Giampaolo Ricci

20ª di Eurolega: Virtus gara cruciale col Pana, scontro in coda per l’Olimpia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La giornata numero 20 di Eurolega vede le due squadre italiane alle prese con impegni sulla carta un po’ meno duri rispetto all’ultimo turno. Tuttavia, la situazione di classifica di Virtus e Olimpia non permetterà troppi passi falsi, soprattutto nel caso della franchigia milanese.

La scorsa settimana non è stata propriamente fausta per il basket italiano, poiché il doppio turno di Eurolega ha portato 4 sconfitte in altrettante partite, a complicare ancora di più i piani di V nere e scarpette rosse. La speranza è che questa settimana, con una sola partita da gestire, produca esiti differenti.

Partiamo analizzando il match della Virtus, impegnata per la seconda volta consecutiva contro un’avversaria greca. In questo caso, il Panathinaikos Atene.

Virtus Segafredo Bologna-Panathinaikos Atene

Quella passata è stata una settimana da dimenticare, per la Virtus di Sergio Scariolo in Eurolega. Dai due turni casalinghi ci si aspettava ben altro che due sconfitte, peraltro sempre con punteggi alti concessi (172 punti in totale, media di 86) che sono segno di una difesa in forte sofferenza. Quella con l’Olympiacos ci poteva stare, anche se il modo in cui è maturata lascia parecchie recriminazioni nel club bianconero.

Ancora una volta ci sarà un team greco sulla strada delle V nere, non di alta classifica come i biancorossi del Pireo ma se possibile ancora più insidioso, poiché il Panathinaikos è una diretta concorrente per un posto ai playoff. Attualmente Bologna è tredicesima con un record di 8-11, il Pana è 15° con 7-12, dunque una vittoria sarebbe doppiamente cruciale per Teodosic e compagni.

Il match di andata, giocato in novembre, era terminato 88-85 per il Panathinaikos, dopo un supplementare. Top scorer della serata era stato Derrick Williams, ma le bocche da fuoco non mancano certo per il Pana, a partire dal capocannoniere del torneo Dwayne Bacon, uno che quando entra in temperatura è capace di break clamorosi. Occhio anche a Paris Lee, che porta punti e qualità dalla panchina.

La Virtus spera ovviamente nei suoi fuoriclasse come Teodosic e in una difesa soprattutto sugli esterni. Le 7,2 palle rubate di media fanno di Bologna la terza migliore squadra di Eurolega, ma è dal rimbalzo offensivo che arrivano le cattive notizie, con appena 8,3 palloni catturati in attacco sotto i tabelloni, penultimi in questa statistica. Servirà il miglior Jaiteh, autore all’andata di una doppia doppia (20+10) e serviranno i progressi di Ojeleye, nel frattempo integratosi molto meglio con i compagni.

Olimpia EA7 Milano-LCLD Asvel Villeurbanne

Se Bologna preoccupa, Milano è in condizioni ancora peggiori. Tre sconfitte di fila hanno portato il record dell’Olimpia a un deprimente 6-13, che significa ultimo posto in coabitazione con l’Asvel Villeurbanne, guarda caso proprio la prossima avversaria al Forum.

Uno scontro tra “fanalini di coda”, come si suol dire, per giocarsi le ultime carte in ottica playoff, ovvero per rimanere almeno aggrappati alla speranza di riuscire ad agganciarli. Speranza che oggi, onestamente, appare come una chimera.

Gli infortuni continuano ad affliggere il team di Ettore Messina, che sarà ancora senza Pangos, Shields e Datome. Le continue voci di mercato non fanno certo bene all’ambiente, come ad esempio quella su Kemba Walker che si è nel frattempo rivelata una vera e propria bufala. Nel frattempo Messina deve trovare qualche modo per migliorare quello che è il peggior attacco della lega, che non arriva a 70 punti segnati a partita (69,6) e ne subisce mediamente 76,1.

Le difficoltà offensive dell’Olimpia sono certificate da altri dati impietosi, come la percentuale da due punti (48,7%) e da tre (33,1) che collocano in entrambi i casi Milano nel podio delle peggiori in Eurolega. Manca personalità e tranquillità, e ciò si riflette sulla qualità nelle scelte di tiro. Sembra paradossale, per un team dal budget importante come quello dell’EA7, ma l’annata ormai ha preso questa direzione e cambiarla diventa ogni settimana più dura.

Dall’altra parte, coach TJ Parker si affiderà alla leadership del vecchio fuoriclasse Nando De Colo, top scorer e top assistman della squadra, come gli è quasi sempre capitato nella sua lunga e prestigiosa carriera. Il play francese sta anche tirando benissimo da tre, come raramente gli era capitato: per lui un eccellente 49,2% dall’arco. Una preoccupazione in più per gli esterni di Ettore Messina.

All’andata Milano si era imposta in trasferta per 69-62, con 18 punti di Baron e 16 di Melli. Ma era la prima giornata, di una stagione che sembrava aprirsi nel migliore dei modi e che invece si sarebbe trasformata presto in una sorta di incubo.

Le altre partite del 20° turno di Eurolega

Tra tutte, spicca lo scontro al vertice fra Real Madrid e Olympiacos. Le due non sono solamente prima e seconda, ma anche offensivamente sono le migliori due squadre nella più importante competizione europea per club. In caso di vittoria in casa, i greci non si limiterebbero a un aggancio in vetta, ma doppierebbero il successo ottenuto in trasferta all’andata, un 87-89 mozzafiato con game winner di Sloukas. E questo, in caso di arrivo a pari punti, significherebbe molto in ottica di seeding per i playoff.

A proposito di pretendenti alla vetta, pesa e molto il derby basco-catalano tra Baskonia e Barcellona. I blaugrana ritrovano Satoransky e puntano a tornare alla vittoria dopo il KO con l’Efes, ma il Baskonia ne ha vinte 6 di fila in casa…

E anche il match di apertura della ventesima giornata sarà d’alta quota: si sfideranno infatti il Fener e il Monaco di Mike James, che nelle ultime giornate ha avuto le classiche polveri bagnate, con basse percentuali e conseguenti bassi punteggi (128 punti segnati nelle ultime due per i francesi).

Infine, segnaliamo il Maccabi Tel Aviv che potrebbe approfittare di eventuali passi falsi altrui per consolidare la propria posizione in ottica post-season. Gli israeliani ospitano l’Alba Berlino, dominata all’andata in trasferta con un +13 e in generale avversario con tradizione iper positiva: in 17 precedenti, i tedeschi hanno vinto soltanto 2 volte contro il Maccabi.

Il programma della giornata numero 20 di Eurolega

  • 19.01 H.18,45 Fenerbahce-Monaco
  • 19.01 H.20,05 Maccabi Tel Aviv-Alba Berlino
  • 19.01 H.20,30 Bologna-Panathinaikos
  • 19.01 H.20,30 Baskonia-Barcellona
  • 19.01 H.20,45 Valencia-Partizan
  • 20.01 H.18,30 Efes-Bayern Monaco
  • 20.01 H.19,00 Zalgiris-Stella Rossa
  • 20.01 H.20,00 Olympiacos-Real Madrid
  • 20.01 H.20,30 EA7 Milano-Asvel Villeurbanne
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email