alcaraz next gen milano

Next Gen ATP Finals: Musetti per il riscatto immediato. Alcaraz-Nakashima il clou di giornata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Si è chiusa la prima giornata della Next Gen ATP Finals in quel di Milano con risultati che hanno messo in mostra una vittoria netta, quella di Alcaraz sul danese Rune e tre partite combattute che hanno visto prevalere Nakashima nell’altro incontro del Gruppo A e Korda e Baez nei due match del Gruppo B.

Prima giornata Gruppo A, Alcaraz sugli scudi, Nakashima su Cerundolo

Nella prima partita del torneo riservato ai più giovani giocatori che meglio si sono comportati durante la stagione che si sta per concludere, lo statunitense Brandon Nakashima si è sbarazzato piuttosto agevolmente dell’argentino Juan Manuel Cerundolo per 3 set a 1, col punteggio di 4-1/3-4/4-1/4-0.

L’americano ha dimostrato di saper affrontare un format rivoluzionario che prevede una distanza ridotta di ogni set (vince ogni frazione chi arriva per primo a 4 game vinti), facendo valere una classifica ATP, 63 vs 91, migliore del sud americano.

Nonostante una percentuale di prime di servizio non elevatissima, 67%, hanno aiutato i 5 ace serviti dal vincitore, contro i 2 del suo avversario che ha però fatto meno errori sulla prima, 72%. Ma è proprio il turno al servizio che ha fatto volare l’americano, il quale non si è mai fatto strappare il game con la battuta a favore. L’unico passaggio a vuoto è arrivato al secondo set, quando Cerundolo ha chiuso vittorioso al tie break (7-3). Per il resto la superiorità di Nakashima è apparsa chiara e ha permesso allo statunitense di balzare in testa al gruppo e ipotecare la semifinale.

L’altro match del gruppo A è stato dominato dallo spagnolo Carlos Alcaraz, che diventa così il vero e proprio favorito del torneo, dopo la vittoria contro il più giovane del lotto, il 18enne danese Rune.

A differenza dell’incontro di apertura, il giocatore iberico non ha lasciato scampo al suo avversario, chiudendo in soli 3 set col punteggio di 4-3/4-2/4-0. A parte la predominanza al servizio, Alcaraz ha dimostrato una maggiore qualità tecnica, abbinata ad un strategia che ha sempre messo in difficoltà il nordico, rimasto in partita solo nel primo set.

Per il resto ben 9 servizi vincenti e tutta una serie di geometrie perfette, hanno completato l’opera, anche alla luce di un perfetto 8 su 8 di giochi portati a casa col servizio a disposizione.

Prima Giornata Gruppo B, delusione Musetti

Nell’incontro che più ci riguardava da vicino, l’ultimo della serata, Lorenzo Musetti ha provato a lottare contro l’altro argentino, Baez, che alla lunga ha avuto la meglio, giocando in maniera più performante i colpi decisivi quando i due hanno affrontato il secondo dei due tie break.

Fino al primo tie break quello vinto da Musetti al terzo set, Baez ha sfruttato qualche leggerezza di troppo del nostro giocatore, sorpreso dallo sprint iniziale del sud americano, numero 111 al mondo. Baez ha giocato in maniera piuttosto accorta, mettendo in campo una discreta percentuale di prime, il 76%, anche in virtù di un servizio non potentissimo, che ha però spesso messo in difficoltà Musetti, il quale non è mai riuscito a strappare il servizio al proprio avversario.

Baez ha vinto così al quarto set 4-1/4-1/3-4/4-3.

L’incontro più spettacolare ed equilibrato della prima giornata, si è invece giocato immediatamente prima di quello appena analizzato, tra Korda e Gaston, vinto dall’americano in rimonta, in 5 set.

Potrebbe sembrare una vittoria stentata da parte di Korda, ma la superiorità dell’americano è apparsa schiacciante, soprattutto dal punto di vista tecnico.

Lo statunitense ha preso le misure al suo avversario a partire dal terzo set, dopo i primi due persi al Tie Break, spazzando via il suo avversario con tutta una serie di vincenti che non hanno lasciato scampo al francesino, fin troppo fragile quando c’è stato da rispondere colpo su colpo.

Seconda giornata

Il calendario prevede oggi tutte le partite dei due gruppi che mettono di fronte i vincitori contro gli sconfitti della prima giornata.

Cerundolo e Rune si affronteranno alle ore 14,00, per il primo vero e proprio spareggio del torneo, chi perde dovrà dire addio con ogni probabilità alle semifinali e c’è comunque tanta curiosità per rivedere il baby fenomeno danese che, seppur travolto dalla maggiore esperienza di Alcaraz, ha dimostrato di saper tenere il campo.

Cerundolo ha trovato in Nakashima uno dei giocatori più in forma di questo periodo e la sconfitta, seppur netta, non è certamente senza appello. Il danese dovrà fare affidamento sul suo dritto per provare a mettere in difficoltà l’argentino, che ha nella continuità e la pazienza la sua arma migliore, dote che fa capo ai terraioli.

Alcaraz parte nettamente favorito con Nakashima nel match delle 15,30, ma per lui l’incontro è pieno di insidie. Nakashima ha poco da perdere e ha una sorta di doppio match point per raggiungere la semifinale, per cui potrebbe giocare con la mente sgombra da pensieri di passaggio del turno.

Certo, il giocatore iberico ha dimostrato di meritare i favori del pronostico e Nakashima potrebbe metterlo in difficoltà solo se il match si dovesse mettere in una certa maniera, ma la profondità dei colpi di Alcaraz e una tenuta mentale che sembra essere tornata ai livelli ottimali, dovrebbero fare la differenza.

Stesso discorso nell’altro Gruppo, dove Korda parte avanti rispetto a Baez, non fosse altro per l’approccio alla partita che lo statunitense dovrebbe migliorare rispetto a quello dimostrato contro Gaston. Anche Baez preferisce la terra rossa per giocare al meglio e Korda è il prototipo di avversario che potrebbe soffrire maggiormente, anche e soprattutto in relazione ad una tenuta atletica non paragonabile tra i due. In un mini incontro in cui è difficilissimo recuperare nel caso in cui si perda il servizio, Korda dovrebbe avere la meglio con meno difficoltà rispetto al match d’esordio.

Chiudiamo con Musetti che scende in campo intorno alle 21,00 o comunque al termine del match tra Korda e Baez. L’avversario è Gaston che ieri ha faticato nelle mini maratona contro Korda finita al quinto set, al termine della quale il francese è sembrato piuttosto provato dopo due ore di battaglia.

Il nostro portacolori ha la necessità di cambiare l’approccio al match, visto che nella partita di ieri sera è stato sorpreso da Baez, che ha breakato subito l’azzurro. Per Musetti l’occasione di rimettere a posto le cose è ghiotta, visto che in caso di vittoria, poi si giocherebbe tutto nello spettacolare match decisivo contro Korda.

Ma per farlo c’è da calibrare meglio uno dei suoi colpi migliori, il servizio, e mettere in campo un maggiore percentuale di prime palle, per poi rimanere padrone dello scambio, situazione in cui Musetti si fa preferire al suo avversario di questa sera.

Ecco il programma completo della seconda giornata:

  • H.14,00 Cerundolo-Rune
  • H.15,30 Alcaraz-Nakashima
  • H.19,30 Korda-Baez
  • H.21,00 Musetti-Gaston

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email