sonego wimbledon

Wimbledon: Sonego mette il turbo, oggi spicca Sinner-Isner

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Non si è completato, ancora per via della pioggia caduta copiosa nel tardo pomeriggio su Londra, il programma della seconda parte della seconda giornata del torneo di Wimbledon.

Ecco ciò che è successo nella giornata di giovedì 30 giugno.

Kyrgios in scioltezza, super Sonego

Il programma si è aperto con l’australiano Nick Kyrgios che si è liberato in scioltezza di Filip Krajinovic in soli tre set, praticamente dominati dall’estroso canguro che adesso affronterà al terzo turno Stefanos Tsitsipas. Performante al servizio con ben 24 ace, Kyrgios ha giocato una partita praticamente perfetta, lasciano la miseria di sei giochi in tutto al serbo, anche grazie ad una incredibile percentuale del 93% di prime e un totale complessivo di ben 50 colpi vincenti. L’incontro con il greco sarà il fiore all’occhiello delle partite di sabato.

Lorenzo Sonego ha fatto invece il bello e il cattivo tempo contro Hugo Gaston, eliminato in tre set 7-6/6-4/6-4. L’azzurro ha faticato solo al primo set, quando ha dovuto vincere il tie break del terzo per avere ragione del transalpino. Due break ben assestati nelle due frazioni successiva, hanno regalato al nostro tennista la possibilità di giocare contro Rafa Nadal, che ha invece visto i sorci verdi contro Berankis, che ha lottato come un leone e si è arreso solo al quarto set, 6-4/6-4/4-6/6-3.

Il già citato Tsitsipas ha sconfitto con una certa facilità l’australiano Jordan Thompson, mostrando una vitalità ritrovata. Ci si aspetta un terzo turno di fuoco contro Kyrgios. Gli errori di Thompson, ben 29 quelli non forzati in soli tre set, hanno fatto la differenza nel match di ieri pomeriggio, ma il greco è stato abile a sfruttare i punti sotto rete, 15 su 24 discese, anche se il punto focale del match è stata la capacità di Tsitsipas nei turni al servizio, durante i quali è stato breakkato in una sola occasione.

Da mettere in evidenza, invece le vittorie senza difficoltà di Molcan su Giron, Fritz su Gray, Garin su Grenier e Brooksby su Bonzi.

La sorpresa arriva invece dall’eliminazione di Shapovalov per mano del giapponese Nakshima, capace di eliminare il canadese al tie break del quarto set.

Tra le donne continua con qualche difficoltà il cammino della numero 1 del mondo Iga Swiatek, che ha eliminato la sorprendente olandese Pattinama Kerkhove, 6-3 al terzo.

Molto bene Halep, Tomljanovic e Gauff, tutte vincitrici al secondo set contro Flipkens, Harrison e Buzarnescu.

Il programma di oggi, spicca Sinner-Isner

Uno dei nostri due rappresentanti rimasti in gara a Wimbledon, si gioca la possibilità di entrare nella seconda settimana contro un avversario ostico che risponde al nome di John Isner.

Parliamo ovviamente di Jannik Sinner, che se la vedrà contro il bombardiere americano, alla luce di un bilancio che vede i due in perfetta parità nei due scontri diretti già disputati. Tutti giocati nella passata stagione, i match sarebbero dovuti essere tre, ma al torneo di Indian Wells, Isner si ritirò prima discendere in campo, lasciando via libera all’altoatesino. La vittoria di Sinner è arrivata in Coppa Davis per due set a zero lo scorso novembre, mentre Isner vinse a sul cemento di Cincinnati in tre set.

Torna in campo anche Novak Djokovic, contro il primo avversario “serio” che gli si pone davanti. Alle 16,00 di questo pomeriggio, infatti, il serbo se la vedrà contro Miomir Kecmanov, numero 30 della classifica ATP.

Sarà quindi un derby tra i due serbi e la partita appare meno scontata di quello che può sembrare, anche se Nole è in vantaggio nei confronti diretti per 2-0, in virtù delle vittorie sulla terra battuta di Belgrado nel 2021 e nel 2022, nella seconda delle quali Kecmanovic ha portato via un set al più nobile avversario. Djokovic ha faticato contro il sud coreano Kwon al primo turno, ma ha rullato l’australiano Kokkinakis, dominato in tre set nella partita di mercoledì.

Tutto da seguire il match tra Tiafoe e Bublik, che hanno iniziato alla grande il loro percorso qui a Wimbledon, non concedendo nessun set ai loro avversari, Vavassori e Marterer per lo statunitense e Fucsovics e Lajovic per il kazako.

In perfetta parità il bilancio tra i due, una vittoria per parte, anche se Bublik ha sconfitto in un match folle l’americano nel recente torneo di Eastbourne sull’erba di un paio di settimane fa, 6-0 al terzo, dopo aver perso il primo set 7-5 e vinto la seconda frazione al tie break.

Tra le donne spicca il match tra Kerber e Mertens, ma sono tutti da seguire gli incontri tra Sakkari e Maria T., Ostapenko e Begu e Tsurenko e Niemeier.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email