raspadori

Calciomercato: Raspadori tra Napoli e Juve, Wijnaldum storia infinita

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Con la tanto attesa firma di Charles de Keteleare per il Milan si è chiusa una delle infinite telenovele di questo calciomercato. Ma ci sono tante alte trattative che si trascinano da giorni, e nuove idee di mercato che sorgono ad ogni momento.

Roma: Wijnaldum finalmente in arrivo, poi si dovrà cedere

Un’altra delle trattative infinite di quest’estate sembra che stia finalmente per concludersi: Georgino Wijnaldum sta per finalmente firmare con la Roma.

Il giocatore ha già trovato da tempo l’accordo con i giallorossi da tempo, grazie anche al carisma di José Mourinho, e anche la società ha già definito con il Paris Saint-Germain i termini per il prestito oneroso con diritto di riscatto (e parte dello stipendio da 7 milioni a stagione pagato dai parigini).

La chiave per giungere alla risoluzione della vicenda però era in una serie di bonus che il PSG non avrebbe ancora corrisposto al giocatore, ma a quanto pare il centrocampista olandese avrebbe deciso di rinunciare a quanto gli sarebbe spettato pur di agevolare il suo trasferimento dalla capitale francese a quella italiana.

Con l’arrivo di Wijnaldum (atteso a Roma tra stasera e domani) si accelera la cessione di Jordan Veretout: nonostante un interessamento da parte della Juventus nell’ottica di sostituire Pogba e McKennie nell’immediato, il giocatore ha mercato principalmente in patria, dato che la Roma vuole cederlo solo a titolo definitivo. Marsiglia, Nizza e Monaco le destinazioni papabili.

Infine per l’attacco sembra che sia già definito l’accordo con lo svincolato Andrea Belotti: l’ex capitano del Torino però deve attendere prima che sia definita la cessione di Eldor Shomurodov, in trattativa con il Bologna (ma nelle ultime ore si è fatto vivo anche il Torino) e di Carles Perez (per lui si prospetta un ritorno in patria, al Celta Vigo).

Raspadori sotto i riflettori, mentre il Milan deve pensare al centrocampo

Con la cessione di Wijnaldum il Paris Saint-Germain è libero di chiudere la trattativa con il Lille per Renato Sanches, facendo così sfumare il secondo obiettivo di centrocampo per il Milan, dopo che Carney Chukwuemeka dell’Aston Villa è stato ingaggiato dal Chelsea. Ora si pensa a Pape Matar Sarr, diciannovenne mediano senegalese ex Metz di proprietà del Tottenham.

Dopo il forte interessamento del Napoli, anche la Juventus ha chiesto informazioni al Sassuolo per Giacomo Raspadori, attaccante che può giocare sia sull’esterno sinistro che come centravanti, profilo ideale per sostituire Alvaro Morata nello scacchiere di Max Allegri.

Dopo aver perso Timo Werner del Chelsea (che tornerà in prestito al Lipsia) i bianconeri sono alla ricerca di un giocatore che offra maggiori garanzie rispetto a Moise Kean: per l’attaccante neroverde vengono richiesti 40 milioni, ma sia la Juve che il Napoli sono partiti offrendone circa 30.

Intanto i bianconeri cercano di cedere Daniele Rugani, per il quale c’è stato un interessamento di Sampdoria, Verona ed Empoli, ma l’obiettivo sarebbe riuscire ad incassare una certa cifra dal Galatasaray (che punta anche gli svincolati Mertens e Sirigu) da reinvestire in Filip Kostic dell’Eintracht Francoforte.

Il Sassuolo intanto è pronto a rimpolpare il suo attacco con Riccardo Orsolini del Bologna, valutato circa 10 milioni.

Inter: giorni caldi per Skriniar e Dumfries, ma l’attacco ora rischia di essere un problema

La situazione economica dell’Inter, considerando anche i problemi sorti con lo sponsor, è di difficile lettura. L’eventualità di una cessione dei pezzi pregiati Milan Skriniar e Denzel Dumfries non è ancora da escludere, anche se la risoluzione del contratto di Alexis Sanchez potrebbe aver liberato spazio salariale per discutere un rinnovo del difensore slovacco.

Con l’addio di Sanchez ora gli attaccanti sicuri del posto in rosa sono quattro: gli inamovibili Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, Joaquin Correa appena riscattato dalla Lazio e Edin Dzeko.

Il bosniaco sembra essere entrato nel mirino del Borussia Dortmund, che deve sostituire nell’immediato lo sfortunato Sebastien Haller, alle prese con un tumore ai testicoli, e cerca un profilo che possa fungere anche da mentore per il giovanissimo Youssufa Moukoko.

L’Inter non disdegnerebbe di liberarsi di un’ingaggio un po’ troppo pesante per la quarta scelta dell’attacco. Ma il Dortmund segue anche altri profili come Piatek e Simeone.

Con la cessione di Andrea Pinamonti all’orizzonte (oltre a Sassuolo e Atalanta, sembra che anche il Nottingham Forest si sia interessato al giovane centravanti) i nerazzurri potrebbero improvvisamente ritrovarsi in emergenza in attacco, un reparto che fino a qualche giorno fa aveva problemi di abbondanza.

Gli altri affari di giornata

L’Empoli sta chiudendo per il prestito di Nicolò Cambiaghi dall’Atalanta (l’anno scorso in prestito a Pordenone) e sta cercando di ottenere anche Sam Lammers dagli orobici (l’anno scorso all’Eintracht Francoforte).

Niente permamenza a Bergamo nemmeno per Viktor Kovalenko: il centrocampista ucraino ritorna a La Spezia, sempre in prestito ma questa volta con obbligo di riscatto a certe condizioni. Spezia che sta cercando di ottenere dal Chelsea Ethan Ampadu, l’anno scorso al Venezia, anche se il jolly gallese vorrebbe giocarsi le sue chances (poche, in verità) con la maglia dei Blues.

La Fiorentina ha ceduto in prestito con diritto di riscatto alla Reggina il promettente centravanti Gabriele Gori, l’anno scorso in prestito al Cosenza ma frenato nella seconda parte della stagione da una miocardite dovuta al Covid.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email