Konami lancia la Coppa eFootball Italia, l’Inter si affida ai Mkers

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Comincia la sfida a distanza tra l’eSport di FIFA23 e quello di eFootball.

Se il publisher americano propone agli appassionati di e-calcio la nuova EA Sports Cup, il suo rivale nipponico risponde con un altro lancio dal sapore torneistico. Ma questa volta il target è tutto italiano.

Konami ha infatti annunciato la Coppa eFootball Italia, una competizione che mira ad unire giocatori pro, amatoriali e quelli della “next generation”.

Al torneo prendono parte sette società del massimo campionato di calcio, ovviamente tutte presenti nel videogame di Konami: Milan, Monza, Roma, Atalanta, Inter, Lazio e Napoli.

Ogni squadra è formata da tre giocatori. C’è l’esporter affermato, cioè il pro player che verrà scelto attraverso una competizione interna al team. C’è poi il giocatore proveniente dal settore giovanile di ogni società. Anche in questo caso, il nome uscirà al termine di un torneo. Infine c’è il qualificato della selezione ribattezzata KONAMICI: due settimane di sfide online organizzate all’interno di ciascuna società per eleggere il “tifoso” più abile con il joypad. Il sogno di ogni appassionato di e-calcio.

Le qualificazioni per ognuna delle tre posizioni disponibili in ogni team iniziano a dicembre 2022. Fa eccezione il KONAMICI che prenderà il via a febbraio del prossimo anno. Il torneo vero e proprio è invece in programma ad aprile 2023 con la fase del Round Robin che si giocherà live. Dal vivo sarà anche la conclusione, quella del Grand Final weekend organizzato al Napoli COMICON (28/04-01/05/2023). Tutte le partite della Coppa eFootball Italia potranno essere seguite attraverso la eFootball TV di YouTube.

Oltre al titolo, c’è anche un premio in palio. Il team vincitore del torneo si porterà “a casa” un eFootball gaming-set multimediale, strumento di allenamento molto utile soprattutto per il settore dei giovani esporters. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina ufficiale di Konami che trovate qui.

Naturalmente c’è chi inizia a prepararsi, non solo per la Coppa eFootball Italia ma per l’intera stagione agonistica di eFootball. In questa direzione, la news più recente viene dall’Inter che ha deciso di affidarsi ai Mkers.

L’organizzazione esportiva con sede a Roma è tra le più complete, attrezzate e consolidate del panorama italiano, come dimostrano le partnership con Dolce & Gabbana e Armani. Presente nel competitivo di Valorant, Assetto Corsa, Rainbow Six, NBA 2K, la società Mkers fa dell’e-calcio il suo fiore all’occhiello.

Grazie al duo svedese formato da Mattias “OpTolle” Tolinsson e Oliver “Oliboli” Uttgren, i Mkers sono uno dei team da battere nell’eSport internazionale di FIFA23. Li ricordiamo vincitori della eClub World Cup nel 2021, agli ottavi nell’edizione di quest’anno e sono attualmente in corsa nella EA Sports Cup e (con Oliboli) nella eChampions League.

Fino al 2021 i Mkers sono stati il team di riferimento per l’AS Roma nell’ambito di Pro Evolution Soccer. Questo connubio ha permesso alla società giallorossa di mandare in “campo” top esporters del calibro di Emiliano “SVenom” Spinelli e del duo serbo (campione d’Europa) Marko “Roska” Roksic e Stefan ‘Kepa’ Slavkovic. Non sorprende, quindi, che tra gli investitori dei Mkers ci siano gli ex campioni della Roma Alessandro Florenzi e Daniele de Rossi.

Con il passaggio a eFootball l’impegno dei Mkers nell’e-calcio targato Konami ha avuto una pausa, ma adesso torna ad essere di primo piano grazie all’accordo con l’Inter. I vantaggi sono reciproci.

Dal lato dei Mkers c’è l’associazione a un brand di calcio così importante, in grado di portare partnership prestigiose e nuove sponsorizzazioni.

L’Inter trova un’organizzazione affidabile per eFootball, l’esport che la società meneghina ha scelto come mezzo esclusivo per comunicare con i giovani, dopo aver chiuso con Electronic Arts.

Lo ha confermato anche il CEO “nerazzurro” Alessandro Antonello, le cui parole fanno ben comprendere quale sia il ruolo e l’importanza degli eSports per il mondo del pallone.

La collaborazione con un’azienda leader nel mondo del gaming come Mkers permetterà al nostro club di sviluppare ulteriormente il progetto eSports. È di importanza strategica per l’Inter nell’ottica di proseguire nel percorso di innovazione e dialogo con le nuove generazioni di tutto il mondo“. (fonte internews24.com)

Immagine di testa credits iStock

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email