.

Anche se, sulla carta, con Norrie, il serbo numero uno dovrebbe avere molte meno difficoltà rispetto a quelle avute con Sinner.

Jabeur vola tra le donne

In un torneo che doveva vedere la Swiatek strafavorita, con l’uscita della polacca si stanno riassestando i valori in gioco, e sembra essere la Jabeur la maggiore candidata a vincere Wimbledon. La tunisina, infatti, si è liberata della Bouzkova 2-1, e si appresta a confrontarsi in semifinale con la tedesca Maria Tatiana, vera sorpresa del tabellone femminile, che ieri a sua volta ha avuto la meglio per 2-1 sulla Niemirer.

Il programma di oggi: tocca a Nadal

Con il messaggio lanciato ieri da Djokovic, oggi tocca a Rafa Nadal rispondere: l’iberico, infatti, è atteso dalla sfida con Fritz, a cui si presenta comunque da favorito (nonostante quest’ultimo non abbia perso ancora un set). Un dato statistico interessante è quello che vede lo spagnolo con 7 vittorie e 0 sconfitte nei quarti di Wimbledon: ovvero, ogni volta che ha disputato un quarto, poi è sempre approdato in semifinale.

Il match tra l’asturiano e l’americano sarà preceduto dalla sfida GarinKyrgios, con l’australiano che – se in giornata – può davvero battere chiunque, su una superficie amata come quella in erba di Wimbledon.

Lato femminile, attesa per l’ex numero 1 del mondo Halep, rumena che sfida la Anisimova nel quarto di finale. Prima di questa partita, spazio a Tomljanovic Ribakina, con la Kazaka che finora non ha concesso neanche un set in questo torneo, e potrebbe rappresentare una sorpresa nel tabellone.

Ecco gli orari di oggi:

14:00 QF Tomljanovic – Rybakina (17)
14:30 QF Halep (16) – Anisimova (20)

15:30 QF Garin – Kyrgios
16:00 QF Fritz (11) – Nadal (2)

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email