motogp valencia

MotoGP: anteprima del Gran Premio di Valencia

Siamo arrivati all’epilogo, all’ultima puntata di una stagione motociclistica che deve ancora incoronare il suo re: uno tra Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo, infatti, uscirà dal Gran Premio di Valencia come Campione del Mondo. L’italiano su Ducati è strafavorito, grazie all’enorme vantaggio di classifica e alle numerosissime casistiche che lo vedrebbero vincitore.

Con tutta l’Italia motoristica che fa il tifo per il giovane torinese, andiamo a vedere tutte le curiosità e le statistiche sul Gran Premio di Valencia, il cui semaforo verde è previsto per domenica alle 14.

Bagnaia, che match point!

Come abbiamo detto, l’occasione per l’alfiere Ducati Francesco Bagnaia è clamorosa: il numero 63 potrebbe infatti conquistare il suo primo titolo iridato MotoGP.

Sarebbe il settimo pilota italiano a farlo e il primo dopo Valentino Rossi nel 2009. Bagnaia potrebbe essere il secondo pilota a conquistare il titolo mondiale 500cc/MotoGP con la Ducati, il primo dopo Casey Stoner nel 2007.

Una stagione incredibile per Pecco

La stagione del pilota azzurro è stata strepitosa: è infatti salito sul podio dieci volte in questa stagione in MotoGP, tutte e dieci nelle ultime 14 gare.

Ha superato il suo miglior record finora in una stessa stagione nella massima categoria (nove nel 2021). Ha raccolto 258 punti nell’attuale stagione MotoGP, il suo record in una sola stagione finora nella massima categoria.
La prima guida Ducati ha condotto 189 giri al primo posto in questa stagione in MotoGP e potrebbe essere il primo pilota a raggiungere 200 nella stessa stagione da Marc Márquez nel 2019 (264).

Valencia, sarà casa Italia?

Sono stati piloti italiani a vincere in tre delle ultime quattro edizioni del Gran Premio della Comunità Valenciana in MotoGP (Andrea Dovizioso nel 2018, Franco Morbidelli nel 2020 e ‘Pecco’ Bagnaia nel 2021), come nelle precedenti 19 edizioni di questa gara.

Fabio, non si molla

Escluso Francesco Bagnaia, Fabio Quartararo (Yamaha) è l’unico pilota con la possibilità di vincere il Mondiale MotoGP. Sarebbe il suo secondo titolo nella massima categoria e il primo pilota a raggiungere due titoli consecutivi dopo Marc Márquez (quattro titoli di fila tra il 2016 e il 2019).
Il “Diablo” è stato l’unico pilota francese a conquistare il titolo 500cc/MotoGP. In tutte le categorie potrebbe eguagliare Johann Zarco come il pilota francese con il maggior numero di titoli finora (due titoli Moto2 nel 2015 e nel 2016).

Aprilia, grande stagione, però..

Aleix Espargaró (Aprilia) (216) potrebbe eguagliare Loris Capirossi (217) come il sesto pilota con il maggior numero di presenze in 500cc/MotoGP.
Maverick Viñales (Aprilia) non è riuscito a finire in zona punti nelle ultime due gare, suo peggior parziale della stagione e eguagliando la peggiore con l’Aprilia nel 2021 (due gare). Non ha mai corso tre gare di fila senza punti in MotoGP.

Miller, saluti a Ducati

Jack Miller potrebbe fare la sua ultima gara con la Ducati in MotoGP dopo aver raccolto 189 punti in questa stagione, un record in un solo anno nelle sue otto stagioni nella massima categoria.

Suzuki, ciao MotoGP

Quella di Valencia sarà l’ultima gara MotoGP per Suzuki, quindi l’ultima anche di Mir e Rins con la scuderia giapponese.

Rins farà la sua ultima gara con la Suzuki e sarà il pilota con il maggior numero di vittorie (quattro) e più podi (16) con il Team Suzuki Ecstar nell’era MotoGP (dal 2002).

Mir, con il titolo conquistato nel 2020, è stato l’unico campione con questa fabbrica nell'”era MotoGP” (dal 2002) e il primo dopo Kenny Roberts Jr nel 2000.

Tutti gli altri

Enea Bastianini (Ducati) ha raccolto 211 punti in questa stagione in MotoGP, più del doppio rispetto allo scorso anno, al suo primo anno nella massima categoria (102).

Buona stagione anche per Jorge Martín (Ducati), che ha raggiunto quattro pole position in questa stagione in MotoGP, eguagliando le quattro della scorsa stagione. Dal 2021 ha raggiunto un totale di otto pole position nella massima categoria, cifra che in questo periodo è stata superata solo da Francesco Bagnaia (11).

Brad Binder (KTM) ha raccolto punti nei suoi ultimi 14 Gran Premi, miglior parziale di qualsiasi attuale pilota MotoGP. Attenzione anche a Miguel Oliveira (KTM), che ha vinto tre delle sue ultime sei gare sul circuito Ricardo Tormo in tutte le categorie (2015 in Moto3; 2017 e 2018 in Moto2), anche se nessuna di loro è stata in MotoGP.

Esordio da ricordare per Marco Bezzecchi (Ducati), che è diventato il secondo pilota italiano consecutivo a superare i 100 punti nella sua prima stagione in MotoGP (106 punti) dopo Enea Bastianini nel 2021 (102 punti). Prima di loro, bisognava tornare al 2010 per vedere un pilota italiano conquistare 100 o più punti nella sua prima stagione in MotoGP (all’epoca ci riuscì il povero Marco Simoncelli, 125).

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati