analisi juve malmo

Martedì di Champions: Juve a Londra per blindare il primo posto, Atalanta servono tre punti

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Torna anche la Champions League dopo la sosta per le nazionali.

Quinta giornata della fase a gironi e per le gare del martedì, sono due le italiane in campo. La Juventus già qualificata è attesa sul terreno del Chelsea che insegue al secondo posto. Per i bianconeri diventa fondamentale non perdere per mantenere il primato nel girone.

L’Atalanta invece è di scena a Berna contro lo Young Boys per una gara in cui non può fallire. La formazione di Gasperini è terza con 5 punti, a meno due dalla coppia di testa. Un ko potrebbe anche valere una sorta di eliminazione anticipata.

Nelle altre 6 gare del martedì, il Barcellona prova ad allungare contro il Benfica, mentre il Bayern già promosso gioca a Kiev. Prima gara dello United senza Ole Gunnar Solskjær sulla panchina e con Carrick in veste di traghettatore in casa del Villarreal. Completano il quadro Lilla-Salisburgo, Siviglia-Wolfsburg e Malmo – Zenit.

Vediamo cosa ci attende in Champions League.

Chelsea – Juventus

La Juventus non va certo in gita a Londra.

Pur sicuri della qualificazione agli ottavi di finale, con 4 vittorie su 4, i bianconeri provano a difendere il primato dalla rincorsa dei campioni in carica. I Blues inseguono con 9 punti e in caso di successo aggancerebbero i rivali al comando, con gli ultimi 90 minuti decisivi per l’assegnazione delle prime due piazze.

Incroci che fanno ben sperare la truppa di Allegri: le ultime 10 partite del Chelsea contro avversarie italiane in Champions League hanno visto i Blues registrare una sola vittoria (3N, 6P), 4-1 sul Napoli nel marzo 2012. Gli inglesi non sono riusciti a tenere la porta inviolata in alcuna delle 10 partite in questo parziale, subendo 21 gol in totale.

Non solo ma la Juventus ha vinto gli ultimi due precedenti contro i londinesi:  (3-0 nel 2012 e 1-0 in questa stagione) e potrebbe diventare la prima squadra a registrare tre vittorie consecutive contro il Chelsea in Champions League.

La Vecchia Signora  ha vinto tutte le ultime tre trasferte contro avversari inglesi in Champions League, battendo Manchester City nel 2015 e Tottenham e Manchester United nel 2018. Se vincesse questa partita, diventerebbe la prima squadra a trovare il successo in quattro gare esterne contro avversarie inglesi in Coppa dei Campioni/Champions League.

Bianconeri a caccia di un nuovo record: la Juventus ha vinto tutte le ultime cinque partite di Champions League, la striscia aperta più lunga nella competizione, insieme al Bayern Monaco. Una vittoria in questa partita vedrebbe gli uomini di Allegri a stabilire il suo nuovo record di vittorie consecutive (sei) in Coppa dei Campioni/Champions League.

Young Boys – Atalanta

Trasferta da dentro o fuori.

Atalanta di scena in casa dello Young Boys e in quel di Berna passa il treno decisivo per la qualificazione agli ottavi. I nerazzurri sono terzi con 5 punti, con Villarreal e Manchester United al comando con 7 punti. Considerando che le due prime della classe si scontrano in contemporanea, diventa decisivo per la Dea vincere. Un pareggio o peggio ancora una sconfitta suonerebbero come una mezza condanna.

La banda di Gasperini ha vinto fino a questo momento un solo match in Champions e proprio contro i gialloneri. Young Boys a quota 3 e ultima piazza nel girone F, con tre sconfitte di fila, dopo il successo all’esordio in casa contro lo United. La sfida contro i bergamaschi diventa decisiva anche in ottica terzo posto.

L’Atalanta potrebbe vincere più di una gara contro un singolo avversario in una edizione di Champions League solo per la seconda volta, dopo averlo fatto nel 2019-20 con due successi sul Valencia, in entrambe le gare degli ottavi di finale.

Italiane tabù per la formazione elvetica: Dopo aver vinto le prime tre partite contro avversarie italiane in competizioni europee, tutte in Europa League tra il 2012 e il 2014, lo Young Boys ha perso cinque delle ultime sei sfide contro avversarie dello Stivale (1V), incluse tutte le ultime tre.

C’è un problema trasferta per Zapata e soci. Da quando ha vinto tre trasferte consecutive in Champions League senza subire gol tra ottobre e dicembre 2020 (4-0 v Midtjylland, 2-0 v Liverpool e 1-0 v Ajax), l’Atalanta non è riuscita a vincere nessuna delle sue ultime tre gare fuori casa nella competizione (1N, 2P), subendo otto gol nel parziale.

Nerazzurri abbonati al gol in campo europeo, visto che dall’inizio della stagione 2019-20, l’Atalanta non è riuscita a segnare solo in tre delle 21 partite giocate in Champions League. Ha trovato il gol nell’86% delle partite nella competizione; la quinta percentuale più alta tra le squadre che hanno giocato più di 20 gare nel periodo, dopo Bayern Monaco (100%), Juventus (90%), PSG (89%) e Manchester City (88%).

Barcellona – Benfica

Debutto europeo per Xavi.

Il neo tecnico blaugrana, dopo il successo nella prima storica in Liga nella stracittadina con l’Espanyol (1-0), fa la sua prima apparizione anche in Champions League: diventa il quinto a giocare e allenare il club nella competizione, dopo Pep Guardiola, Luis Enrique, Ronald Koeman e Sergi Barjuán. Xavi ha collezionato 151 presenze con il Barcellona in Champions League, record per un giocatore con una singola squadra nella storia della competizione.

Occasione d’oro per il Barcellona per chiudere i conti, visto che riceve il Benfica. Catalani secondi con 6 punti e lusitani terzi con 4 punti. Il terzo successo di fila per Piqué e compagni varrebbe la matematica promozione agli ottavi.

Precedenti tutti dalla parte dei padroni di casa, considerando che il Barcellona ha perso solo una delle cinque partite di Champions League contro il Benfica (2V, 2N), sconfitta arrivata tuttavia nella gara d’andata (3-0 all’Estádio da Luz). Di conseguenza Camp Nou tabù per i lusitani che non hanno mai vinto in casa dei rivali: una sconfitta e due pareggi.

Il Benfica ha battuto il Barcellona 3-0 alla 2ª giornata di questa Champions League, solo due squadre hanno vinto in casa e fuori contro il Barça nella fase a gironi in una singola edizione: la Dinamo Kiev nel 1997-98 (3-0 in casa, 4-0 in trasferta) e il Bayern Monaco nel 1998-99 (1-0 in casa, 2-1 in trasferta).

Gli spagnoli potrebbero tenere la porta inviolata per tre gare di fila nella competizione per la prima volta da maggio 2019. Sull’altro fronte invece, dopo aver tenuto la porta inviolata nelle prime due partite di questa Champions League, il Benfica ha incassato nove gol in due partite contro il Bayern Monaco: nessuna squadra ha subito di più tra la 3ª e la 4ª giornata (nove anche il Club Brugge).

Le altre gare

Completano il quadro delle gare del martedì in Champions League, altri 5 match. Vediamo nel dettaglio.

  • Villarreal – Manchester United: Questa sarà la sesta partita di Champions League del Villarreal contro il Manchester United, l’avversaria più affrontata dagli spagnoli nella competizione. I Sottomarini Gialli non hanno vinto alcuno dei cinque incontri precedenti (4N, 1P). Il Manchester United non è riuscito a tenere la porta inviolata in questa Champions League, incassando finora sette gol nelle quattro partite giocate. È il record negativo di gol subiti a questo punto di una stagione di Champions League dal 1998-99 (sette), anche se in quella occasione ha vinto il trofeo.
  • Dinamo Kiev – Bayern Monaco: La Dinamo Kiev ha perso cinque delle sette partite di Champions League contro il Bayern Monaco (1V, 1N), solo contro il Barcellona ha trovato più sconfitte nella competizione (sei). Il Bayern Monaco non ha vinto alcuna delle ultime tre trasferte di Champions League in Ucraina (2N, 1P), pareggiando 0-0 con lo Shakhtar Donetsk nell’ultima gara a febbraio 2015. L’ultima trasferta contro la Dinamo Kiev è terminata con una sconfitta 2-0 nel marzo 2000, sotto Ottmar Hitzfeld.
  • Siviglia – Wolfsburg: Siviglia e Wolfsburg hanno pareggiato 1-1 nella seconda giornata della fase a gironi di questa Champions League; in quello che è stato il loro unico precedente in tutte le competizioni europee. Il Siviglia è a secco di vittorie contro squadre tedesche in competizioni europee da sette partite (3N, 4P).
  • Lilla – Salisburgo: L’unico precedente tra queste due squadre si è concluso con una vittoria per 2-1 del Salisburgo, con due rigori di Karim Adeyemi che hanno regalato alla squadra austriaca il successo alla 2ª giornata di questa stagione.
  • Malmo – Zenit: Lo Zenit San Pietroburgo ha vinto 4-0 l’unico precedente contro il Malmö (2ª giornata di questa stagione), la sua vittoria più ampia in una partita in Coppa dei Campioni/Champions League, oltre ad essere l’unica negli ultimi 11 match complessivi. Per gli svedesi, due gare contro club russi ed entrambi sempre persi.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email