moioli

Pechino 2022: Visintin e Moioli coppia d’argento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Giornata importante per l’Italia ai Giochi olimpici invernali di Pechino 2022.

La spedizione azzurra, proprio nel giorno del giro di boa di questa edizione, ha infatti toccato quota 11 medaglie superando il bottino di 10 totalizzate a Pyeongchang 2018, e il merito è di Omar Visintin e Michela Moioli, argento nella gara a coppie miste dello snowboard cross, inserita per la prima volta nel programma di un’Olimpiade bianca.

Il 32enne altoatesino di Lagundo, già bronzo nella gara individuale, e la 26enne bergamasca di Alzano Lombardo, reduce dalla delusione del fallito bis del trionfo di quattro anni fa, nonché portabandiera dell’Italia nella cerimonia d’apertura, si sono inchinati nella finale solo agli statunitensi Nick Baumgartner e Lindsey Jacobellis, lui vincitore della sua prima medaglia a cinque cerchi a 40 anni suonati e alla quarta partecipazione, lei a 36 anni ha bissato l’oro finalmente acciuffato al quinto tentativo nella gara individuale di tre giorni fa.

Nella finale c’era anche l’altra coppia azzurra formata da Lorenzo Sommariva e Caterina Carpano, ma lei, dopo essere stata molto convincente nei turni precedenti, uscendo male da un salto è atterrata sulla schiena della quarta concorrente in pista, la canadese Meryeta O’Dine, le due naturalmente sono finite per terra e la nordamericana, miracolosamente illesa, si è rialzata per prima andando a conquistare un altro bronzo davanti all’azzurra.

Un’altra bella notizia per l’Italia è arrivata dalle prove della discesa femminile dello sci alpino, nella quale Sofia Goggia è tornata in pista a meno di tre settimane dall’infortunio al ginocchio sinistro subito nel superG di Coppa del Mondo di Cortina d’Ampezzo, e pur scendendo in maniera piuttosto prudente su una pista che non conosceva si è classificata dodicesima risultando la più veloce delle sette azzurre che si sono cimentate nel test cronometrato odierno.

Nel torneo olimpico di curling maschile l’Italia di Joel Retornaz, nella quale c’è anche Amos Mosaner, il vincitore insieme a Stefania Constantini di uno storico oro nel torneo del doppio misto, è stata invece battuta per 12-9 dalla Cina padrona di casa subendo la terza sconfitta su tre partite.

Nella danza ritmica Charlene Guignard e Marco Fabbri sono al settimo posto, guidano la classifica i francesi quattro volte iridati e argento olimpico a Pyeongchang Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron.

Ecco gli altri titoli assegnati oggi. Nella staffetta 4×5 km femminile a tecnica mista la Russia torna a vincere un oro dopo 16 anni, la Germania è argento, la Svezia bronzo in volata ai danni della Finlandia e della superfavorita Norvegia, ottava l’Italia.

Nei 500 metri maschili del pattinaggio di velocità su pista lunga podio tutto asiatico con oro al cinese Gao Tingyu, argento al sudcoreano Cha Min-kyu e bronzo al giapponese Wataru Morishige.

Nella 10 km sprint maschile del biathlon trionfo dei fratelli norvegesi Boe con Johannes Thingnes argento e Tarjei bronzo, in mezzo a loro il dominatore stagionale e anche della 20 km olimpica, il francese Quentin Fillon Maillet, quattordicesimo l’altoatesino Lukas Hofer.

Nel salto con gli sci dal trampolino grande il norvegese Marius Lindvik nega la doppietta d’oro al giapponese Ryoyu Kobayashi che si deve accontentare dell’argento, bronzo al tedesco Karl Geiger. Infine nello skeleton femminile oro alla tedesca Hannah Neise, argento

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email