moto gp schsenring

MotoGP, Gran Premio del Sachsenring: Quartararo all’attacco del feudo Marquez

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

C’è grande attesa per la gara MotoGP di domenica 20 giugno: è la volta del Gran Premio di Germania, nel celebre circuito del Sachsenring. È la volta, infatti, dell’ottava tappa mondiale, col leader della classifica mondiale Fabio Quartararo che – dopo le enormi polemiche di Barcellona relative alla tuta sganciata – tenta l’allungo sugli inseguitori Zarco e Miller.

L’altro tema di giornata, poi, riguarda Marc Marquez, qui storicamente imbattibile: tornerà nella parte alta della classifica?

Luce verde domenica 20 giugno alle 14.

Il circuito MotoGP del Sachsenring

Sachsenring, dal 2010 ad oggi, è stato ribattezzato “il feudo Marquez”. Il campione di Cervera, infatti, ha vinto per ben dieci volte nelle ultime dieci edizioni di questa gara: 7 volte in MotoGP, 2 volte in Moto2 e una in Moto3.

Tale supremazia, con ogni probabilità, si concretizza grazie al fatto che il circuito si percorre in senso antiorario e risulta essere uno dei più lenti del motomondiale, caratteristiche che esaltano il pluricampione del mondo Honda.

Il rettilineo più veloce è quello di arrivo, che – essendo disposto in discesa – precede la staccata più impegnativa del circuito, dove la decelerazione è di circa 200 km/h.

Al contrario, questa configurazione di pista non ha mai aiutato le Ducati, a proprio agio invece su tracciati più veloci e con rettilinei più lunghi; per Yamaha, Suzuki e KTM, in questo caso, il ruolo di outsider.

Iconico, in questo tracciato, il rettilineo in discesa chiamato “Waterfall”, che precede la curva 11 dove negli anni abbiamo assistito a tantissime cadute. davvero pericoloso e spettacolare.

Allungo Quartararo o ritorno Marquez?

Abbiamo già accennato a come, in circostanze normali, qui Marc Marquez e Honda non temano alcuna rivalità. Tuttavia, lo sappiamo bene, il 93 sta vivendo una stagione dedicata al recupero della forma, a seguito del gravissimo incidente al braccio patito nel 2020. E le tre cadute nelle ultime tre gare ne sono una testimonianza molto chiara. Pertanto, se anche in qualifica (come ci aspettiamo) dovesse centrare un buon piazzamento, può darsi che sia destinato a soffrire un po’ in gara, per via delle pesanti sollecitazioni che questo tracciato trasmette.

Casomai, occhio invece alle altre Honda, quelle di Alex Marquez, Nakagami e Pol Espargaro, che qui potrebbero finalmente rimettersi in evidenza.

Quartararo, leader mondiale, tenterà al solito la qualifica iper veloce, seguita da una gara che auspica senza problemi: tra l’infortunio al braccio e lo sgancio delle protezioni, nelle scorse settimane ha già visto sfumare due vittorie che parevano acquisite, bruciando un vantaggio di classifica che poteva essere ancor più cospicuo.

Ducati, poi, qui manca il gradino più alto del podio dal 2008, quando allora fu Casey Stoner a compiere l’impresa: da allora, pochissime soddisfazioni su un tracciato che si discosta molto dalle caratteristiche della moto di Borgo Panigale. Tuttavia, Zarco, Miller e Bagnaia hanno dimostrato più volte, specialmente nella scorsa stagione, di riuscire ad essere efficaci anche in tracciati non propriamente disegnati sulle loro caratteristiche.

Per Yamaha, escludendo naturalmente il già citato Quartararo, che con Vinales e Mordidelli tenterà l’assalto allo strapotere Honda, c’è grande attesa per Valentino Rossi, i cui risultati di queste gare estive probabilmente determineranno le sue scelte per il futuro. Non dimentichiamoci poi delle Suzuki di Rins e Mir: tra infortuni e problemi tecnici, la stagione dei protagonisti 2020, nei fatti, deve ancora iniziare.

MotoGp Sachsenring in TV

Il weekend di gara MotoGP sarà trasmesso in diretta TV e in live streaming su Sky Sport MotoGP (canale 208) e DAZN. Sarà possibile seguire la gara anche in streaming sulle app di Sky-Go e DAZN.

Venerdì 18 giugno: prove libere

Libere 1: 9:55 – 10:40

Libere 2: 14:10 – 14:55

Sabato 19 giugno: qualifiche

Libere 3: 9:55 – 10:40

Libere4: 13:30 – 14:00

Qualifiche: 14:10 – 14:50

Domenica 6 giugno: gara

Warm Up: 9:40 – 10:00

Gran Premio: 14:00

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email