Atalanta-Juventus: Gasperini e Allegri per il terzo gradino del podio

Atalanta-Juventus mette in palio il momentaneo titolo di anti-milanesi in Serie A. Allegri e Gasperini si contendono il terzo gradino del podio tricolore.

La Juventus si è messa alle spalle il passo falso commesso contro il Sassuolo, grazie all’importante successo casalingo ottenuto contro il Lecce. Arek Milik regala tre punti fondamentali ai bianconeri e, adesso, Allegri chiede continuità contro un diretto avversario come l’Atalanta.

Dall’altra parte, l’Atalanta ha saputo reagire alla grande alla sconfitta 3-2 del Franchi contro la Fiorentina, trovando due vittorie e altrettante porte inviolate contro Cagliari (2-0) ed Hellas Verona (0-1). I bergamaschi sembrano aver trovato un equilibrio generale e Gian Piero Gasperini sogna un altro risultato positivo per confermare l’ottimo momento di forma.

Juventus terza a 13 punti dopo 6 giornate giocate, a +1 sull’Atalanta di Gasperini, momentaneamente quarta. La Vecchia Signora e la Dea si sfidano per evitare una prima mini fuga di Inter e Milan. Chi riuscirà a proseguire il proprio cammino a marcia sostenuta?

Atalanta-Juventus: le informazioni utili

Dove e quando si gioca:

Atalanta-Juventus si gioca domenica 1° ottobre 2023 alle 18:00 al Gewiss Stadium di Bergamo.

Dove vedere la partita:

La partita tra Atalanta e Juventus, valida per la 7a giornata di Serie A, verrà trasmessa in streaming su DAZN, ma potrà essere seguita anche in diretta tv su Sky, attraverso il canale Zona DAZN (214).

L’arbitro di Atalanta-Juventus

Dirige la partita il Sig. Daniele Chiffi della sezione di Padova, coadiuvato dagli assistenti Tegoni e Del Giovane. In sala Var è stato designato Di Paolo, assistito da Meraviglia. Il quarto uomo di Atalanta-Juventus è Giua.

Le probabili formazioni di Atalanta-Juventus

Gian Piero Gasperini studia la miglior Atalanta per provare a sfatare il tabù Juventus, spesso vincente al Gewiss Stadium. Carnesecchi favorito su Musso in porta, così come Toloi pare in vantaggio su Djimsiti. La retroguardia a tre dovrebbe chiudersi con Scalvini e Kolasinac.

A centrocampo Zappacosta cerca il sorpasso su Holm, mentre Ruggeri viaggia verso un’altra maglia da titolare. Sembra invece intoccabile la mediana composta da De Roon ed Ederson.

In attacco Gian Piero Gasperini dovrebbe proseguire con la rotazione e riproporre Charles De Ketelaere, insieme a Teun Koopmeiners, alle spalle di Lookman. Probabile panchina, dunque, per Pasalic e Muriel, vista l’assenza per infortunio di Scamacca ed El Bilal Touré.

Anche la Juventus ha qualche ballottaggio da sciogliere. Il turno infrasettimanale ha tolto molte energie anche ai bianconeri, che hanno ancora out Kean, De Sciglio, Alex Sandro e lo squalificato Pogba.. Davanti a Szczesny, dunque, Gatti potrebbe prevalere su Rugani per completare il pacchetto difensivo insieme a Bremer e Danilo, ma la corsa resta aperta fino all’ultimo.

A centrocampo, in quattro per due maglie sugli esterni. A destra Weah e McKennie si contendono il posto, così come Kostic e Cambiaso a sinistra. In entrambi i casi, i primi sono leggermente favoriti. Certi del posto sia Rabiot che Locatelli, che sono chiamati agli straodinari. L’ultimo slot del reparto a 5 se lo giocano Miretti e Fagioli, col secondo che potrebbe riposare.

In attacco Massimiliano Allegri potrebbe optare per Dusan Vlahovic, che ha smaltito il piccolo problema alla schiena accusato, al fianco di Federico Chiesa. Nonostante il gol decisivo contro il Lecce, Arek Milik dovrebbe dunque partire dalla panchina e lasciare spazio alla coppia che sta entusiasmando i tifosi bianconeri in questo inizio di stagione.

ATALANTA (3-4-2-1): Carnesecchi; Toloi, Scalvini, Kolasinac; Zappacosta, Ederson, De Roon, Ruggeri; Koopmeiners, De Ketelaere; Lookman. Allenatore: Gasperini.

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Weah, Locatelli, Rabiot, Miretti, Kostic, Vlahovic, Chiesa. Allenatore: Allegri.

I precedenti tra Atalanta e Juventus

AtalantaJuventus si sono incrociate in 141 match contando tutte le competizioni, col seguente bilancio:

  • 17 vittorie Atalanta
  • 50 pareggi
  • 74 vittorie Juventus
  • 132 gol Atalanta
  • 262 gol Juventus

I precedenti in Serie A tra Atalanta Juventus sono 122:

  • 13 vittorie Atalanta
  • 43 pareggi
  • 66 vittorie Juventus
  • 102 gol Atalanta
  • 223 gol Juventus

Le partite giocate al Gewiss Stadium di Bergamo tra Atalanta e Juventus, in Serie A, sono invece i 61:

  • 8 vittorie Atalanta
  • 25 pareggi
  • 28 vittorie Juventus
  • 58 gol Atalanta
  • 103 gol Juventus

L’Atalanta ha vinto solamente 1 degli ultimi 18 precedenti al Gewiss Stadium contro la Juventus (5 pareggi e 12 sconfitte), un 1-0 targato Malinovskyi risalente al 18 aprile 2021. Inoltre, il club bergamasco ha subito ben 9 ko consecutivi tra le mura amiche contro i bianconeri, tra la stagione 2004/2005 e la 2015/2016.

Da quando Gasperini siede in panchina, cioè dalla stagione 2016/17, l’Atalanta ha perso solo 4 delle 14 partite giocate contro la Juventus in Serie A (2vittorie e 8 pareggi), dopo aver subito ben 12 sconfitte consecutive nel massimo campionato italiano.

Dopo la vittoria per 2-0 lo scorso 7 maggio al Gewiss Stadium, la Juventus potrebbe ottenere due porte inviolate consecutive contro l’Atalanta in Serie A per la prima volta da marzo 2016, quando alla guida della Dea c’era Edoardo Reja.

Atalanta-Juventus: numeri a confronto

L’Atalanta ha vinto tutte le ultime quattro gare giocate al Gewiss Stadium in Serie A. Nella gestione Gasperini, la Dea è già arrivata due volte ad infilare una striscia di ben sette successi interni consecutivi in campionato, tra febbraio e luglio 2020 e tra febbraio e maggio 2021.

La sconfitta contro il Sassuolo è la sesta in trasferta della Juventus nel 2023 in Serie A. Dal 2000 ad ora, solo una volta i bianconeri hanno registrato sette sconfitte lontano dalle mura amiche nel massimo campionato italiano in un anno solare, nel 2010 e con tre allenatori diversi (Ferrara, Zaccheroni e Delneri).

La Juventus non raccoglieva almeno 13 punti nelle prime sei giornate di Serie A dalla stagione 2019/20 (16 in quel caso), al termine della quale i bianconeri vinsero lo scudetto.

Da quando Massimiliano Allegri è tornato alla guida della Juventus (stagione 2021/22), la Vecchia Signora ha vinto più volte di tutti in Serie A con il punteggio di 1-0 (14).

Considerando tutte le competizioni, Adrien Rabiot ha preso parte a ben 19 gol realizzati dalla Juventus dall’inizio della scorsa stagione (12 gol e 7 assist). Solo Felipe Anderson e Piotr Zielinski, con 20, hanno fatto meglio del francese tra i calciatori che giocano in Serie A.

Ademola Lookman ha preso parte a tutte le tre reti dell’Atalanta, tra gol e assist, segnate nel 3-3 contro la Juventus dello scorso 22 gennaio. Contro nessun’altra compagine il nigeriano ha partecipato a più reti (tre) rispetto a quella bianconera in Serie A.

Dusan Vlahovic ha segnato 5 gol contro l’Atalanta in Serie A, solo contro Bologna e Lazio, con 6, ha fatto meglio. L’attaccante serbo ha inoltre segnato 3 reti nelle ultime partite giocate al Gewiss Stadium, incluso il gol del definitivo 2-0 realizzato nell’ultimo incrocio tra la Dea e la Vecchia Signora in campionato.

Quale partita aspettarsi

La coppia VlahovicChiesa ha regalato spunti fondamentali ad Allegri per risolvere le prime giornate di questa Serie A. Col Lecce, tuttavia, è servita l’esperienza di Milik per spostare dalla parte dei bianconeri la contesa. Il serbo è da sempre ispirato contro la Dea, mentre il figlio di Enrico sta vivendo un ottimo momento di forma personale. Molto dipenderà dalla loro prestazione.

Un’Atalanta spuntata in attacco confida nelle giocate di De Ketelaere e Koopmeiners e nella pericolosità di Lookman, che anche l’anno scorso ha fatto dannare Allegri. Si preannuncia dunque una sfida equilibrata, con la squadra di Gasperini pronta a prendere le redini del gioco per far divertire il proprio pubblico e la Juventus magari inizialmente più attendista e pronta a sfruttare gli spazi in contropiede.

Col passare dei minuti la partita potrebbe diventare sempre meno tattica, lasciando sempre più spazio a giocate individuali potrebbero fare la differenza nel punteggio finale. Il match vale il momentaneo gradino più basso del podio ma, in caso di successo di una delle due e di un passo falso delle milanesi, potrebbe anche mettere in palio la vetta della Serie A. Un vero e proprio crocevia per la stagione di entrambe le squadre.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati