Jason Burnell

LBA 8º turno: Milano a Treviso per dimenticare l’Eurolega. C’è Virtus-Brindisi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Sta per cominciare il turno numero 8 della LBA, il massimo campionato nazionale di pallacanestro che riprende dopo la scorpacciata di coppe europee che ha visto le nostre squadre comportarsi in modo altalenante.

La doppia sconfitta di Milano che ha messo la squadra sull’orlo di una crisi tecnica e di nervi, ha portato il suo tecnico, Ettore Messina a rilasciare alcune dichiarazioni atte al fine di dare uno shock all’intero ambiente meneghino, ma senza risultati, tanto che dopo la partita contro il Fenerbahce, il coach catanese ha parlato di “Eurolega compromessa”.

Partiamo con le nostre analisi proprio dal match di Milano, che parte per Treviso per affrontare un’altra squadra che non sta attraversando un periodo di firma smagliante.

Nutribullet Treviso-EA7 Milano

Tre sconfitte nelle ultime 4 giornate di campionato e penultimo posto in classifica con due soli successi, seppur prestigiosi, quelli incassati contro Sassari e Brescia. Questo il ruolino di marcia della Nutribullet Treviso, penultima nella classifica generale di LBA.

La squadra di Marcelo Nicola non ha cominciato benissimo la sua stagione, ma vi sono alcuni dati da analizzare per provare a dare una raddrizzata a questo scorcio finale del 2022, che vede la Nutribullet figurare nel fondo della graduatoria di parecchie voci statistiche.

Quella più preoccupante tra tutte è la difficoltà dei trevigiani a trovare la via del canestro, visti i 76 punti scarsi di media segnati a partita, 15ª del lotto delle partecipanti.

Adesso al PalaVerde di Villorba arriva l’Olimpia che, pur deludente in Eurolega, sta dimostrando in campionato di tenere alta la concentrazione e che, oltretutto, difende quasi sempre piuttosto bene, alla luce dei 72,6 punti subiti per partita, terza miglior difesa del campionato dopo Virtus e Tortona.

Oltre alle assenze ormai conclamate di gente come Baron, Shields, Datome e Tonut, deve fare fronte al nuovo infortunio al ginocchio rimediato da Kevin Pangos nella partita contro il Fenerbahce di giovedì sera al Forum.

Adesso, oltre all’infermeria ormai strapiena, Messina deve fare i conti anche con l’oggetto misterioso Brandon Davies, escluso dalla partita di Coppa per scelta tecnica.

Virtus Segafredo Bologna-Happy Casa Brindisi

Sta decisamente meglio la Segafredo di Bologna, anche se nel momento in cui andiamo online, non siamo ancora a conoscenza del risultato della partita di Eurolega contro i campioni dell’Efes Anadolu.

La Virtus ha perso ad Atene una partita per il rotto della cuffia, manifestando ancora una volta un grande carattere che va al di là del valore oggettivo del roster.

Il supplementare fatale contro il Panathinaikos è un episodio che deve servire agli uomini di Scariolo per prendere coscienza delle proprie capacità e la marcia spedita in campionato, sette vittorie su sette, sta lì a dimostrarlo.

Alla Segafredo Arena domenica pomeriggio sarà di scena la Happy Casa di Brindisi, uscita clamorosamente sconfitta dal match della settimana scorsa contro Pesaro, una partita che ha messo in agitazione staff tecnico, dirigenza e tifosi, più per il divario di fine partita, poco meno di 30 punti inflitti dalla Vuelle Pesaro, che per il passo falso stesso.

Vitucci si è scusato con il proprio pubblico e il match successivo di Europe Cup contro il Groningen ha rimesso parzialmente le cose a posto per i pugliesi, vittoriosi 81-57.

Dovrebbe essere una partita che si deciderà alla luce del comportamento delle difese, visto che quella di Bologna è la migliore del campo, mentre quella di Brindisi ha bisogno di una piccolo cambio di direzione, per via degli 87,4 punti subiti per partita, anche se il dato è leggermente influenzato dai 102 punti incassati contro Pesaro al sesto turno.

Umana Reyer Venezia-Dolomiti Energia Trentino

Scontro interessante e delicato, invece, quello che vedrà di fronte al Taliercio nella serata di sabato, due formazioni che occupano il quinto posto in classifica, Venezia e Trento, al termine del quale capiremo chi riuscirà a non perdere contatto dalle prime della classe.

La Reyer è reduce dalla sconfitta all’ultimo respiro contro Varese di una settimana fa, peraltro prontamente vendicata dalla vittoria in Eurocup contro i lituani del Lietkabelis, sconfitti 74-71.

Trento ha invece assaggiato le forze della Virtus di Bologna, vittoriosa la settimana scorsa al BLM Group Arena, dopo un primo tempo sfavillante gestito con qualche difficoltà nella seconda frazione di gioco.

Meno fortunata l’uscita in Coppa della Dolomiti, sconfitta dalla Turk Telekom, squadrone turco che veleggia in testa alla Super Lig, costruito con il non velato obiettivo di portare a casa la Coppa per poi aspirare a qualcosa di più importante.

De Raffaele proverà ad affidarsi ai suoi tiratori oltre l’arco che questa stagione stanno dando grandi soddisfazioni. Le Reyer tira con una percentuale vicina al 40%, seconda delle 16 partecipanti al campionato, mentre la Dolomiti proverà a contestare tali tiri per fare, come di consueto, la voce grossa al rimbalzo , dove capeggia questa speciale classifica con ben 41,3 rimbalzi catturati a partita.

Il programma completo dell’ottava giornata di LBA

  • 26.11 H.20,00 Venezia-Trento
  • 26.11 H.20,30 Trieste-Brescia
  • 27.11 H.16,00 Tortona-Napoli
  • 27.11 H.17,00 Treviso-Olimpia
  • 27.11 H.18,10 Bologna-Brindisi
  • 27.11 H.18,30 Pesaro-Sassari
  • 27.11 H.19,00 Scafati-Reggiana
  • 27.11 H.20,00 Verona-Varese
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email