ettore messina olimpia milano

31ª di Eurolega: martedì a Tel Aviv incrocio play off per Milano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La nuova, tormentatissima stagione di Eurolega, si avvicina sempre più alla parte più importante del suo cammino, la post season.

Lo fa con un percorso pieno di ostacoli che fanno capo alle due situazioni emergenziali che stanno mettendo a dura prova tutti i comparti della nostra vita quotidiana.

A parte la questione ucraina, vi è da mettere sotto le luci dei riflettori un rigurgito d’orgoglio da parte del Covid19, che non ha permesso alla già martoriata giornata numero 30 giocatasi la scorsa settimana, di disputare la partita di Milano.

Era ampiamente annunciato, viste le numerose defezioni che ha dovuto comunicare il Bayern Monaco del coach italiano Andrea Trinchieri, ma adesso sarà un’impresa trovare una data disponibile per recuperare un incontro così importante.

Da segnalare la doppia vittoria delle squadre spagnole di vertice, Real Madrid e Barcellona e a questo punto Milano dovrà guardarsi le spalle per difendere il proprio terzo posto, più che sperare di conquistare uno dei primi due.

Maccabi nel mirino dopo il KO di Brescia

La prossima partita di Milano è una sorta di nuovo spareggio per mettere in tasca una delle posizioni migliori nella griglia dei quarti di finale. Si gioca in prima serata, alle ore 20,05, alla Menora Mivtachim Arena, in quel di Tel Aviv in Israele e l’avversario si chiama Tel Aviv.

Un rapido sguardo ai numeri delle due squadre, palesa il solito dato dello strapotere difensivo della squadra di Messina, capace fin qui di subire la miseria di poco più che 71 punti a partita.

Il confronto con il Maccabi sotto questa ottica non lascia spazio a dubbi. La squadra allenata da Avi Even, subisce quasi 80 punti per match, mentre in attacco i dati sono diversi, alla luce dei 79 punti scarsi di media segnati dal Maccabi e 74 dall’Olimpia.

Il problema principale per la AX Armani Exchange, è però dato da una situazione molto più attuale, rispetto alle statistiche di questa stagione: la sconfitta in casa di Brescia di domenica scorsa. Il risultato in campionato ha permesso alla Virtus di Bologna, vittoriosa contro Venezia, di raggiungere l’Armani AX in testa alla classifica e ora per Milano occorre serrare le fila per un finale di stagione che si preannuncia piuttosto intenso.

La stagione del Maccabi di Tel Aviv non è stata certo trionfale almeno fino a questo momento e per raggiungere almeno l’ottavo posto, occorrerà vincere tutte e 4 le partite che ci separano dalla conclusione naturale della regular season e le altre 4 da recuperare, fatte salve quelle contro le squadre russe che non si giocano.

Il record di 12 vinte e 14 perse lascia intatte le speranze di qualificazione alla post season, ma il Maccabi non può perdere altri punti e la partita di martedì sarà molto difficile.

Da seguire con una certa curiosità le trasferte delle già citate Barcellona e Real Madrid, rispettivamente impegnate contro Alba e Efes di Istanbul.

Il programma della giornata numero 31

  • 22.03 18,30 Efes-Real Madrid
  • 22.03 20,00 Alba-Barcellona
  • 22.03 20,00 Paok-Bayern Monaco
  • 22.03 20,05 Maccabi-AX Milano
  • 23.03 19,00 Zalgiris-ASVEL
  • 23.03 20,30 Baskonia-Fenerbahce
  • 23.03 21,00 Monaco-Olympiacos

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email