serie b giornata 18

Serie B, 18ª giornata: Pisa a Cosenza per la fuga, Brescia attento al Citta, Benevento-Monza

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

La 18ª giornata di Serie B scalda i motori.

Penultimo atto del girone di andata, per un campionato cadetto che entra nel vivo al giro di boa e si appresta al tour de force delle festività.

Il Pisa capolista è atteso da una trasferta non facile a Cosenza, visto che i calabresi sono in lotta per la salvezza. Il Brescia alle spalle spera, ma deve fare conti a sua volta con un cliente scomodo: il Cittadella. Monday Night per il Lecce che riceve un Vicenza sempre in crisi. Attenzione poi allo spareggio ad alta quota: Benevento-Monza.

In zona playoff la Cremonese scende in campo ad Ascoli in un vero e proprio scontro diretto, con il Frosinone che riceve una Spal in caduta libera. Grande attesa poi per il super derby umbro: Perugia-Ternana. Completano il quadro della 18° giornata, Como – Reggina, Alessandria – Parma e la sfida salvezza Crotone – Pordenone.

Vediamo cosa ci attende in Serie B.

Cosenza – Pisa

Tre punti per la fuga.

La capolista toscana è attesa in terra calabrese per confermare il primo posto. Nerazzurri imbattuti di 5 gare, dove hanno raccolti 13 punti su 15 disponibili, mentre i padroni di casa hanno totalizzato appena due punti negli ultimi 450 minuti e con 16 punti totali sono in piena zona playoout.

Il Cosenza, sconfitto nell’ultima sfida contro il Pisa in Serie B, solo nel 1989 ha perso due gare di fila contro i toscani nella competizione (la prima delle due nel 1948). Di contro i toscani hanno vinto solo una delle sette trasferte contro il Cosenza in Serie B (2N, 4P), perdendo quattro delle ultime cinque.

Gol cercasi. Gabriele Gori non trova la rete da sette presenze di fila in Serie B e non arriva a otto gare consecutive senza segnare dallo scorso marzo.

Brescia – Cittadella

Operazione sorpasso.

La banda di Pippo Inzaghi ci crede nella vittoria e nel contemporaneo passo falso del Pisa che precede i lombardi di due lunghezze. Rondinelle da tre vittorie e due sconfitte nelle ultime 5 gare. I veneti arrivano da 5 risultati utili di fila, conditi da due successi e ben tre segni X.

Tabù granata per i padroni di casa. Il Brescia non vince da sei partite di Serie B contro il Cittadella (4N, 2P); l’ultimo successo delle Rondinelle contro la squadra granata nel torneo cadetto risale al febbraio 2017: 4-1, in casa. Non solo ma i lombardi hanno perso le ultime due gare casalinghe e non arrivano a tre ko interni di fila dal marzo 2014.

Il Cittadella è in serie positiva da sette partite (4V, 3N); a partire dallo scorso novembre, soltanto il Monza (17) ha raccolto più punti dei granata (15, al pari proprio del Brescia) in Serie B.

Finale in crescendo. Il Brescia è la squadra che ha segnato più gol (14) nell’ultima mezz’ora di gioco in questo campionato, mentre soltanto Pordenone (16) e Crotone (12) ne hanno incassati più del Cittadella (10) in questo intervallo temporale.

Lecce – Vicenza

Monday Night per la vetta.

L’imperativo in casa salentina è questo, considerando che i giallorossi giocheranno conoscendo già i risultati delle rivali. Padroni di casa che hanno visto cadere l’imbattibilità di 15 gare nell’ultimo turno giocato. Con 31 punti sono terzi, rispetto ai veneti ultimi con 7 punti, reduci da una sola vittoria nelle ultime 5 partite, a fronte di 4 Ko di cui 3 di fila.

Il Lecce non perde da sette partite di Serie B contro il Vicenza (6V, 1N), dopo avere subito quattro sconfitte nelle sei precedenti (2N) contro i veneti nel torneo cadetto. Il Vicenza ha perso le ultime tre trasferte di Serie B contro il Lecce: tante quante in tutte le precedenti otto gare esterne contro la squadra salentina nel torneo cadetto (3V, 2N).

Il Lecce è la squadra che ha concesso il minor numero di palloni giocati (272) nella propria area nel torneo in corso; settimo il Vicenza, in questa classifica, con 337.

Non solo, ma i salentini sono la squadra che segna in media la prima marcatura del match prima di tutte le altre avversarie in questa Serie B: al minuto 26

Benevento – Monza

Spareggio ad alta quota.

Tra sanniti e brianzoli è sfida per un posto al sole e si annuncia come la più attesa del 18° turno. I giallorossi hanno 31 punti e con 4 vittorie di fila hanno accorciato il gap dalla vetta. La formazione lombarda ha gli stessi punti e con 13 totalizzati negli ultimi 450 minuti. Insomma due squadre in ottima salute.

Primo confronto tra Benevento e Monza in Serie B. Le due squadre si sono incrociate due volte in Coppa Italia: nella fase a gironi del 1982/83 e nel secondo turno dell’edizione 2019/20, con i brianzoli che hanno eliminato i campani in entrambe le occasioni.

Il Monza è imbattuto da 10 partite di campionato (6V, 4N); i biancorossi non infilano una striscia più lunga di match senza sconfitte in Serie B da gennaio 2000 (12 in quel caso). Non solo, ma i 22 punti raccolti sono un record parziale per il campionato cadetto, in questa fase della stagione.

Come detto, il Benevento è reduce da quattro vittorie di fila in campionato, realizzando nel parziale 2.8 gol di media a partita; la squadra giallorossa potrebbe collezionare cinque successi consecutivi in Serie B per la prima volta da giugno 2020 (sette in quel caso).

Perugia – Ternana

Un derby speciale.

Appena 4 punti a dividere le due truppe: padroni di casa con 26 e ospiti a quota 22. I biancorossi hanno vinto una sola gara delle ultime 4, a fronte di 3 pareggi. I rossoverdi invece hanno centrato un solo successo negli ultimi 450 minuti.

Il Perugia ha perso l’ultimo derby umbro di Serie B, giocato nell’aprile 2018, contro la Ternana, dopo essere rimasto imbattuto nei nove precedenti (5V, 4N). La Ternana ha vinto il primo (1-0, ottobre 1946) e l’ultimo (3-2, aprile 2018) dei 12 derby disputati in Serie B sul campo del Perugia – nel mezzo, ben sei successi dei Grifoni e quattro pareggi.

Effetto Curi. I padroni di casa hanno raccolto sette punti nelle ultime tre partite casalinghe di campionato: tanti quanti il Grifone ne aveva messi insieme nelle precedenti nove gare interne di Serie B.

La Ternana ha raccolto 22 punti dopo 17 partite; l’ultima volta che i rossoverdi hanno fatto meglio a questo punto della stagione in Serie B è stata nel 2003/04 (31, in quel caso).

Se considerassimo soltanto la classifica dei secondi tempi di gioco di questo campionato, il Perugia sarebbe primo in classifica, a quota 29 punti, con il Brescia. Attualmente, la squadra umbra occupa l’ottavo posto nel tabellone generale.

I numeri delle altre gare

Cinque match completano il quadro della 18ª giornata in Serie B.

  • Ascoli – Cremonese: L’Ascoli ha perso solo quattro delle 16 sfide in Serie B contro la Cremonese (7V, 5N), mantenendo la porta inviolata nella metà delle occasioni, inclusa la più recente dello scorso marzo (0-0). Ascoli e Cremonese sono, insieme alla Reggina, due delle tre squadre che hanno segnato meno gol nell’ultimo quarto d’ora di gioco in questa Serie B (una rete a testa nel parziale).
  • Como – Reggina: Il Como ha perso perso tutte le ultime tre sfide contro la Reggina in Serie B (la più recente nel 2002), subendo otto gol. I lombardi erano rimasti imbattuti nelle precedenti quattro (1V, 3N), con un passivo di appena due reti. La Reggina ha perso tutte le ultime cinque partite in Serie B segnando due reti e incassandone 14, nelle precedenti cinque ne aveva subite due.  
  • Crotone – Pordenone: Terza sfida tra Crotone e Pordenone in Serie B: un successo a testa nelle due gare della stagione 2019/20. Il Crotone ha raccolto un solo punto nelle ultime nove partite in Serie B, senza trovare la rete in cinque occasioni in questo parziale.
  • Frosinone – Spal: Il Frosinone ha vinto tre dei quattro precedenti contro la SPAL in Serie B (1P), segnando il doppio dei gol dei ferraresi (6 vs 3). La SPAL ha segnato otto gol da fuori area, almeno tre più di qualsiasi altra squadra in questo campionato.
  • Alessandria – Parma: Alessandria e Parma si ritrovano ad affrontarsi in Serie B a distanza di oltre 45 anni dall’ultima sfida, andata in scena nel marzo del 1975 (0-0, in casa degli emiliani). Nei 20 incroci complessivi tra le due squadre nel torneo cadetto si contano sei vittorie dei grigi, sei dei gialloblù e otto pareggi, compresi gli ultimi due.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email