Mani clamorose: alle WSOP 2022 è successo anche questo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

E’ inevitabile che, in quasi due mesi di eventi, ai tavoli da poker si veda un po’ di tutto. Grandi giocate, errori clamorosi, punti altissimi, cooler, bad beat e “scoppi” vari.

In questo senso le World Series Of Poker 2022 non hanno fatto eccezione, a dimostrazione che anche nel poker live si può assistere al meglio e al peggio di questo gioco!

Ecco allora le nostre top 5 mani che hanno lasciato a bocca aperta players e spettatori.

QUADS OVER QUADS

Apriamo le danze con il Main Event delle WSOP 2022. Al livello 10 del Day2 (1.000/2.000/2.000) si è verificata una mano “da server tiltato”.

Apre Claus Marcussen da early position, chiama solo “Jay S.” da late. Il flop è: 8♦7♥K♦. L’original raiser punta ancora, il suo avversario fa call. Al turn scende un K♥. Questa volta Marcussen rallenta con un check e poi chiama la puntata di Jay S.. L’ultima carta è un 7♦. Marcussen cambia idea ed esce puntando. Jay S. va all-in e Marcussen chiama senza esitazioni.

Allo showdown Jay S. mostra 7♣7♠, poker di 7 chiuso al river. Marcussen però ha K♠K♣, quads di K già chiuso al turn!

Non ci credete? Ecco la foto:

Quads over quads al ME WSOP 2022 (credits WSOP/PokerNews)

“NON SONO ANCORA DRAWING DEAD”

Day 1d dell’evento #5: il $500 The Housewarming No-Limit Hold’em. L’azione di svolge al livello 10 (1.000/2.500/2.500) ed è presa al flop: 5♥9♥2♥. Ryan Conner betta 4.000 e trova il call solo di Tyler Chabolla.

Quando al turn si materializza un 10♥, Conner decide di mettere ai resti (9.500 chips) l’ormai shortstack Chabolla. Quest’ultimo però chiama e mostra Q♥8♥, colore Queen-high. Il problema per lui è che Conner ha il colore nuts grazie a A♥7♣.

Non sono ancora drawing dead!” esclama in maniera propiziatoria Chabolla. In effetti gli resta il mono-out per la scala colore.

Manco a dirlo, il river è proprio quel J♥ che gli regala il sorpasso finale nonché il pot!

L’INCREDIBILE GIOCATA DI MATT STOUT

Altro torneo e soprattutto altro gioco. In questo caso parliamo del torneo $1.500 Pot-Limit Omaha 8-Handed (evento #45) e l’action si svolge durante il livello 20 (10.000/15.000/15.000) del Day2.

Si comincia con il giocatore in posizione under the gun che apre a 35.000 e trova tre call: da hijack, da bottone e da Matt Stout che è il BB.

L’azione è un check-per tutti fino al river: a quel punto, su un board che recita Q♣9♦7♦8♦A♠, il professionista americano (4,28 milioni di dollari vinti finora) esce puntando 100.000. Utg folda ma il giocatore in posizione di HJ rilancia fino a 300mila. Il bottone non ci sta e va all-in per 800.000 chips.

Stout ci pensa un po’ e alla fine folda. HJ invece chiama con A♦4♦[x][x], colore all’asso, ma si trova dominato dalla scala colore dell’avversario che mostra J♦10♦8♣7♥.

Volete sapere cosa aveva Stout? 6♦5♦7♠4♠: scala colore anche lui, ma più bassa. Che fold!

Ecco il suo commento in diretta su Tweet:

IL POKER CHE NON TI ASPETTI

Nell’evento #26 $10.000 Limit Hold’em Championship, si è vista una mano chiusa in maniera… originale. Non si può parlare di una super bad beat, ma di un modo alternativo per vincere con quads.

E’ il livello 20 (15.000/30.000) quando Jonathan Cohen apre da mid position. Dei 6 giocatori presenti al tavolo, reagisce solo il professionista americano Chad Eveslange (5,6 milioni di dollari in carriera), che proprio quest’anno ha vinto il suo primo braccialetto WSOP nel $25K HR NLH.

Eveslange controrilancia per isolarsi in HU con Cohen. Call e si passa al flop: 9♥9♠J♣. Eveslange punta le ultime chips e Cohen chiama. Showdown:

Eveslange: 7♠7♦

Cohen: A♥5♥

Il pro statunitense è avanti e ci resta anche al turn, quando scende un 9♣. A questo punto il suo avversario può splittare con un [Jx] al river, oppure vincere con un [Ax] o un 9♦ che… puntualmente si materializza! Cohen si aggiudica la mano con poker sul board e A♥ kicker, Eveslange è out.

Chad Eveslange (credits PokerNews)

NON TI FIDAR DI ME SE LA SCALA COLORE TI MANCA

Chiudiamo con una mano catturata da PokerNews nell’evento #47: $1.000 Seniors Championship.

Si gioca il livello 4 (200/400/400) della prima giornata. Il Player Of The Year 2007, Tom Schneider (2,4 milioni di dollari, 4 braccialetti WSOP), è all-in su un flop che mostra 9♥6♥10♦. Il veterano ha solo 1.000 chips in meno del suo avversario e 8♥5♥ in mano. Chiudere flush draw però non gli basta, perché oppo ha già il colore nuts con A♥10♥. Gli serve una scala colore.

C’è un solo out. Il turn 4♠ non è quello giusto. Il river 7♥ invece sì: scala colore chiusa in extremis! Purtroppo per lui, non gli basterà per andare ITM nel torneo.

Tom Schneider (credits PokerNews)

Immagine di testa: Matt Stout (credits PokerNews)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email