Clem vince i Masters europei di Starcraft II, Reynor ancora secondo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Riccardo “Reynor” Romiti ha nuovamente sfiorato l’impresa. Per la seconda volta dall’inizio dell’anno, il campione italiano di Starcraft II si è dovuto accontentare di un argento in uno dei major stagionali.

Nel febbraio del 2022 Reynor si era arreso nella finale degli Intel Extreme Masters di Katowice al finlandese Joona “Serral” Sotala, altro “mostro” di questo videogame, che gli aveva negato il back-to-back nel mondiale di Starcraft II.

La settimana scorsa, invece, è stato il francese Clément “Clem” Desplanches a soffiargli in extremis la vittoria nella finale continentale del tour targato ESL, ovvero i Masters 2022 disputati a Valencia (Spagna).

Sia chiaro che il player dei Fnatic non ha rubato nulla. E’ stata un finale bellissima, una delle più emozionanti e combattute nella storia di Starcraft II Legacy of the Void. E non avrebbe potuto essere altrimenti, visto che da un lato c’era il numero 2 in Europa per vincite (Reynor, il primo è Serral), dall’altro l’attuale n.1 del ranking mondiale (Romiti è 6°, a pochissima distanza).

Un momento della sfida tra i Terran di “Clem” i gli Zerg di “Reynor” (screenshot YouTube)

Il torneo è iniziato con 32 giocatori al via, divisi in 4 gironi da 8. Il cosiddetto Group Stage si è giocato in modalità Round Robin unico, cioè 7 partite per ogni giocatore.

Riccardo Romiti ha chiuso con uno score di 5 vittorie e 2 sconfitte, buono per chiudere al 2° posto il Girone A dietro al polacco Mikołaj “Elazer” Ogonowski e qualificarsi ai Playoffs. Le due sconfitte sono arrivate contro il vincitore del gruppo e, a sorpresa, contro l’ultimo, il francese “SoulSpirit“. In entrambi i casi si è tratto di derby Zerg vs Zerg.

Nel primo turno dei Playoffs, Reynor si è sbarazzato agilmente del tedesco Tobias “ShoWTimE” Siebe con un secco 3-0.

Clem ha invece superato Elazer nella parte bassa del tabellone, anche lui per 3 partite a 0.

In semifinale è arrivata per l’esporter italiano l’attesa rivincita su Serral: un 3-1 che gli ha spalancato le porte della prima sfida contro Clem, a sua volta vincitore per 3-0 sull’olandese Harstem.

La finale dell’Upper Bracket è stata un assolo di Reynor che ha liquidato il francese per 3-0. Clem è però riemerso dalla finale del Loser Bracket (3-2 contro il tedesco “HeRoMaRinE“), pronto a giocarsi il titolo di nuovo contro Riccardo Romiti.

Una sfida, come abbiamo già detto, da cardiopalma tra gli Zerg di Reynor e i Terran di Clément Desplanches.

Clément “Clem” Desplanches (credits ESL/Team Fnatic)

Reynor si è subito portato in vantaggio per 2-0 (sfida best of 7), anche se il primo punto lo ha incassato d’ufficio, in quanto vincitore dell’Upper Bracket.

Poi Clem si è dato uno scossone e ha tirato fuori tutta la potenza dei suoi marines dello spazio. Nel giro di tre partire il punteggio è stato ribaltato: 2-3 per il francese.

Partita 6 ha visto la riscossa di Reynor che ha mandato la seria all’ultima partita. La finalissima è rimasta in equilibrio per metà partita, poi Clem ha trovato il varco giusto nelle difese degli Zerg e ha chiuso il match. 3-4 per il francese che ha così messo le mani sul trofeo e sui 16mila dollari di primo premio.

Per Reynor c’è invece una ricompensa da 11mila dollari e tanta voglia di rivincita. Anche perché da quando – marzo 2022 – ha lasciato l’Italia per la Cina passando dal team QLASH al KaiZi Gaming, Riccardo Romiti non ha ancora battezzato la nuova divisa con una grande vittoria.

Ma l’appuntamento è solo rimandato, perché le intenzioni di Riccardo Romiti per il 2022 sono molto chiare:

Immagine di testa credits Blizzard

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email