milano eurolega

Eurolega: la AX batte ancora lo Zalgiris, ora il Baskonia. Venerdì sera Real-Barça!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Con una prova gagliarda, per certi versi simile alla prestazione di un paio di settimane fa in casa con lo stesso avversario, l’Armani Exchange Milano ha portato a casa l’ennesima vittoria in quel di Kaunas.

Le scorie di una stagione che comincia a entrare nel vivo, sembrano farsi sentire con una certa continuità e urge un occhio di riguardo piuttosto mirato del minutaggio del roster delle squadre, chiamate ad una seconda parte di Eurolega che definire massacrante è un eufemismo.

Milano corsara in Lituania

Ad usare le parole di Flavio Tranquillo si fa fatica a sbagliare e, all’inizio della telecronaca della partita di recupero che vedeva opposta la AX Milano allo Zalgiris di Kaunas, ha ricordato come la pallacanestro in Lituania sia una sorta di religione per un popolo che segue le gesta dei propri beniamini, con una fede quasi incrollabile.

La squadra di Ettore Messina non è caduta nel fastidioso tranello che porta spesso a prendere sotto gamba le partite che, ad una prima analisi, potrebbero sembrare di facile interpretazione.

Anche a seguito dell’ennesimo quintetto rivoluzionato per via delle assenze di Shields, Mitoglu e Datome, la partenza di Milano è molto buona per quanto riguarda la propria difesa sulle penetrazioni dei padroni di casa, ma terribile in attacco, dove un black out totale origina un misero bottino di soli due punti a metà del primo quarto.

Ne fa le spese Pippo Ricci, cambiato quasi subito dal coach catanese, con l’innesto di Rodriguez che mette le cose a posto almeno per quanto riguarda la fase offensiva, decisamente più ordinata. Il primo strappo milanese arriva al secondo quarto, quando Daniels trova fiducia e porta i suoi avanti di 8 con una tripla e un lavoro difensivo da mille e una notte.

Lo Zalgiris non molla e la partita si trascina stancamente fino al finale di partita nel quale la AX è decisamente più preparata ad affrontare i momenti decisivi, grazie all’esperienza del Chacho, i punti, 20, di Delaney e i 10 rimbalzi di Kyle Hines, dei quali ben 5 in attacco.

Dall’altra parte non basta la superba prova offensiva di Lukas Lekavicius, autore di 16 punti.

Arrivano gli spagnoli del Baskonia

Il tour de force della squadra di Milano continua al Medionalum Forum, dove, nella serata di giovedì, quando l’Armani AX attende il Baskonia, una vera e propria occasione per provare a tenere il passo delle due spagnole in testa alla classifica, Real Madrid e Barcellona.

Il passo falso contro il Fenerbahce della settimana scorsa, va immediatamente messo da parte, anche se le vittorie di Trento in campionato e contro lo Zalgiris, farebbero pensare all’ennesimo profittevole cambio di marcia della Armani Exchange.

Melli e compagni accusano adesso un distacco di tre vittorie dal secondo posto occupato dal Barcellona e quattro dalla capolista Real Madrid, anche se con una partita giocata in meno.

Sono infatti due le partite che la AX deve recuperare a fronte dell’unica delle due spagnole. Il primo marzo al Forum si presenterà lo UNICS di Kazan per la partita valevole per 21° turno e poi il 29 marzo toccherà allo Zenit venire a Milano per recuperare il match della 19ª giornata.

Gli spagnoli del Baskonia sembravano aver preso un buon ritmo dopo un inizio di Eurolega disastroso, tanto che nel periodo migliore della loro stagione, hanno battuto nettamente il Barcellona in uno dei tanti derby iberici, ma proprio dopo il match dominato contro i catalani, la squadra di Neven Spahija, si è dovuta arrendere nelle 5 partite successive contro Real Madrid, Bayern Monaco, Panathinaikos e le due ultime casalinghe contro Zenit e Pireo.

Questa serie di sconfitte ha fatto ripiombare il Baskonia al 16° posto con 7 vittorie e 16 sconfitte, ormai senza speranze di qualificazione alla post season.

Dopo la prestazione di Kaunas, Milano ha il compito di scendere in campo con il solito coltello tra i denti, anche in virtù del fatto che il turno propone la sfida delle sfide tra Real Madrid e Barcellona, per cui una vittoria della AX avvicinerebbe una delle due squadre spagnole.

Le partite della 26ª giornata di Eurolega

  • 10.02 H.20,00 OLYMPIACOS-EFES ANADOLU
  • 10.02 H.20,00 ALBA BERLINO-ZENIT
  • 10.02 H.20,00 MONACO-ZALGIRIS
  • 10.02 H.20,05 MACCABI-CSKA
  • 10.02 H.20,30 ARMANI AX-BASKONIA
  • 11.02 H.17,00 UNICS KAZAN-STELLA ROSSA
  • 11.02 H.18,45 FENERBAHCE-BAYERN MONACO
  • 11.02 H.20,00 ASVEL-PAOK
  • 11.02 H.20,45 REAL MADRID-BARCELLONA

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email