rabiot utd

Calcio Mercato: per arrivare a Belotti esuberi da sistemare. Rabiot, si ferma tutto

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

La lunga sessione del Calcio Mercato estivo, continua con uno stillicidio di notizie che arrivano da tutti i fronti, che lascia aperte tante trattative sul tavolo, anche e soprattutto a favore delle squadre più blasonate della Serie A.

Inter, Milan, Juventus e Roma sembrano ancora molto attive sia in entrata che in uscita e noi analizziamo la loro situazione squadra per squadra.

Qui Milan: i nomi per la difesa

I campanelli d’allarme che sono giunti alle orecchie dell’ambiente rossonero dopo i due gol incassati dall’Udinese, hanno portato la dirigenza rossonera a farsi due domande sulla consistenza del reparto difensivo, non tanto in virtù della partita contro i friulani, quanto per la prospettiva di una stagione lunghissima e faticosa.

Oltre ai due centrali Kalulu e Tomori, dietro scalpitano Gabbia e Kjaer, entrambi piuttosto lontani dalla possibilità di rivestire i galloni di titolarità nell’undici di Pioli. Tra i giocatori più seguiti c’è Evan N’Dicka, difensore centrale di 23 anni, in scadenza a giugno con l’Eintracht e non intenzionato a firmare.

Massara potrebbe approfittare dello stallo tra la squadra tedesca e il giocatore. L’Eintracht, infatti, non vuol lasciar andare il ragazzo, senza monetizzare il suo valore ed ecco che N’Dicka potrebbe cambiare squadra fin da subito.

L’altro nome caldo dell’estate, è quello ben più caldo e gettonato di Abdou Diallo del PSG, seguito da quello di Japhet Tanganga del Tottenham.

Qui Inter: si prova a tenere Skriniar

Dopo un lunghissimo tira e molla durato praticamente tutta l’estate, l’Inter ha lasciato partire il proprio gioiellino Cesare Casadei, centrocampista dal futuro luminoso accostato anche al Torino quando si parlava di Bremer ai nerazzurri.

Il giocatore è approdato al Chelsea, che lo ha voluto con insistenza, pagandolo 15 milioni di Euro, più Bonus.

La corsia preferenziale tra Inter e Chelsea che si è formata dopo l’affare Lukaku, si fa quindi più concreta e non è da escludere che il trasferimento del giovane Primavera, sia da collegare proprio all ritorno di “Big Rom” a Milano.

Si torna a parlare con insistenza di Skriniar al PSG, ma le parti sono molto lontane, visto che ballano qualcosa come 20 milioni tra offerta e richiesta. Potrebbe in questi giorni saltare definitivamente l’affare.

Qui Juventus: situazione bloccata

Il Manchester United sembra aver tirato i remi in barca per il trasferimento di Rabiot ai Red Devils. Una delegazione dello UTD era arrivata fino a Torino per trattare di persona l’acquisto del centrocampista francese, ma, nonostante l’ottimo inizio di trattativa, qualcosa è andato storto.

Il nodo della questione sta nel fatto che Rabiot sarà in scadenza a giugno dell’anno prossimo e la madre/procuratore del francese, punta al fatto che tra una decina di mesi, il proprio pargolo non chiederà meno di 10 milioni di Euro come stipendio.

La Juventus e il Manchester UTD avevano trovato un accordo di massima, ma le richieste della mamma di Rabiot sono sembrate eccessive alla dirigenza dei Red Devil. Rischia così di arenarsi la trattativa che avrebbe portato Leandro Paredes dal PSG alla corte di Allegri.

Qui Roma: manca solo l’attaccante

I dirigenti della squadra dai più considerata come la vera regina di questo Calcio Mercato, è invece ancora a lavoro per provare ad accontentare Jose Mourinho.

Serve un vice-Abraham per completare l’attacco di una squadra che potrebbe aspirare a recitare un ruolo piuttosto importante in vista della stagione.

I problemi maggiori per le trattative in entrata, fanno capo agli esuberi in rosa che non vogliono andare via a buon mercato. Parliamo di giocatori a libro paga come Diawara, Shomurodov e Kluivert, tutti e tre piuttosto convinti a far valere le proprie posizioni, sia per quanto riguarda eventuali buonuscite, sia per i trasferimenti verso altri lidi.

Tutto bloccato, quindi, fino a quando non si risolveranno almeno un paio di queste situazioni.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email