ranieri watford

Premier L., 15ª giornata: derby a Londra, Ranieri vs City, la prima di Ragnick con lo United

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Di nuovo in campo in Premier League, dopo il turno infrasettimanale.

La 15ª giornata ci consegna un tridente in vetta alla classifica che probabilmente durerà a lungo: la capolista Chelsea è attesa dal difficile derby in casa del West Ham, mentre il Manchester City secondo è di scena in casa del Watford di Ranieri. Match esterno anche per il terzo incomodo: il Liverpool di Klopp va nella tana dei lupi, i Wolves.

Se le prime tre della classe sono attese da altrettante trasferte, oltre agli hammers quarti, ecco che il Tottenham di Antonio Conte prova ad accorciare ospitando il Norwich. Trasferta in casa dell’Everton per l’Arsenal, mentre inizia l’era Ragnick sulla panchina del Manchester United. I diavoli rossi attendono il Crystal Palace.

Completano il quadro della 15ª giornata, Aston Villa – Leicester, Leeds – Brentford, Newcastle – Burnely e Southampton – Brighton. Vediamo cosa ci attende nel dettaglio di Premier League.

West Ham – Chelsea

Un derby che vale tanto.

Hammers quarti a quota 24 e staccati di 9 punti dai Blues al comando. Dunque ballano tre punti importanti in questo derby della capitale, con la formazione di Tuchel che sente il fiato sul collo di City e Liverpool. La miglior difesa del campionato, 6 reti al passivo per il Chelsea, contro i 25 gol segnati dal West Ham.

La squadra di Moyes però non vince da tre gare e ha messo assieme negli ultimi 270 minuti, appena un punto a fronte di due sconfitte. Lukaku e compagni sono invece reduci da tre vittorie e due pareggi negli ultimi 450 minuti.

Il Chelsea ha vinto entrambi i derby nella passata stagione, mentre l’ultimo successo degli Hammers risale all’1 luglio 2020, con la vittoria per 3-2. Il pari invece non esce dal 23 settembre 2018: 0-0.

Watford – Manchester City

Ranieri vs Guardiola.

Gara che sembra aver un esito scontato, almeno sulla carta, guardando al distacco in classifica: gli Hornets a quota 13 e Citizens secondi con 32 punti. de Bryune e compagni inseguono la quinta vittoria di fila, mentre i padroni di casa sentono il fiato sul collo della zona retrocessione, con 3 lunghezze di vantaggio e ben 4 Ko nelle ultime 5, a fronte di un solo successo.

La formazione di Ranieri ha incassato 26 reti in 14 giornate, solo il Newcastle ha fatto peggio con 30, mentre il City ha trovato la via del gol in 29 occasioni. Negli ultimi 10 incroci complessivi in Premier League ha sempre vinto la formazione di Guardiola, con 37 gol fatti e 4 subiti.

Nel 2007 l’ultimo pari per 1-1, con un successo dei calabroni che manca dagli anni 90.

Wolves – Liverpool

Kloop spera nel sorpasso.

I reds sono di scena in casa dei Wolves e non sarà certo un passeggiata. Ma rispetto alla trasferta dei Blues, per i reds c’è la grande occasione di riprendersi la vetta.

La squadra di Klopp si conferma una macchina da guerra con tre vittorie di fila, dove sono sempre arrivati 4 reti: Arsenal, Southampton e soprattutto Everton, tornando a vincere un derby in casa dei cugini a distanza di 5 anni dall’ultima volta.

Con 43 gol fatti e di gran lunga il miglior attacco in 14 giornate, i pensieri per i Wolves sono tanti. Attenzione però a sottovalutare i padroni di casa che hanno 21 punti, una sola sconfitta nelle ultime 5 gare e reduci da due pareggi. 12 gol fatti e 12 subiti, ci parlando di una squadra che segna poco, ma concede altrettanto poco a livello difensivo. Dodici al passivo come i reds.

Il Liverpool è imbattuto da 6 incroci con i Lupi, con altrettante vittorie e l’ultimo successo dei padroni di casa è del 2017, quando sbancarono Anfield 2-1. Il segno X non si manifesta dal 26 gennaio 2010: 0-0.

Manchester United – Crystal Palace

La prima gara dell’era Ragnick.

Il tecnico tedesco, presentato ufficialmente nella giornata di venerdì, inizia il suo percorso con il club di Old Trafford. Eredita da Carrick una formazione più in salute di quanto si possa pensare: promozione agli ottavi di Champions, pareggio in casa del Chelsea e successo per 3-2 sull’Arsenal nel turno infrasettimanale.

United che risale la china a quota 21 e con il digiuno da successi che è finito dopo tre gare. Il problema casomai resta sempre la difesa, con 24 reti al passivo, tante quante segnate dai Diavoli Rossi. Cristiano Ronaldo, grazie alla doppietta contro i gunners, è salito a 800 reti in carriera.

Il Palace di Vieira a sua volta ha 16 punti in classifica, ma la vittoria manca da 270 minuti. Eagles reduci da un pareggio e due sconfitte di fila, l’ultima maturata in pieno recupero e su calcio di rigore ad Elland Road contro il Leeds. Attenzione però ai londinesi che si esaltano con le grandi: battuti Tottenham e City, i rossoblu hanno fermato sul pari anche l’Arsenal.

Non solo, ma lo scorso anno il Palace vinse proprio nel Teatro dei sogni per 3-1 e obbligando allo 0-0 in quel di Londra lo United. L’ultimo successo del Manchester risale al 16 luglio 2020, quando finì 2-2.

Le altre gare

Vediamo quali sono gli altri 6 match che vanno a concludere il quadro della quindicesima giornata.

  • Tottenham – Norwich: Antonio Conte lancia la risalita degli Spurs e con lui in panchina un pari e due vittorie, oltre ad una gara da recuperare. Tottenham sesto con 22 punti, ma potenzialmente quarto se dovessi vincere il recupero a Burnley. Il Norwich ha 10 punti, man non perde da 4 gare, dove ha totalizzato 8 punti.
  • Everton – Arsenal: il turno infrasettimanale ha peggiorato la crisi dei Toffees che non vincono da 7 gare e sono a quota 15, con un solo punto negli ultimi 450 minuti e reduci da tre Ko di fila. I Gunners confermano di perdere gli scontri diretti con le altre big della Premier, ma sono sempre in corsa per un posto in Europa: 23 punti.
  • Aston Villa – Leicester: Match scoppiettante quello che ci attende a Villa Park. Padroni di casa che sono incappati nella terza sconfitta nelle ultime 5 gare e restano inchiodati a 16. Tre in più per le Foxes che sono imbattuti da 180 minuti, con 4 punti conquistati.
  • Southampton – Brighton: Una squadra abbonata ai pareggi. La truppa ospite è reduce da 4 segni X nelle ultime 4 giornate e veleggia a quota 19 punti. Saints staccati di 4 lunghezze, con la vittoria che manca da 270 minuti e appena un punto conquistato nelle ultime tre gare.
  • Leeds – Brentford: Un malato in via di guarigione. Questi sono i bianchi di casa guidati da Bielsa e con un solo Ko nelle ultime 5 gare, in cui hanno raccolto 8 dei 15 punti in classifica. Londinesi che invece hanno ottenuto appena 4 punti nelle ultime 5 gare, con 16 punti totali.
  • Newcastle – Burnley: i tre punti servono maledettamente ai Magpies ancora a secco di successi dopo 14 turni. Ultimo posto in classifica con 7 punti, rispetto ad un Burnley che ha 3 lunghezze in più, nonostante una gara da recuperare e imbattuto nelle ultime 5: 1 successo e 4 segni X,
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email