salernitana-atalanta

Salernitana-Atalanta: lotta tra salvezza ed Europa, infortuni e diffide condizionano gli allenatori

Dopo i sorprendenti pareggi contro Napoli e Fiorentina, la Salernitana di Paulo Sousa ha avuto una sorta di defaillance che l’ha portata, la scorsa giornata di campionato, a perdere contro l’Empoli. Sua diretta avversaria in zona retrocessione. Pertanto, pur essendo a +8 dal terzultimo posto, i campani sono alla ricerca di punti per allontanarsi ulteriormente dalla zona calda della classifica.

Pure l’Atalanta proviene dalla pesante sconfitta per 2-0 contro la Juventus che le ha probabilmente precluso l’accesso alla prossima Champions League. Pertanto, ora la squadra di Gasperini si trova al sesto posto in classifica a 58 che ad oggi le garantirebbero la partecipazione all’Europa League. Tuttavia, al momento, la Dea si trova a dover fare i conti con un’infermeria piuttosto affollata ed una formazione titolare da dover ripensare quasi totalmente.

Salernitana-Atalanta: le informazioni utili

  • Dove e quando si gioca:

Il match, valevole per la 35a giornata di SerieA, è in programma Sabato 13 maggio 2023 presso lo Stadio Arechi di Salerno.

  • Dove vedere la partita:

La partita verrà trasmessa in esclusiva su DAZN, visibile anche in streaming attraverso le relative applicazioni.

  • L’arbitro di Salernitana-Atalanta:

L’arbitro del match sarà Marco Piccinini, coadiuvato da Gamal Mokhtar e Domenico Palermo con 4° uomo Giacomo Camplone. Al Var ci saranno Luigi Nasca e Simone Sozza.

Le probabili formazioni di Salernitana-Atalanta

Dopo la sconfitta contro l’Empoli, la Salernitana è alla ricerca tanto dei punti quanto di una prestazione di altro livello. Per farlo, Sousa si affiderà al terzetto difensivo Gyomber-Pirola-Daniliuc. Lo slovacco scenderà in campo dal primo minuto nonostante non sia al top. Tuttavia, l’allenatore dei campani si trova a dover far fronte ad un’ulteriore criticità: i tre difensori che partiranno titolari sono tutti diffidati, quindi sarà necessario giocare una partita oculata per non saltare il big match contro la Roma.

A centrocampo, Sousa punterà su Vilhena che per il momento pare aver vinto il ballottaggio con Nicolussi Caviglia e ad affiancare Coulibaly ci sarà probabilmente Bohinen. Sulle fasce verrà dato spazio a Mazzocchi e Bradaric mentre la trequarti sarà affidata a Kastanos e Candreva, a supporto di Dia.

Sousa si trova anche a dover rinunciare a Fazio, Crnjgoi e Valencia per infortunio. Partiranno invece dalla panchina Piatek e Maggiore che non sono al top. Scelta conservativa in vista della prossima giornata di campionato.

Altra la situazione per Gasperini. Il tecnico nerazzurro si ritrova con una squadra decimata dagli infortuni e alcuni dei convocati scenderanno in campo pur non al massimo della forma nel tentativo di portarsi a casa i tre punti. Esattamente sei le assenze per problemi fisici, ovvero Boga, Palomino, Lookman, Ruggeri, Hateboer e Vorlicky e una quella di Maehle per squalifica. Neppure Hojlund è al top perciò partirà dalla panchina.

Anche in questo caso si vedrà schierata la difesa a tre con Toloi, Djimsiti e Scalvini. Sulle fasce spazio a Zappacosta e Soppy, mentre in cabina di regia si confermano de Roon ed Ederson. Alle spalle di Zapata, la cui ritrovata capacità realizzativa rappresenta una certezza per l’Atalanta, verranno schierati Koopmeiners e Pasalic.

  • Salernitana (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc, Gyomber, Pirola; Mazzocchi, Coulibaly,Vilhena, Bradaric; Candreva, Kastanos; Dia
  • Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Djimsiti, Scalvini; Zappacosta, de Roon, Ederson, Soppy; Koopmeiners, Pasalic; Zapata

I precedenti di Salernitana-Atalanta

I precedenti tra Salernitana e Atalanta, comprensivi di Serie A , Serie B e Coppa Italia, ammontano complessivamente a 14. I bergamaschi, sin qui, non hanno mai perso una sfida contro i campani ed hanno conquistato 8 vittorie al netto di sette pareggi.

La sfida di andata del campionato in corso, terminato 8-2 a favore dei bergamaschi, ha rappresentato un record per entrambe le compagini. Da un lato l’Atalanta ha realizzato il maggior numero di reti in una partita nella loro storia nel massimo torneo, dall’altro per la Salernitana questa è stata la sfida in cui hanno subito il maggior numero di gol in un match di Serie A.

Statistiche a confronto: i numeri di Salernitana e Atalanta

Indubbio punto di forza dell’Atalanta è l’attacco. Il reparto offensivo della squadra di Gasperini ha messo a referto ben 56 gol, di cui 8 segnati nel match di andata contro la Salernitana. Tuttavia, dei tre principali marcatori uno, ovvero Lookman è fuori per infortunio mentre Hojlund partirà dalla panchina. Per essere convincenti a livello realizzativo, i bergamaschi dovranno puntare su Koopmeiners, autore sin qui di sette reti e su Zapata che sembra essere tornato il goleador di qualche tempo fa.

Dal punto di vista difensivo, l’Atalanta è riuscita a mantenere la propria porta inviolata per nove volte ed ha concesso agli avversari 41 gol in stagione. Esattamente due in più rispetto al Milan che si si trova a soli tre punti in più ed è ancora in corsa per un posto nella prossima Champions League.

Il pareggio contro la Fiorentina ma soprattutto contro il Napoli ha mostrato una solidità della Salernitana che ad inizio campionato non appariva realizzabile. In totale stato di grazia si trova Boulaye Dia che non solo ha segnato il gol del pareggio nel derby campano ma ha anche ritardato di una giornata la festa scudetto del Napoli. Inoltre, il senegalese è al momento terzo nella classifica marcatori con 15 gol all’attivo.

A penalizzare fortemente la Salernitana è sicuramente la difesa. I campani hanno sin qui subito 56 gol e mantenuto il clean sheet per sole sei volte in 34 partite di campionato.

Quale partita attendersi?

La partita di andata è sicuramente ancora una ferita aperta per la Salernitana, non solo per gli otto gol subiti ma soprattutto per il record negativo che rappresentano. I campani avranno dalla loro parte il fattore campo che per loro in stagione ha rappresentato un fortino nel qualche sono riusciti ad ottenere ben 21 dei 35 punti complessivi.

Paulo Sousa è inoltre consapevole di poter contare su Dia che si è dimostrato un giocatore quasi infallibile sotto rete perciò pericolo numero uno per l’Atalanta.

Gasperini dovrà motivare la squadra dato l’obiettivo Europa per il prossimo anno e la rosa falcidiata dagli infortuni non potrà essere una motivazione per non raccogliere punti. Inoltre i bergamaschi si devono risollevare dalla netta sconfitta casalinga contro la Juventus.

Pericolo numero uno dal punto di vista offensivo saranno Koopmeiners e Zapata. Il primo dovrà essere attenzionato in quanto ha finora segnato 7 gol ed ha più volte permesso alla Dea di svoltare sfide che sembravano compromesse. Il secondo ha ritrovato forma fisica e condizione mentale, dualismo che può certamente permettere ai bergamaschi di espugnare l’Arechi.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati