Hockey su ghiaccio - Alex Trivellato

Hockey ghiaccio, due cambi nel Blue Team che giocherà in Ungheria

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

E’ iniziato alla Würtharena di Egna il breve ritiro che porterà la Nazionale Italiana al primo impegno ufficiale della stagione, il Sárközy Tamás Memorial Tournament, competizione amichevole che si terrà dal 10 al 13 novembre a Budapest.

La squadra si è riunita per la prima volta agli ordini dell’head coach Mike Keenan e dell’associated coach Mike Pelino. Martedì il Blue Team svolgerà un allenamento mattutino e dopo pranzo è già prevista la partenza alla volta dell’Ungheria. A Budapest il Blue Team è stato inserito nel girone B con Ucraina (sfida giovedì 10 novembre alle 15:00) e Slovenia (venerdì 11 novembre alle 18:30). Nel gruppo A ci saranno Ungheria, Giappone e Francia: nella giornata di domenica si terranno le ultime amichevoli, con la prima del gruppo A ad affrontare la prima del gruppo B e così via, fino a determinare la classifica finale.

“Per noi si tratta in primis di un test iniziale in cui il coaching staff può cominciare a conoscere gli elementi a disposizione – ha spiegato Stefan Zisser, responsabile delle squadre Nazionali di hockey della FISG –, naturalmente l’idea di gioco che gli allenatori vorranno dare al Blue Team si formerà con il tempo: a Budapest vogliamo però ben figurare e trarre informazioni preziose per il futuro”.

Rispetto alle convocazioni precedentemente diffuse, ci saranno due cambi dell’ultimo minuto: Pascal Brunner e Daniel Gellon, dell’HC Merano, prenderanno infatti il posto degli acciaccati Diego Kostner e Giovanni Morini che sono stati costretti a dare forfait.

A disposizione del navigato nuovo timoniere degli Azzurri ci saranno 3 portieri, 10 difensori e 15 attaccanti e i chiamati per la sfide in terra magiara sono i portieri Justin Fazio (Asiago Hockey – ICEHL), Jake Smith (HC Val Pusteria – ICEHL), Davide Fadani (HC Lugano/Ticino Rockets – NLA/Swiss League), i difensori Enrico Miglioranzi, Dylan Di Perna, Cameron Ginnetti (HC Bolzano – ICEHL), Gregorio Gios, Lorenzo Casetti (Asiago Hockey – ICEHL), Alex Trivellato, Peter Spornberger (Schwenninger Wild Wings – DEL), Daniel Glira (HC Val Pusteria – ICEHL), Phil Pietroniro (HK Dukla Trencin – Extraliga slovacca), Patrick Demetz (Eisbären Regensburg – DEL2) e gli attaccanti Daniel Frank, Luca Frigo, Angelo Miceli, Daniel Mantenuto (HC Bolzano – ICEHL), Dante Hannoun, Ivan Deluca, Marco Sanna (HC Val Pusteria – ICEHL), Pascal Brunner, Daniel Gellon (HC Merano), Michele Marchetti (Asiago Hockey – ICEHL), Marco Zanetti (HC Lugano – NLA), Marco Insam (Rittner Buam – AlpsHL), Alex Petan (Fehervar AV19 – ICEHL), Tommaso Traversa (SG Cortina – AlpsHL), Hannes Kasslatter (HC Bolzano/HC Gherdeina – ICEHL/AlpsHL), Leonardo Felicetti (HC Bolzano/HC Fassa – ICEHL/AlpsHL).

Ci sono anche sei riserve a casa, pronte a raggiungere i compagni di squadra qualora ce ne fosse bisogno: si tratta di Matthias Mantinger e Simon Berger, entrambi in forza all’HC Val Pusteria – ICEHL) di Anthony Salinitri e Marco Magnabosco (Asiago Hockey – AlpsHL), di Jan Pavlu (EV Landshut – DEL2) e di Sebastiano Soracreppa (HC Thurgau – Swiss League).

“Ho allenato il Team Canada in passato e sono abituato ad allestire squadre competitive pur non potendole allenare giorno per giorno – ha detto qualche giorno fa Keenan -: voglio che i miei giocatori possano eccellere, che abbiano voglia di risultati, che venga loro instillata l’idea di successo e siano capaci di competere sotto pressione”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email