Roma-Frosinone, tra incubi e sogni: derby laziale agli opposti

Questo inizio di stagione in Serie A si sta rivelando tanto un sogno per il Frosinone, quanto un incubo per la Roma. I giallorossi di Mourinho sono partiti col freno a mano inserito e hanno conquistato appena 5 punti nelle prime 6 giornate. I ciociari, all’opposto, hanno impattato benissimo il campionato da neopromossa.

La Roma può soltanto vincere questo derby laziale per rialzare la testa dopo un inizio di stagione horror. José Mourinho si trova di fronte al peggior avvio della sua carriera da allenatore. Dybala e Lukaku devono trovare quanto prima sintonia tra di loro e la vasta quantità di infortuni accusati dai giallorossi non aiuta ad uscire dalle difficoltà.

L’avversario, inoltre, è motivatissimo. Eusebio Di Francesco sta valorizzando un gruppo giovane e voglioso in questi primi sei turni di Serie A, nei quali ha conquistato la bellezza di 9 punti, che valgono ai giallazzurri il momentaneo ottavo posto in classifica.

Riuscirà la Roma di José Mourinho, dopo le due finali europee e l’arrivo di Lukaku, a dare una svolta alla propria stagione e a sistemare tutti i pezzi del puzzle? Oppure sarà il Frosinone a prevalere e a proseguire il suo magic moment?

Dove e quando si gioca:

Il derby laziale tra Roma e Frosinone, valido per la 7a giornata di Serie A, è in programma per domenica 1° ottobre 2023 alle ore 20:45 allo Stadio Olimpico.

Dove vedere il match:

Roma-Frosinone sarà visibile sulla piattaforma streaming DAZN, oppure sul canale tv Zona DAZN (214), di Sky.

L’arbitro di Roma-Frosinone:

L’arbitro designato per Roma-Frosinone è Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido. I suoi assistenti sono Mondin e Cipressa, mentre il quarto uomo è Piccinini. Al Var presenti Abbattista e Irrati.

Le probabili formazioni di Roma-Frosinone

Poco spazio di manovra per Mourinho, che riceve il Frosinone senza alcuni elementi importanti come Smalling, Llorente, Kumbulla, Renato Sanches e Abraham. Nella Roma, dunque, scelte obbligate per quanto riguarda il terzetto davanti a Rui Patricio. Ci dovrebbe infatti essere Celik, insieme a Ndicka e Mancini.

Ballottaggi aperti sulle fasce a centrocampo, con Kristensen e Zalewski che insidiano la titolarità di Karsdorp e Spinazzola. In mediana i tre posti disponibili dovrebbero essere occupati da Paredes, Cristante e uno tra Bove, Aouar e Pellegrini. In attacco spazio alla coppia DybalaLukaku, con Belotti che dovrebbe sedersi inizialmente in panchina.

Anche nel Frosinone resta da sciogliere qualche ballottaggio e il turno infrasettimanale potrebbe aver tolto energie. Eusebio Di Francesco potrebbe dunque attuare qualche rotazione nel 4-3-3 davanti al confermatissimo Turati. Oyono e Marchizza dovrebbero agire sugli esterni della retroguardia, mentre al centro Simone Romagnoli e Okoli si contendono l’ultimo posto al fianco di Monterisi.

A centrocampo dovremmo vedere Barrenechea in cabina di regia, supportato da Mazzitelli e da uno tra Garritano e Brescianini, col primo favorito. Il tridente offensivo può contare sulle prestazioni di Cheddira e Soulé, che tanto bene stanno facendo in questo inizio di stagione tra le fila dei ciociari. Lo schieramento dei giallazzurri dovrebbe essere chiuso da Baez, in vantaggio su Caso e Kvernadze.

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Celik, Mancini, Ndicka; Karsdorp, Cristante, Paredes, Pellegrini, Spinazzola; Dybala, Lukaku. Allenatore: Mourinho.

FROSINONE (4-3-3): Turati; Oyono, Monterisi, Romagnoli S., Marchizza; Garritano, Barrenechea, Mazzitelli; Soulè, Cheddira, Baez. Allenatore: Di Francesco.

I precedenti tra Roma e Frosinone

Sono 4 i precedenti tra Roma e Frosinone, tutti in Serie A:

  • 4 vittorie Roma
  • 0 pareggi
  • 0 vittorie Frosinone
  • 12 gol Roma
  • 3 gol Frosinone

In Serie A, Roma e Frosinone si sono affrontate all’Olimpico 2 volte. In entrambe è prevalsa la formazione giallorossa in maniera rotonda. Nella stagione 2015/16 furono Nainggolan, El Shaarawy e Pjanic a regalare il successo a mister Luciano Spalletti.

Il 26 settembre 2018 terminò addirittura 4-0 per la squadra capitolina, allora allenata dall’attuale tecnico dei giallazzurri, Eusebio Di Francesco. Di Under, Pastore, El Shaarawy e Kolarov le firme in quello che è il miglior successo della Lupa contro i ciociari.

L’ultimo precedente tra Roma e Frosinone risale al 23 febbraio 2019. I giallorossi si imposero per 2-3 al Benito Stirpe grazie alla doppietta realizzata da Edin Dzeko e al gol di Lorenzo Pellegrini.

In 8 partite in Serie A contro squadre della sua stessa regione (Roma e Lazio), il Frosinone ha raccolto solamente 1 punto, nel pareggio interno a porte inviolate contro i biancocelesti del 21 febbraio 2016.

Roma-Frosinone: numeri a confronto

La Roma è imbattuta da 24 partite casalinghe consecutive contro le squadre neopromosse in Serie A. Il bilancio conta ben 22 vittorie per i giallorossi, che in questa striscia di risultati hanno segnato in media 2.9 gol a partita.

Il Frosinone ha pareggiato entrambe le ultime due trasferte in Serie A, contro Udinese (0-0) e Salernitana (1-1). I ciociari non hanno mai evitato la sconfitta per tre gare lontano dallo Stirpe consecutive nella massima divisione italiana.

La Roma non ha mai ripetuto lo stesso risultato negli ultimi 8 match giocati all’Olimpico in Serie A e, con 5 punti dopo 6 giornate, fa registrare il peggior avvio in campionato della sua storia alla pari della stagione 2010/11. Se non dovesse battere il Frosinone stabilirebbe il suo record negativo nel torneo, nell’era dei tre punti a vittoria, dopo i primi sette turni.

Solo Napoli e Lecce hanno recuperato gli stessi punti del Frosinone (4) partendo da situazione di svantaggio in questa stagione in Serie A.

L’attuale allenatore del Frosinone, Eusebio Di Francesco, vanta la miglior media punti a partita in Serie A con la Roma (1.9), registrata in 64 partite (35V, 16N, 13P) tra agosto 2017 e marzo 2019.

Andrea Belotti ha messo a referto due doppiette contro il Frosinone ed è, insieme a Gonzalo Higuain (anche lui a 2), l’unico ad aver realizzato più di una volta una doppia marcatura ai ciociari in Serie A.

Il classe 2003 Matias Soulé è il più giovane calciatore che in questa Serie A ha realizzato almeno un gol e ha fornito almeno un assist.

Quale partita aspettarsi

La Roma deve sin dai primi minuti di gioco provare ad imporsi sul Frosinone, caricata anche dalla spinta del proprio pubblico seduto sugli spalti dell’Olimpico. Dai giallorossi di Mourinho ci si aspetta una prova di carattere e la voglia di trovare la via delle rete il prima possibile.

Col passare dei minuti, però, potrebbe prevalere la frenesia nello sviluppo della manovra della Roma. Questo scenario favorirebbe la tattica di Eusebio Di Francesco, che conosce bene la piazza capitolina e probabilmente avrà preparato qualche trappola tattica a Mourinho. Il Frosinone potrebbe dunque racchiudersi nella propria metà campo e sfruttare le proprie caratteristiche nelle ripartenze.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato