Ecco Steam Deck, l’ibrido fra PC e console portatile

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Da venerdì 16 luglio è ufficiale: Steam Deck è in arrivo. Lo ha annunciato il produttore stesso, Valve, che ne ha confermato l’uscita negli store a partire da dicembre di quest’anno. Attenzione però, perché la possibilità di preordinare Steam Deck c’è già anche per l’Europa (da qui per gli interessati).

Ufficiale anche il prezzo: 419 euro, per una console handheld con potenzialità da buon PC portatile. Queste le caratteristiche principali: una potente APU Zen 2 RDNA 2 sviluppata in collaborazione con AMD e ottimizzata per la portabilità, controlli a dimensione standard, un touch screen da 7 pollici, Wi-Fi, Bluetooth, porta USB-C per gli accessori e slot microSD per espandere lo storage. (fonte multiplayer.it)

Ovviamente, Steam Deck è pensata per il gioco, sia direttamente sulla console che collegando quest’ultima al monitor/tv attraverso un apposito dock da acquistare separatamente.

Il nuovo Nintendo Switch?

Secondo gli esperti il paragone non è corretto. Così come Steam Deck non va confrontata con un PC portatile classico, di qualsiasi tipo. In realtà sembra essere più un ibrido tra questi due mondi, con la finalità principale di valido backup per giochi, da utilizzare in qualsiasi luogo e momento. In primis quelli dell’immenso archivio di Steam, la piattaforma di gaming sviluppata dalla stessa Valve.

Ma non solo quella.

L’applauso di Tim Sweeney

Steam Deck ospiterà infatti anche altri store, di fatto concorrenti. Tra questi ci sarà di sicuro Epic Games Store. Una scelta, quella di produrre una piattaforma portatile aperta, che ha suscitato i complimenti di Tim Sweeney, CEO di Epic Games.

Il tifo di Sweeney è comprensibile, visto che ci saranno anche i titoli Epic su Steam Deck. Ma al tempo stesso, dietro a questa uscita pubblica c’è la soddisfazione per l’atteggiamento non monopolistico da parte di Valve, in netta antitesi con le politiche dei colossi Microsoft e Apple.

Quest’ultimo, poi, è al momento l’antagonista principale di Sweeney. Non va dimenticato che la diatriba sul blocco imposto all’ultima versione di Fortnite dallo store dell’azienda di Cupertino è tuttora nelle mani degli avvocati.

Infine, degna di nota è anche la compatibilità con alcuni giochi PlayStation – anche se solo perché sono già disponibili su Steam – in portabilità.

Adesso non resta che attendere il giudizio degli utenti.

Immagine di testa credits store.steampowered.com

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email