Il bluff di Miss Finlandia al professionista americano

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Il poker è un gioco di abilità e, oggi più di ieri, di costanza. Per vincere bisogna possedere le skills, la preparazione tecnica e le capacità mentali per resistere ai periodi in cui le carte non sono amiche. Con queste premesse, nel medio periodo il poker diventa sempre meritocratico.

Non si può però negare che una parte del successo di questo gioco risieda nel suo essere anche democratico. Chiunque può pensare di vincere almeno una volta, magari battendo il professionista di turno. Tanto meglio se poi il debuttante si trasforma in un nuovo campione: in fondo, la storia del “brutto anatroccolo” piace un po’ a tutti e in questo caso fa bene all’immagine del gioco.

Nell’episodio pokeristico che vi presentiamo, però, è difficile parlare di brutto anatroccolo perché il giocatore amatoriale è Miss Finlandia 2012, Sara Chafak. Non c’è dubbio che alla modella finnica si adatti meglio la figura del cigno. Il suo avversario è invece il professionista di poker Ronnie Bardah: 2 milioni di dollari accumulati con i tornei live e un braccialetto WSOP vinto proprio nel 2012 con l’evento $2.500 Limit Hold’em 6-Handed.

Ronnie Bardah nel 2014, dopo il 5° piazzamento ITM consecutivo nel Main Event WSOP

Siamo nel 2014, e i due sono riuniti allo stesso tavolo in occasione dell’episodio 7 dello Shark Cage, il fortunato format televisivo di Sit&Go. Ad un certo punto arriva la mano che contrappone la modella finlandese all’esperto giocatore americano.

I bui sono 5.000/10.000 e al tavolo ci sono ancora 6 giocatori. Dopo il fold di UTG, Sara Chafak decide di limpare con A♥2♦. Subito alla sua sinistra c’è Jean Robert Bellande, non esattamente un puro professionista di poker (anche se vanta oltre due milioni di dollari vinti in carriera in eventi dal vivo) ma uno che con le carte e con i soldi ci sa fare. In ogni caso, Bellande decide di foldare la mano. E’ poi il turno del forte pro ucraino Eugene Katchalov, che butta le carte nel mucchio. In posizione di SB c’è Kara Scott, l’affascinante giornalista dello show d’oltreoceano Poker Night Live nonché commentatrice ESPN delle World Series. Stranamente anche la Scott folda. Resta in gioco solo Ronnie Bardah che da BB guarda le carte, 8♣4♠ e gigioneggiando un po’ dice: “Io e Miss Finlandia in testa a testa? OK, vediamo il flop“.

Le prime tra carte del board sono Q♠5♠4♣. I due scherzano un po’, ma Bardah ha una reputazione da pro da difendere ed esce puntando 15.000 con la bottom pair. La modella finlandese, per tutta risposta, senza esitazione piazza un miniraise da 30.000 chips. Bardah le chiede: “Hai qualcosa?“. Sara Chafak risponde di sì è l’americano conclude con un “Ti credoti credo” mentre aggiunge 15.000 gettoni nel piatto.

Sara Chafax allo Shark Cage 2014 (credits RIHL)

Il turn è un 4♦ che consegna il tris allo statunitense. Bardha fa check, Sara Chafak risponde subito con altre 55.000 chips. Il professionista prende un po’ di tempo, fingendo di essere in dubbio, ma alla fine rilancia fino a 155.000. E qui arriva il capolavoro. Miss Finlandia, anche se un po’ impacciata nel conteggio delle chips, rilancia a sua volta, questa volta a 255.000. Bardah è preso in contropiede ma alla fine decide di chiamare.

L’ultima carta è un ininfluente 6♥. Ronnie Bardah annuncia enfaticamente il suo “check” e lancia uno sguardo di sfida all’affascinante avversaria la quale, dopo un sorriso un po’ malizioso, manda i resti!

Bardah è spiazzato: “Io voglio continuare a giocare con te, Miss Finland“. Lei: “Lo capisco“. L’americano cerca in tutti i modi di carpire qualche informazione, qualche tell, ma la Chafak continua a fissarlo senza lasciar trasparire alcuna emozione. Nell’ultimo monologo di Bardah, si capisce chiaramente il l’imbarazzo del pro player: “C’è un quattro tra le mie carte, ho tris, non posso passare. Ma non so come giochi! Se foldo e poi tu mi giri KQ o qualcosa di simile, quello potrebbe essere il momento più imbarazzante della mia vita, lo capisci?” Dopo quasi due minuti, allo scadere dell’ultimo secondo a disposizione, Ronnie Bardah folda la mano vincente! L’espressione del pro quando Sara Chafaz mostra il bluff la dice lunga: sta succedendo davvero?

Ipnosi? Stato confusionale? Oppure messinscena per accattivarsi le simpatie della bellissima finlandese? Tutto sarebbe comprensibile. In ogni caso lo lasciamo decidere a voi, dal momento che il video è disponibile su YouTube.

Foto di testa: Sara Chafak (credits PokerNews)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email