Hockey ghiaccio

Asiago, batosta sul ghiaccio prima della Continental Cup

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La Migross Asiago è uscita sconfitta dal ghiaccio dell’Odegar nell’ultimo impegno pre-Continental Cup. Da venerdì, infatti, i Leoni saranno impegnati nella tre giorni dedicata alla competizione della IIHF contro lo Jesenice, il Buz Adam Istanbul e il Vojvodina Novi Sad.

La squadra veneta, impegnata nella ICE Hockey League 2022-2023, non ha avuto scampo contro l’EC KAC, cedendo alla munita compagine austriaca con il risultato di 4 a 1 al termine dei sessanta minuti di gioco: non il migliore biglietto da visita da esibire alle prossime avversarie.

Barrasso deve fare i conti con diverse defezioni, dovendo rinunciare a Vallati e Parini per indisposizione, a Marchetti per un problema fisico, a Magnabosco per squalifica, oltre al solito Mascherin.

Già dal primo tempo si capisce che sarà una serata molto dura: la frazione, infatti, si apre nei peggiori dei modi per la Migross Asiago che dopo 32 secondi subisce gol su un contropiede del Klagenfurt che insacca con Koch al primo tiro. Due minuti più tardi e i Giallorossi devono difendersi con un uomo in meno ma il penalty killing lavora bene e neutralizza l’attacco austriaco. Al 5’ una brutta carica di Kraus permette all’Asiago di giocare in powerplay. I Leoni si rendono subito pericolosi con Saracino che però non riesce a trasformare in gol un gran passaggio di Misley. L’Asiago fatica a riprendersi e il Klagenfurt allora ne approfitta per metterlo sotto pressione e poi allungare nel punteggio all’11’ con Lessio, bravo nel battere Vallini dopo un ingaggio nel terzo d’attacco. La pressione austriaca è asfissiante e soltanto Vallini, monumentale in un paio di occasioni, consente all’Asiago di rimanere in partita.

Nella frazione centrale l’Asiago parte decisamente meglio e nei primi minuti impensierisce il Klagenfurt, ma al primo ribaltamento di fronte gli ospiti vanno in rete con Lessio che mette alle spalle di Vallini un bel passaggio di Ticar. L’Asiago all’8’ può giocare in powerplay ma, imbrigliato dagli attenti rivali, non costruisce grandi azioni da reti. Al 12’ il Klagenfurt va in rete per la quarta volta con Petersen, che servito davanti porta da Unterweger fredda Vallini. Negli ultimi cinque minuti della frazione i giallorossi ricevono due penalità che li costringono a chiudere il periodo con l’uomo in meno, ma nonostante l’inferiorità numerica collezionano due buone occasioni con Saracino: in entrambe le occasioni, però, Dahm fa buona guardia e le neutralizza.

Nel terzo periodo i giallorossi entrano con determinazione per cercare di salvare almeno l’onore ma devono fare ancora i conti con un Klagenfurt molto quadrato e concreto. Dopo quattro minuti l’Asiago può giocare in powerplay, ma anche in questa occasione lo special team non riesce ad andare a segno. Il Klagenfurt poi riprende in mano il pallino del gioco e in diverse occasioni mette alle strette l’Asiago che si affida a Vallini per mantenere inalterato lo score. A quattro minuti dal termine Salinitri riesce a scappare sulla sinistra e a concludere, Dahm para ma non controlla il disco, così lo stesso Salinitri riesce a recuperare il disco e a metterlo in porta, rendendo un po’ meno amara la sconfitta con il classico gol della bandiera.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email