record vittorie conegliano

Le migliori pallavoliste italiane

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La pallavolo, lo sappiamo, è uno tra gli sport che conferisce all’Italia sportiva maggiori soddisfazioni. La particolarità, forse, è che queste arrivano indifferentemente sia dal settore maschile che da quello femminile.

Dopo aver infatti visto i migliori pallavolisti azzurri al maschile, oggi ci occuperemo delle migliori pallavoliste italiane di sempre.

Maurizia Cacciatori

Se la pallavolo italiana al femminile è una delle più forti al mondo, lo si deve ad un periodo d’oro che ha appassionato migliaia e migliaia di giocatrici.

Questo periodo coincide con l’attività di Maurizia Cacciatori, carrarese classe 1973, che a cavallo tra la fine degli anni Novanta e l’inizio di primi Duemila ha conseguito ottimi risultati sia a livello personale (conquistando 5 campionati e 3 Champions League) che con la Nazionale (con cui in 228 presenze vince un bronzo ed un argento agli Europei).

Ma alla fine della carriera, diventa una vera e propria icona promozionale per la pallavolo, di cui di fatto diventa ambasciatrice di grande successo.

Francesca Piccinini

Altra grande icona del volley rosa è senza dubbio Francesca Piccinini, toscana classe 1979, che nel ruolo di schiacciatrice ha debuttato in A1 addirittura a soli 14 anni, nel 1993.

Il suo palmares è impressionante: solo per citare i traguardi più importanti, colleziona infatti 5 Campionati Italiani (quattro dei quali con Bergamo), 7 Champions League (cinque con Bergamo) e 1 Coppa delle Coppe; ma è con la Nazionale che sdogana letteralmente la pallavolo italiana a livello planetario, dal momento che in maglia azzurra vince un Mondiale (in Germania nel 2002), un Europeo (Polonia 2009), una Coppa del Mondo (Giappone 2007) e una Grand Champions Cup (Giappone 2009) oltre ad una miriade di argenti e bronzi. Piccinini che è un esempio di longevità, avendo militato in Nazionale per ben 22 anni.

Nel tempo, si è ritagliata un ruolo mediatico importante anche al di fuori dei palazzetti, dove è divenuta un’icona di tenacia e bellezza.

Eleonora Lo Bianco

Quello di Eleonora Lo Bianco è uno dei nomi di maggior caratura nella storia della pallavolo italiana. “Leo”, così viene amichevolmente chiamata, nasce a Borgomanero nel 1979, e nonostante un lungo peregrinare nell’Europa del volley ha fatto le fortune di Bergamo, in compagnia della già citata Piccinini.

Se nel capoluogo lombardo ha conquistato 2 campionati, è in Nazionale che si toglie le maggiori soddisfazioni: detto che con 548 presenze è l’atleta italiano (sia tra gli uomini che tra le donne) con più presenze in assoluto in azzurro, di qualsiasi sport.

Questa incredibile militanza con l’Italia le ha regalato un Mondiale, due Europei e due World Cup, oltre a quattro argenti e quattro bronzi.

Nel 2019, anno del suo ritiro, è stata inserita nella Hall of Fame della Pallavolo Italiana.

Elisa Togut

Goriziana classe 1979, la Togut è una pallavolista di ruolo opposto, che curiosamente conta più trionfi con la nazionale che non le squadre di club. Se infatti i trionfi individuali si limitano ad una Supercoppa nel 2001, una Coppa delle Coppe e una Coppa Cev, in azzurro la Togut si è levata fior di soddisfazioni, trascinando l’Italia alla vittoria del Mondiale 2002 di Germania, dove è stata insignita del prestigioso riconoscimento di MVP del torneo.

Nazionale, quella azzurra, con cui la Togut ha collezionato ben 306 presenze complessive in soli sette anni.

Paola Egonu

Il presente e il futuro della pallavolo italiana si chiama Paola Egonu: padovana classe 1998, l’opposto di Conegliano è una delle migliori atlete italiane in assoluto. Personaggio mediatico a tutto tondo, l’ascesa di “Paolina” è stata irresistibile: dotata di una atleticità fuori dal comune e una tecnica eccellente, si afferma prima nel Club Italia, poi nel 2017 passa a Novara e nel 2019 a Conegliano, di cui diventa la ragazza-copertina.

Dotata di mezzi straordinari, il suo palmares è già tra i migliori di sempre, ed è destinato a crescere oltremisura. Ad inizio 2022, infatti, ha già conquistato un Campionato, 5 Coppe Italia, 4 Supercoppe e 2 Champions League.

Egonu è il perno della Nazionale azzurra, con cui ha già vinto un oro al Campionato Europeo nel 2021, due argenti al Campionato del Mondo e al World Gran Prix .

Fuori dal campo è coinvolta in numerose iniziative, basti pensare che è stata addirittura conduttrice delle “Iene” su Italia 1: uno spot straordinario per lo sport italiano.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email