huertas tenerife

Torna la Champions League, domani Sassari fa visita al Tenerife di Huertas

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Archiviati gli impegni di campionato, si torna a parlare di coppe europee.

Stasera torna l’Eurolega, con l’Olimpia Milano impegnata al Forum contro il Maccabi Tel Aviv, mentre domani sarà la volta della Champions League.

La seconda giornata della massima manifestazione europea targata FIBA è già cominciata con il successo dello Strasburgo ai danni dell’Oostende (83-77).

Oggi sono in programma due incontri, ovvero Tofas-Kalev-Cramo (gruppo F) e Paok Salonicco-Cez Nymburk (gruppo E). Nessuna di queste squadre è inserita nei gironi di Happy Casa Brindisi, Universo Treviso e Dinamo Sassari, ossia i tre club italiani iscritti alla Champions League edizione 2021/22.

Sassari chiamata alla reazione

La prima italiana a scendere in campo sarà proprio la squadra allenata da coach Cavina. Insidiosa trasferta, infatti, per la Dinamo Sassari, attesa sul campo del Tenerife (domani, palla a due ore 20:30). L’avventura in Champions League della compagine sassarese è iniziata nel peggiore dei modi, con la pesante sconfitta sul campo dei tedeschi del Ludwigsburg (94-81).

Per rimettersi in carreggiata, è necessario sbancare il campo dei temibili spagnoli (bravi ad imporsi in casa del Prometey nella prima giornata di Champions League). Tra le fine dei canari non ci sarà Giorgi Shermandini: il gigante georgiano, MVP della scorsa Liga ACB e due volte campione d’Europa con le maglie di Panathinaikos e Olympiacos, è ancora ai box per un infortunio alla vertebra lombare occorso due settimane fa durante un match di campionato contro Bilbao.

Ci saranno invece sia Julian Gamble, campione d’Italia lo scorso anno con la Virtus Bologna, che soprattutto Marcelinho Huertas, capace ancora di dipingere basket nonostante la carta d’identità dica 38.

La Dinamo, seppur faticando, è tornata alla vittoria in campionato ai danni di Reggio Emilia, dimostrando di avere le carte in regola per giocarsela con ogni avversario, a patto che l’approccio alla gara sia quello corretto (in particolare a livello difensivo).

Un successo che ha riportato entusiasmo nell’ambiente e voglia di continuare a far bene, a partire dal prossimo impegno in campo europeo decisamente impegnativo: “Dopo l’intervallo siamo riusciti a riacciuffare la partita anche grazie alla tattica. Sono molto soddisfatto di quello che hanno fatto i ragazzi perché questa è una vittoria importantissima e il suo valore lo scopriremo più avanti”, le parole di coach Cavina nel post match della partita di campionato con Reggio Emilia.

La situazione di Brindisi e Treviso

Il pensiero corre anche alla prossima settima quando torneranno in campo sia l’Universo Treviso (sul campo dell’AEK, match in programma martedì 19/10) che l’Happy Casa Brindisi.

Grande attesa, nello specifico, per la sfida tra l’Happy Casa Brindisi e il Cluj-Napoca (lunedì 18 ottobre, palla a due ore 20:30). Dopo aver perso, malamente, nell’esordio della rassegna europea contro la bestia nera Hapoel Holon, la squadra di coach Vitucci cerca la prima gioia nella sfida, sempre tra le mura amiche, contro la compagine rumena (reduce dall’eccellente esordio con vittoria ai danni del Darussafaka).

Come dichiarato dal patron dell’Happy Casa Brindisi dopo la cocente sconfitta con gli israeliani dell’Hapoel Holon, ingresso gratuito al palazzetto per tutti i possessori del tagliando acquistato per la partita di settimana scorsa proprio contro l’Hapoel.

[Credits Foto: Getty Images]

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email