numeri serie a

Champions League: miracolo cercasi per il Diavolo, Inter assalto alla casa Blanca

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Ultima giornata della fase a gironi per la Champions League.

Milan e Inter sono attese da destini diverse, con premesse diverse alle rispettive sfide. La formazione di Pioli ha ancora qualche speranza per il passaggio del turno, ma deve prima battere il Liverpool e poi sperare in un passo falso del Porto contro l’Atletico Madrid.

La squadra di Simone Inzaghi invece è già sicura del passaggio agli ottavi, ma in casa del Real Madrid cerca il colpaccio per agguantare la prima posizione. E tra qualificarsi come prima e seconda, cambia tantissimo in ottica accoppiamento.

Nelle altre sfide, tutto appare già deciso, ma lo spettacolo non manca mai quando risuona l’inno della Champions League. Vediamo cosa ci attende.

Milan – Liverpool

Tutto o niente negli ultimi 90 minuti della fase a gironi. Il diavolo ospita i reds che sono già promossi a punteggio pieno. Rossoneri che hanno un solo risultato, lungo la strada che conduce agli ottavi: vincere. Ma da solo non basta, visto che per il momento è il Porto secondo con 5 punti, mentre il Milan ha 4 punti come l’Atletico Madrid.

Quindi fra Lusitani e Iberici serve una non vittoria dei padroni di casa. Pioli però perde anche Leao che va ad aggiungersi agli infortuni di Kjaer, Pellegri, Rebic, Calabria, Giroud e molti altri ancora. Emergenza totale in attacco per i meneghini, con il solo Ibra a disposizione: nel caso, potrebbero agire sulla linea delle punte, i vari Diaz, Maldini, Krunic e Messias.

Questo sarà il quarto incontro ufficiale tra Milan e Liverpool, tutti i tre precedenti sono stati disputati in Champions League: un successo per parte e un pareggio, arrivato nella finale del 2005 – match poi vinto dal Liverpool alla lotteria dei rigori.

I precedenti tre incontri tra Milan e Liverpool hanno visto un totale di 14 reti segnate (compresi i tempi supplementari), con entrambe le squadre che ne hanno realizzato sette gol a testa. I Reds hanno vinto 3-2 nella sfida della prima giornata di questa Champions League ad Anfield a settembre.

L’ultimo successo del Milan contro una squadra inglese in una competizione europea risale al febbraio 2012, quando vinse 4-0 contro l’Arsenal negli ottavi di finale di Champions League. I rossoneri non hanno infatti mai vinto nelle ultime sei sfide con squadre inglesi (1N, 5P).

Le squadre inglesi hanno vinto cinque delle ultime sei trasferte contro il Milan in competizioni europee (1P): l’Arsenal nel febbraio 2012 è stata l’unica a perdere nel periodo. Tutte queste partite si sono svolte negli ottavi di finale tra Champions League ed Europa League.

Il successo interno in Champions League per i meneghini manca da 8 anni: 2-0 al Celtic. Da quel momento 5 segni X e tre sconfitte. Il Liverpool ha vinto tutte le cinque partite in questa edizione della Champions League e potrebbe diventare la prima squadra inglese a registrare il 100% di successi in una singola fase a gironi nella competizione (compresa la seconda fase a gironi). I Reds non hanno mai vinto sei partite di fila nella loro storia tra Coppa dei Campioni/Champions League.

Real Madrid – Inter

Vincere per la prima piazza.

Nerazzurri in casa del Real con la certezza di aver abbattuto il tabù degli ottavi di finale, ma con il sogno di sorpassare gli uomini di Carletto Ancelotti. Una possibilità che si può concretizzare solo con un successo: pareggio e peggio ancora, la sconfitta condannerebbero gli uomini di Simone Inzaghi alla seconda piazza. Real primo con primo con 12 punti e Inter staccata di due lunghezze.

Il Real Madrid ha vinto tutte le ultime tre sfide contro l’Inter in Champions League, tutte a partire dall’inizio della scorsa stagione. Nei 18 confronti fino a questo momento, questa è la striscia più lunga di successi di fila del Real contro una squadra italiana nelle competizioni europee.

I nerazzurri hanno  vinto solo una delle ultime 11 partite contro avversari spagnoli nelle coppe europee (2-0 vs Getafe in Europa League nell’agosto 2020), con un pareggio e nove sconfitte, comprese tutte le ultime quattro.

Trasferta tabù per la truppa meneghina: il Real Madrid ha vinto sette delle otto sfide casalinghe contro l’Inter nelle competizioni europee (1P). Dalla sconfitta contro i nerazzurri nel 1967 in Coppa Campioni, ha ottenuto il successo nelle ultime cinque di fila segnando sempre almeno due gol (17 in totale).

L’ultima vittoria dell’Inter in trasferta contro un avversario spagnolo nelle coppe europee risale all’ottobre 2004, 5-1 contro il Valencia. Da allora, i nerazzurri non hanno trovato il successo nelle ultime sette sfide di questo tipo, raccogliendo sei sconfitte (1N) la più recente contro il Real Madrid nel novembre 2020.

Millesimo gol cercasi per i blancos. I 13 volte campioni hanno segnato 999 gol in 454 partite in Coppa Campioni/Champions League (preliminari esclusi). La media di 2.2 gol a partita è la più alta tra ogni squadra nelle due competizioni che ha disputato almeno 50 partite.

Attenti a quei due: La coppia d’attacco dell’Inter Edin Dzeko e Lautaro Martinez si è creata nove occasioni in questa Champions League – solo Bruno Fernandes e Cristiano Ronaldo del Manchester United (11) ne hanno prodotte di più.

Porto – Atletico Madrid

La qualificazione del Milan passa anche da questa gara. Il Porto se vince è promosso come secondo. Se pareggia deve sperare in una mancata vittoria rossonera, mentre se perde è fuori dai giochi. Dall’altra parte l’Atletico si qualifica solo con una vittoria e possibilmente larga nel risultato, per quanto concerne la differenza reti con il Milan (nel caso che i meneghini vincessero a loro volta).

Decimo incrocio tra Porto e Atlético Madrid in competizioni europee, con la squadra spagnola in vantaggio per tre vittorie a due (4N). Il Porto non ha vinto alcuna delle ultime tre sfide contro l’Atlético, perdendone due e pareggiando per 0-0 il match di andata di questa stagione.

Lusitani contro il talismano, visto che hanno  perso soltanto una delle precedenti quattro partite casalinghe contro l’Atlético Madrid (1V, 2N); tuttavia, questa sconfitta è arrivata proprio nell’ultimo confronto interno: 1-2, nell’ottobre 2013, in Champions League. Prima di questo KO, la squadra portoghese aveva tenuto la porta inviolata in ciascuno dei primi tre match casalinghi contro gli spagnoli.

Dopo aver perso entrambe le gare della Champions League 2009/10 contro il Porto, l’Atlético Madrid ha subito soltanto una sconfitta nelle ultime cinque partite contro squadre portoghesi nella competizione (3V, 1N): quella contro il Benfica, nel settembre 2015 (1-2).

Cinquina cercasi per il Dragone: padroni di casa che vanno a a caccia della quinta qualificazione alla fase a eliminazione diretta della Champions League nelle ultime cinque partecipazioni al torneo (2016-17, 2017-18, 2018-19 e 2020-21). L’ultima volta in cui I portoghesi non ce l’hanno fata risale al 2015-16, sotto la gestione di Julen Lopetegui.

Da quando Diego Simeone è alla guida del club, gli spagnoli hanno fallito la qualificazione alla fase a eliminazione diretta soltanto una volta nelle precedenti otto stagioni (2017-18).

L’Atlético Madrid non ha trovato il gol in alcuna delle ultime due partite di Champions League (0-2 contro il Liverpool e 0-1 contro il Milan), e non ha mai infilato una serie di tre match consecutivi senza andare a bersaglio nella fase a gironi della competizione, con Diego Simeone in panchina. L’ultima volta che è accaduto è stata nell’ottobre 2009 (quattro in quell caso) nelle gestioni Javier Aguirre-Abel Resino.

Le altre gare

Altre 5 partite completano il quadro del martedì e vediamo cosa ci attende sempre in Champions League.

  • PSG – C. Brugge: Il Paris Saint-Germain è imbattuto in tre precedenti incontri con il Club Brugge in Champions League (2V, 1N), inclusa una vittoria nell’unica occasione in cui ha ospitato la squadra belga (1-0 nel novembre 2019). Le due vittorie del Club Brugge contro avversari francesi in Coppa dei Campioni/Champions League sono state entrambe contro il Monaco, con i successi separati da 30 anni (1-0 nell’ottobre 1988 e 4-0 nel novembre 2018). Il Paris Saint-Germain ha perso solo uno dei 13 incontri con avversari del Belgio in competizioni europee (7V, 5N)
  • Lipsia – Manchester City: Il Lipsia ha perso il suo unico precedente con il Manchester City, subendo sei gol nella sconfitta per 6-3 all’Etihad Stadium a settembre. Quella rimane l’unica volta in cui ha subito più di cinque gol in una gara in una competizione europea. Il Manchester City è imbattuto da 14 partite contro avversarie tedesche in Champions League (13V, 1N).
  • Borussia D. – Besiktas: Il Borussia Dortmund ha un record del 100% di vittorie contro il Besiktas in competizioni europee, avendo vinto tutti e tre gli incontri finora: 1-0 in trasferta e 2-1 in casa nella Coppa delle Coppe 1989-90 e 2-1 in trasferta nella gara d’andata di questa Champions League.
  • Ajax – Sporting Lisbona: Ajax e Sporting CP si sono affrontati in tre precedenti occasioni in competizioni europee: dopo aver perso le prime due nella Coppa UEFA 1988/89, l’Ajax ha vinto 5-1 fuori casa all’inizio di questa Champions League.
  • Shakhtar Donetsk – Sheriff Tiraspol: Questo sarà il quarto incontro tra Shakhtar Donetsk e Sheriff Tiraspol in una competizione europea (incluse le qualificazioni); nei tre precedenti una vittoria a testa e un pareggio.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email