Presentazione delle ATP Finals di Torino

ATP Finals: dal 13 al 20 novembre Djokovic cerca la 6ª meraviglia a Torino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

È ormai in rampa di lancio uno degli appuntamenti più attesi della stagione tennistica, le ATP Finals di Torino dove saranno impegnati i migliori giocatori del 2022, orfani dell’attuale numero 1 del mondo, Carlos Alcaraz, fermato all’ATP 1000 di Parigi Bercy, a causa di un infortunio agli addominali che sembra essere ben più grave delle prime analisi e che con ogni probabilità lo terrà fuori dai campi per buona parte dei prossimi impegni, Australian Open compresi.

Tutti presenti gli occupanti delle posizioni dalla 2 alla 9 della classifica ATP, con Stefanos Tsitsipas e Rafael Nadal Teste di Serie, i due capoclasse posizionati nei due gruppi, Green e Red, che si giocheranno, insieme agli altri 6 protagonisti del torneo, uno dei 4 posti alle semifinali della kermesse piemontese.

Ecco una carrellata dei giocatori che scenderanno in campo al Pala Alpitour di Torino, suddivisi per i due Gruppi di qualificazione.

ATP Finals Green Group: Nadal, Ruud, Auger Aliassime, Fritz

L’estrazione che si è tenuta giovedì 10 novembre, non ha originato un contesto molto equilibrato se ci mettiamo ad analizzare la forza oggettiva dei campioni che li compongono.

Il Gruppo “Verde”, sembra essere quello dove la Testa di Serie, in questo caso Rafael Nadal, avrà la vita meno difficile. Gli avversari sono ovviamente di tutto rispetto, visto che il format delle ATP Finals prevede la partecipazione solo dei migliori, ma il maiorchino ha evitato tutti i mostri sacri che avrebbero potuto metterlo in seria difficoltà.

Rafael Nadal N. 2 ATP

Il numero 2 del mondo aveva cominciato nel migliore dei modi la sua stagione, vincendo uno straordinario Slam di apertura, gli AUO, in finale contro Daniil Medvedev, per poi ripetersi qualche mese più tardi, a casa sua, la terra rossa del Roland Garros. In quel periodo si parlò addirittura di Grande Slam, ma gli acciacchi di un fisico che non è più quello di una volta, hanno segnato la parte restante della stagione dello spagnolo, uno dei meno penalizzati dalla classifica ATP di quest’anno, pesantemente influenzata da pandemia, guerra in Ucraina e tornei, Wimbledon in particolare, che non hanno assegnato punti validi e pesanti.

  • Record 2022: 38 W – 6 L
  • Titoli vinti 4: Australian Open – Roland Garros – Acapulco – ATP 250 Melbourne

Casper Ruud N. 4 ATP

Alcuni di voi ricorderanno che alla vigilia del torneo di Flushing Meadows, Casper Ruud, aveva nel mirino la vetta della classifica ATP, anche in virtù del fatto che il norvegese si è rivelato essere uno dei più tignosi avversari del seeding ATP. Galeotto è stato il passo falso in finale contro Carlos Alcaraz, in un incontro che verrà ricordato per la presenza di due giocatori, entrambi alla loro prima finale ad uno Slam, entrambi a caccia della cima del ranking mondiale.

  • Record 2022: 48 W – 20 L
  • Titoli vinti 3: Gstaad – Ginevra – Buenos Aires

Felix Auger-Aliassime N. 6 ATP

Insieme allo statunitense Taylor Fritz, Felix Auger Aliassime è uno dei giocatori che si sono qualificati per la prima volta alle ATP Finals e, in virtù del Girone nel quale è stato inserito, potrebbe addirittura aspirare ad un posto in semifinale. Numero 6 del ranking ATP, il canadese è reduce da una stagione finalmente degna del suo status di eterna promessa e, dopo un inizio di 2022 piuttosto altalenante, anche reso difficile da un infortunio alla schiena, Auger-Aliassime si è ripreso dopo l’estate, mettendo a referto oltre 50 vittorie in stagione.

  • Record 2022: 56 W – 25 L
  • Titoli vinti 4: Rotterdam- Basilea – Firenze – Aversa – ATP Cup

Taylor Fritz N. 9 ATP

Esordiente assoluto alle ATP Finals, Taylor Fritz ha giocato un 2022 che si era aperto per la sua nazionale con il non onorevole ultimo posto alla ATP Cup, nonostante le sue due vittorie in tre incontri. L’americano ha messo le mani su uno dei tornei più prestigiosi della prima parte della stagione, Indian Wells, per poi faticare sulla terra rossa a causa di un infortunio al piede che gli ha fatto saltare Roma, Madrid e lo ha condizionato agli Open di francia, dove è caduto al secondo turno. Ha terminato la stagione alla grandissima portando a casa il torneo di Tokyo.

  • Record 2022: 43 W – 19 L
  • Titoli vinti 3: Indian Wells – Eastbourne – Tokyo

ATP Finals Red Group: Tsitsipas, Medvedev, Rublev, Djokovic

Stefanos Tsitsipas N. 3 ATP

Ancora una volta una stagione positiva quella di Stefanos Tsistsipas, il numero 3 del mondo che ha finalmente trovato uno sprazzo di continuità mancato negli anni precedenti. Il tutto nonostante il fastidioso problema al gomito di cui si era parlato tantissimo al termine della scorsa stagione e per il quale si era temuto per un 2022 sotto tono. In effetti, dopo la confortante semifinale degli AUO di inizio anno persa contro Mdvedev, le precoci eliminazioni di Indian Wels e Miami avevano fatto rialzare il livello di allarme oltre la soglia limite, ma il successo di Montecarlo è stata la ciliegina sulla torta di un cammino che lo ha portato a conquistare il terzo posto del ranking.

  • Record 2022: 60 W – 22 L
  • Titoli vinti 2: Montecarlo – Maiorca

Daniil Medvedev N. 5 ATP

Il giocatore russo ha pagato suo malgrado l’invasione dell’esercito russo in Ucraina, anche se sotto il punto di vista del bilancio punti persi/guadagnati alla fine di una stagione atipica sotto tutti i punti di vista, è uno tra i giocatori che è stato danneggiato meno rispetto ad altri. La rimonta di Nadal nella finale degli AUO, è stato un colpo durissimo per il campione di Flushing Meadows 2021, ma il resto della stagione ha palesato ancora una volta un Medvedev che vince e convince.

  • Record 2022: 45 W – 16 L
  • Titoli vinti 2: Vienna – Los Cabos

Andrey Rublev N. 7 ATP

L’altro giocatore russo impegnato in queste ATP Finals risponde al nome di Andy Rublev, che dopo una serie di stagioni durante la quali ha dovuto pagare dazio ad una situazione mentale e psicologica non proprio tra le migliori, ha finalmente trovato un proprio equilibrio e ha sfoderato prestazioni da fuoriclasse, chiudendo con la bellezza di 4 titoli vinti nel 2022! È in un gruppo non proprio facile, ma darà filo da torcere a tutti e tre i suoi avversari.

  • Record 2022: 49 W – 18 L
  • Titoli vinti 4: Dubai – Marsiglia – Gijon – Belgrado

Novak Djokovic N. 8 ATP

L’ex numero uno del mondo Novak Djokovic è a caccia del suo sesto titolo alle ATP Finals, che lo porterebbe ad eguagliare le vittorie di Roger Federer, con la possibilità, negli ultimi anni della sua carriera, di diventare l’unico giocatore a portare a casa 7 o più titoli. Il campione serbo ha pagato in più di un’occasione nel corso dell’anno, le sue prese di posizioni No Vax, che lo hanno costretto a saltare ben due Slam e i due tornei gemelli negli USA, Indian Wells e Miami. Nonostante questo Djokovic ha timbrato il suo nobile cartellino anche durante il 2022, vincendo tre titoli tra i quali il terzo Slam della stagione, quello di Wimbledon.

  • Record 2022: 37 W – 7 L
  • Titoli vinti 3: Wimbledon – Astana – Tel Aviv

L’albo d’oro

  • ROGER FEDERER: 2003, 2004, 2006, 2007, 2010, 2011
  • NOVAK DJOKOVIC: 2008, 2012, 2013, 2014, 2015
  • PETE SAMPRAS: 1991, 1994, 1996, 1997, 1999
  • IVAN LENDL: 1981, 1982, 1985, 1986, 1987
  • ILIE NASTASE: 1971, 1972, 1973, 1975
  • JOHN McENROE: 1978, 1983, 1984
  • BORIS BECKER: 1988, 1992, 1995
  • BJORN BORG: 1979, 1980
  • LLEYTON HEWITT: 2001, 2002
  • DANIIL MEDVEDEV: 2020
  • STEFANO TSITSIPAS: 2019
  • ALEXANDER ZVEREV: 2018
  • GRIGOR DIMITROV: 2017
  • GUSTAVO KUERTEN: 2000
  • ANDY MURRAY: 2016
  • STEFAN EDBERG: 1989
  • ANDRE AGASSI: 1990
  • NIKOLAJ DAVYDENKO: 2009
  • JIMMY CONNORS: 1977
  • MANUEL ORANTES: 1976
  • STAN SMITH: 1970
  • MICHAEL STICH: 1993
  • DAVID NALBANDIAN: 2005
  • ALEX CORRETJA: 1998
  • GUILLERMO VILAS: 1974

Le informazioni principali

  • Giornate di gioco: dal 13 al 20 di novembre
  • Format: la prima parte si gioca in modalità Round Robin, con 4 giocatori per ogni Gruppo a sfidarsi tra di loro. I primi due giocatori di ognuno di questi due Gruppi, daranno vita alle semifinale incrociate
  • Round Robin: dal 13 al 18 novembre si giocano le partite del R.R., una per ogni turno di gioco, quello pomeridiano che parte alle 11,30 e quello serale che comincia alle 18,30. Tutte le partite di singolare verranno precedute da quelle del doppio, per un totale di 4 partite per ogni giornata.
  • Semifinale e Finale: si giocheranno rispettivamente il 19 e il 20 novembre. Per quanto riguarda la finale cambiano gli orari: alle 14,30 si giocherà quella del doppio e a seguire quella del singolare.
  • In Televisione: tutto il torneo sarà visibile sui Canali Sky Sport, Supertennis e sullo streaming proposto da NOW. Alcune partite verranno trasmesse anche in chiaro su Rai 2 e, in streaming, su Rainews.it e RaiPlay

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email