perkins brindisi

LBA: Brindisi e un successo che vale doppio

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Un successo che vale doppio, quello conquistato dalla Happy Casa Brindisi contro la Gevi Napoli nel recupero della quindicesima giornata della massima serie maschile di pallacanestro.

Vale doppio perché i pugliesi interrompono il trend negativo e soprattutto conquistano la qualificazione per la Final Eight di Coppa Italia che andrà in scena alla Vitifrigo Arena di Pesaro da mercoledì 16 a domenica 20 febbraio con una novità rispetto al passato: tra le due giornate dei quarti, in programma mercoledì 16 e giovedì 17, vi sarà una giornata di pausa venerdì per poi riprendere sabato 19 con le semifinali e domenica 20 con la finale.

Scontro diretto per la Coppa Italia

Contro i campani si è trattato di un vero e proprio scontro diretto, chiusosi sull’89-75 per i padroni di casa, il cui esito ha anche estromesso la squadra di Pino Sacripanti dalle prime otto in classifica.

Un vero peccato per la matricola, out da un quadro che si è così completato con la qualificazione per il torneo marchigiano di A|X Armani Exchange Milano, Virtus Segafredo Bologna, Allianz Pallacanestro Trieste, Dolomiti Energia Trentino, Bertram Derthona Tortona, Happy Casa Brindisi, Germani Brescia, Dinamo Banco di Sardegna Sassari. Unico accoppiamento già sicuro quello tra Olimpia e Dinamo.

Contro la squadra partenopea, che sta ben figurando in campionato ed è dotata di giocatori di grande esperienza tra cui Zerini (l’ex capitano biancoazzurro è stato accolto dai tanti applausi del pubblico brindisino), il coach dei pugliesi, Frank Vitucci, ha scelto di schierare in starting five Wes Clark ed è stato ripagato dalla buona prestazione dell’esterno americano visto anche a Cantù, quando i brianzoli erano nella massima serie.

Dopo un primo quarto equilibrato e chiuso in vantaggio dagli ospiti (17-20) la Happy Casa ha costruito la sua vittoria su un devastante secondo parziale. Un 27-7 in cui la difesa ha lavorato in maniera molto efficace, trascinata dall’onnipresente Chappell, e in attacco si è visto un convincente Nick Perkins (21 punti con 8/13 da due e 6 rimbalzi alla fine per lui). Al rientro dagli spogliatoi non c’è stata la reazione da parte di Napoli: sulle ali dell’entusiasmo Brindisi ha toccato il massimo vantaggio di +23 (55-42) al 25’ e ha poi retto quando gli ospiti hanno abbozzato un tentativo di rimonta. Sugli scudi anche Lucio Redivo, che con 15 punti in 14 minuti di gioco, ha dato un grande contributo. Domenica prossima Brindisi ospiterà i campioni d’Italia in carica della Virtus Bologna.

Brindisi ha vinto con merito ma noi non siamo in un momento brillante fisicamente per poter giocare questo tipo di partita. Abbiamo avuto tanti guai fisici, di qualsiasi genere. Dobbiamo rimanere compatti aspettando tempi migliori” ha detto Sacripanti.

Non stiamo facendo i disastri tanto acclamati nei giorni scorsi – le parole di un caustico Vitucci -. È vero che abbiamo fatto una serie di errori ma l’effetto Covid ha influito molto nelle ultime settimane. La squadra è sana ma non è in forma, era importante fare punti in una classifica così corta. Una vittoria e soddisfazione di metà campionato che dedichiamo al presidente, in sofferenza negli ultimi periodi ma con un grande sorriso al termine della partita“.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email