Ottava di Liga: Barcellona e Real in vetta, ma Getafe e Celta sono brutti clienti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La giornata numero 8 della Liga spagnola, porta con sè un paio di scontri piuttosto interessanti che ci diranno finalmente quali delle inseguitrici del Real Madrid riusciranno a rimanere in scia dei Blancos da qui alla fine del torneo.

Analizziamo alcune di queste partite, cominciando dall’anticipo di venerdì sera, alle 21,00, quando andrà di scena Osasuna-Valencia.

Osasuna-Valencia

Due squadre che hanno cominciato in maniera tutto sommato positiva, si affrontano all’Estadio El Sadar di Pamplona per dare vita ad un anticipo che promette spettacolo.

L’andamento altalenante dell’ultima parte della stagione, ha visto i padroni di casa dell’Osasuna, vincere due delle ultime quattro partite, ma con le ultime due uscite che fotografano la discontinuità della squadra allenata da Jagoba Arrasate, vista la sconfitta casalinga contro il Getafe nella partita prima della pausa per le nazionali e il prezioso pareggio esterno di Madrid con la capolista Real.

Gli ospiti del Valencia hanno invece perso solo una delle ultime 4 partite in Liga, quella in casa del Rayo. Per il resto due vittorie, con Getafe e Celta di Vigo e un pareggio, con l’Espanyol nell’ultimo turno.

Un occhio di riguardo dovrà essere posto su Ante Budimir, che ha il suo record di segnature in Liga proprio contro il Valencia, tre, al pari di Celta e Cadice. Dall’altra parte vi è da seguire Eray Cömert, autore del gol del pareggio decisivo contro l’Espanyol, al quale abbiamo appena accennato nel paragrafo precedente.

Il giocatore svizzero è il quarto del suo Paese ad aver segnato nel massimo campionato spagnolo, dopo Fabio Celestini (due), Haris Seferovic (uno) e Fabian Schär (due).

Getafe-Real Madrid

Tanto tuonò che piovve. In tanti, in terra spagnola, stavano aspettando il primo passo falso del Real Madrid, che per le prime 6 giornate non aveva lasciato nemmeno le briciole alle proprie avversarie, inanellando una striscia di altrettante vittorie consecutive.

L’Osasuna è stato capace di fermare i blancos nel turno precedente, imbrigliando l’undici di Ancelotti con uno 0-0 al termine di una partita che di reti bianche aveva ben poco.

Adesso Benzema e compagni affrontano l’insidiosa trasferta di Getafe, dove Quique Sánchez Flores dovrà inventarsi qualcosa di particolare per mettere in difficoltà il suo omologo italiano.

Nell’anno solare è proprio Karim Benzema ad avere segnato il maggior numero di reti lontano dal Bernabeu, ben 9 e diventa così il pericolo pubblico numero 1 per il Getafe.

Damiàn Suarez ha invece ritrovato la via del gol contro il Valladolid dopo qualcosa come 57 gare in Liga, ma lo scontro con il Real Madrid è il meno atteso della stagione per lui, visto che in 16 partite giocate contro i madridisti, Suarez ha perso ben 13 volte.

Il Real Madrid non ha ottenuto il successo, ne segnato, nelle ultime due gare di campionato in casa del Getafe (1N, 1P) e potrebbe eguagliare la striscia più lunga di incontri senza vincere in trasferta contro Los Azulones nella competizione (tre, tra il 2005 e il 2006, 1N, 2P).

Barcellona-Celta Vigo

Dopo una rincorsa durata per tutta la prima parte di stagione, fin dal primo turno in campionato, il Barcellona di Xavi ha finalmente soddisfatto il desiderio di rimettersi in pari con i rivali storici del Real Madrid, il cui già descritto pareggio contro l’Osasuna, ha permesso ai catalani di agganciare la squadra di Ancelotti in testa alla classifica a quota 19 punti.

L’allenatore del Barça è uscito invece furioso dallo scontro di Champions contro l’Inter, dopo il KO per 1-0 di San Siro. Se la squadra ha avuto qualche contraccolpo dopo il match contro i nerazzurri, lo capiremo al termine della partita contro il Celta di Vigo, squadra rinvigorita dal successo contro il Betis, dopo le sconfitte di Valencia e Madrid sponda Atletico.

L’obiettivo del Celta in questa stagione doveva essere un campionato tranquillo con un occhiolino all’Europa che conta di meno, ma per ora siamo piuttosto lontani, con i soli 10 punti conquistati fino a questo momento, frutto di tre vittorie, un pareggio e tre sconfitte.

Il Barcellona ha vinto solo quattro degli ultimi 10 incontri con il Celta Vigo nella Liga (4N, 2P), ma potrebbe ottenere due successi consecutivi contro la squadra galiziana per la prima volta nella competizione da marzo 2014.

Lewandowski ha segnato nove gol nelle prime sette gare stagionali della Liga 2022/23 – l’attaccante potrebbe diventare il quinto giocatore a segnare 10 o più gol nelle prime otto partite di una singola stagione di massima serie spagnola nel XXI secolo dopo Cristiano Ronaldo (due volte), Lionel Messi (tre volte), Diego Costa e Radamel Falcao.

Il programma completo

  • 07.10 H.21,00 OSASUNA-VALENCIA
  • 08.10 H.14,00 ALMERIA-VALLECANO
  • 08.10 H.16,15 ATL. MADRID-GIRONA
  • 08.10 H.18,30 SIVIGLIA-ATHL. BILBAO
  • 08.10 H.21,00 GETAFE-REAL MADRID
  • 09.10 H.14,00 VALLADOLID-BETIS
  • 09.10 H.16,15 CADICE-ESPANYOL
  • 09.10 H.18,30 REAL SOCIEDAD-VILLARREAL
  • 09.10 H.21,00 BARCELLONA-CELTA VIGO
  • 10.10 H.21,00 ELCHE-MAIORCA
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email