giornata premier

Premier 22ª giornata: derby Spurs-Gunners, Gerrard attende lo United

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Dopo il terzo turno di FA Cup, torna la Premier League.

La 22ª giornata del campionato inglese ci regala un fine settimana da urlo. Di Manchester City – Chelsea e del relativo titolo in palio parliamo a parte, con il super derby londinese Tottenham – Arsenal che vale in maniera pesante per un posto in Champions League. Il Liverpool, terzo incomodo nella lotta per il titolo, attende il Brentford.

Scoppiettante anche la sfida tra West Ham – Leeds: rivali appena sette giorni fa in FA Cup, per uno scherzo del calendario si affrontano anche in campionato. Discorso identico per Aston Villa – Manchester United: nella coppa inglese ha sorriso in casa la formazione di Ragnick 1-0, con quella di Gerrard che aspetta adesso a Villa Park i diavoli rossi.

Completano il quadro del 22° turno, Brighton – Crystal Palace, Burnley – Leicester, Newcastle – Watford, Norwich – Everton e Wolves – Southampton. Vediamo cosa ci attende nel campionato più bello del mondo, la Premier League.

Liverpool – Brentford

Tre gare senza vittorie sono una cosa più unica che rara per la formazione di Klopp. I reds non vincono da 270 minuti in campionato e pur con una gara in meno, sono a meno 11 dal City capolista.

Un altro passo falso avrebbe il sapore della resa per il club di Anfield, la cui ultima vittoria risale al 16 dicembre, per il 3-1 casalingo sul Newcastle. Dall’altra parte i londinesi sono reduci da due vittorie e tre sconfitte negli ultimi 450 minuti di Premier, con 23 punti totali e 12 di vantaggio sulla zona calda.

76 anni dopo. Questa è la prima volta che il Liverpool ospita il Brentford in una competizione dal marzo 1989, una vittoria per 4-0 in un quarto di finale di FA Cup, ed è la prima in campionato da ottobre 1946, quando vinse 1-0.

Il Brentford ha perso le ultime cinque trasferte contro il Liverpool in tutte le competizioni con un punteggio complessivo di 12-1, con l’ultima vittoria contro i Reds ad Anfield risalente a novembre 1937 (4-3), vale a dire 85 anni fa.

Neopromosse indigeste? Dopo una serie di 14 vittorie consecutive, il Liverpool non è riuscito a vincere le ultime due partite casalinghe di Premier League contro squadre neopromosse, pareggiando contro il West Bromwich e perdendo contro il Fulham la scorsa stagione – non arriva a tre gare di fila senza successo in queste partite da gennaio 2002.

Tuttavia, in casa i Reds sono imbattuti da 13 gare in Premier League (9V, 4N), vincendo le ultime quattro. Diogo Jota del Liverpool ha segnato quattro gol nelle ultime quattro partite casalinghe di Premier League, dopo aver segnato solo una rete nei precedenti 12 match ad Anfield.

Tottenham – Arsenal

Un derby con vista Champions.

Il derby del Nord di Londra, mette punti pesanti in palio per l’accesso alla prossima Champions. Se i primi tre posti sembrano ormai assegnati, per la quarta piazza è lotta senza quartiere. La formazione di Conte è sesta con 33 punti, ma deve recuperare tre gare e dunque potenzialmente quarta.

I bianchi sono reduci da tre successi e due pareggi nelle ultime 5 gare, con Conte recordman del club: primo manager a rimanere imbattuto dopo 8 gare di campionato. I gunners invece sono quinti con 35 punti, una gara in meno, ma hanno iniziato il 2022 perdendo in casa contro il City: un Ko che ha messo fine a quattro vittorie di fila per la squadra di Arteta.

Un avversario gradito dagli Spurs: il Tottenham è imbattuto da sette partite casalinghe di campionato contro l’Arsenal (5V, 2N), la sua striscia interna più lunga contro i rivali del Nord di Londra da una serie di nove tra il 1960 e il 1968.

Dopo la vittoria per 3-1 all’Emirates a settembre, l’Arsenal potrebbe vincere anche la gara di ritorno in campionato contro il Tottenham per la prima volta dalla stagione 2013-14. Allo stesso tempo, gli spurs potrebbero vincere tre gare casalinghe consecutive contro l’Arsenal per la prima volta dall’agosto 1961.

Gunners squadra da trasferta? L’Arsenal ha vinto le ultime due trasferte di Premier League, segnando tanti gol in queste due vittorie (9) quanti nelle precedenti nove partite di campionato fuori casa.

L’attaccante del Tottenham Harry Kane è il capocannoniere nella storia dei Derby del Nord di Londra in tutte le competizioni, segnando 11 gol nelle sue 16 partite con gli Spurs contro l’Arsenal. Tuttavia, non ha segnato nelle sue ultime due sfide contro i Gunners, il suo più lungo digiuno contro di loro in carriera.

West Ham – Leeds

Ancora Moyes vs Bielsa.

Il calendario ripropone lo stesso match giocato in F.A.Cup sette giorni fa, ma i bianchi ospiti sperano in un esito diverso. I padroni di casa sono quarti al momento con 37 punti e vogliono centrare la qualificazione alla Champions League, mai giocata dagli Hammers. Irons che hanno messo alle spalle il momento più difficile della stagione e sono reduci da tre vittorie di fila. La formazione di Elland Road ha invece iniziato l’anno con un successo, mettendo fine a tre sconfitte di fila e con 19 punti punta ad allontanarsi dalla zona calda.

Il West Ham ha vinto le ultime tre partite di campionato contro il Leeds, più che nelle precedenti 28 sfide (2V, 8N, 18P), e non arriva a quattro di fila contro i Whites dall’agosto 1949 nella seconda divisione.

Il Leeds ha perso 2-0 sul campo del West Ham la scorsa stagione, ma non perde due trasferte consecutive in campionato contro gli Hammers dal dicembre 1974.

Bis cercasi per Bielsa. Dopo il 3-1 sul Burnley nell’ultima partita di campionato, il Leeds punta a vincere due partite di fila in Premier League per la prima volta da quando ha vinto le ultime quattro del 2020-21. Tuttavia, l’unica vittoria in trasferta dei Whites in questa stagione è stata contro il fanalino di coda Norwich, ad ottobre.

Tra gli allenatori che hanno sfidato almeno cinque volte in Premier League il Leeds, il tecnico del West Ham David Moyes è quello con la migliore percentuale di vittorie (86%), vincendo sei gare su sette – Moyes è anche il tecnico ad aver sfidato più volte i Whites senza mai perdere nella storia della Premier League (7).

Aston Villa – Manchester United

Nella tana dei Villans.

I diavoli rossi, dopo aver eliminato i rivali dalla FA Cup, sono ora attesi a Villa Park. Il 2022 è iniziato con il primo Ko in Premier League dell’era Ragnick per la formazione di Old Trafford e con 31 punti, al netto di due gare da recuperare, CR7 e soci provano la rimonta verso il quarto posto. Dall’altra parte c’è il nemico storico: Steven Gerrard, da ex capitano del Liverpool a manager dei Clarets&Blu, cerca di mettere fine alle due sconfitte patite a cavallo del vecchio e nuovo anno.

Un record negativo che dura da 27 anni: l’Aston Villa non vince da 22 partite casalinghe di campionato contro il Manchester United (7N, 15P), dalla vittoria per 3-1 nell’agosto 1995. È la serie casalinga più lunga senza successi di una squadra contro un avversario nella storia della English Football League.

Villans come talismani. In tutte le competizioni, il Man Utd è imbattuto da 22 trasferte contro l’Aston Villa (17V, 5N), dalla sconfitta per 3-0 in Coppa di Lega nell’ottobre 1999. Nella storia del calcio inglese, solo il Liverpool (23 vs Sunderland tra il 1959 e il 2002) ha avuto una serie di imbattibilità esterna più lunga contro un avversario con entrambe le squadre nelle prime quattro categorie durante il periodo. 

Anni di attese. L’Aston Villa potrebbe vincere due gare di fila in campionato contro il Man Utd per la prima volta da novembre 1976, mentre non vince anche la gara di ritorno contro i Red Devils dal 1954-55.

Il muro dei 300 successi. Il Manchester United (299) potrebbe diventare la prima squadra a vincere 300 trasferte in Premier League: nessuna squadra ha vinto più partite di Premier League (37) o più gare fuori casa (17) contro l’Aston Villa rispetto ai Red Devils nella storia della competizione.

Allergici ai segni X. Nessuna delle ultime 16 partite di Premier League dell’Aston Villa è finita in parità (6V, 10P), con i Villans che non registrano una serie del genere più lunga da aprile 1965 (29 partite di fila senza pareggi).

Le altre gare

Altri 5 match, oltre a City – Chelsea, completano il quadro della 22° giornata in Premier League. Vediamo nel dettaglio.

  • Brighton and Hove Albion – Crystal Palace: Il Brighton non ha vinto alcuna delle ultime cinque partite di Premier League contro il Crystal Palace, alternando un pareggio (3) ad una sconfitta (2). Il Crystal Palace ha vinto quattro delle ultime sette trasferte di campionato contro il Brighton (1N, 2P), incluse le ultime due: non ha mai vinto tre trasferte di fila contro i Seagulls.
  • Burnley – Leicester City: Gara Rinviata a data da destinarsi per focolaio di covid.
  • Newcastle United – Watford: Il Newcastle ha vinto solo una delle ultime 10 partite di Premier League contro il Watford (4N, 5P), una vittoria casalinga per 1-0 a novembre 2018. Il Watford ha vinto due delle ultime quattro trasferte di campionato contro il Newcastle (1N, 1P), tante quante nelle prime 14 gare al St. James’ Park (3N, 9P).
  • Norwich City – Everton: Il Norwich ha perso in casa contro l’Everton 1-0 nella Premier League nel 2019-20 e non perde due sfide interne di fila contro i Toffees in campionato dal gennaio 1988. L’Everton potrebbe vincere anche la gara di ritorno contro il Norwich in Premier League solo per la seconda volta, dopo la stagione 2004-05, quando ha ottenuto il suo miglior piazzamento nella competizione (4°).
  • Wolverhampton Wanderers – Southampton: I Wolves hanno perso solo una delle ultime 11 partite di campionato contro il Southampton (6V, 4N) e hanno segnato in ognuna delle ultime 10 sfide contro i Saints. Il Southampton non ha vinto alcuna delle ultime cinque trasferte di campionato contro i Wolves (3N, 2P), dalla vittoria per 6-0 nel marzo 2007.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email