la giornata di ligue 1

Ligue 1: Marsiglia e PSG in lotta con l’incognita sudamericani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Dopo la pausa per le nazionali la Ligue 1 torna in campo per la 9ª giornata. Il PSG guida sempre la classifica a quota 22 punti, tallonato dal Marsiglia a 20. Entrambe le squadre devono però fare i conti con la condizione delle loro stelle sudamericane, tornate dagli impegni oltre mare dopo lunghi viaggi intercontinentali.

Alle loro spalle Lorient e Lens, con rispettivamente 19 e 18 punti, sono chiamate a sfide importanti: per approfittare di eventuali scivoloni delle prime serviranno delle piccole imprese.

Angers-Marsiglia (venerdì 30 settembre 2022 – ore 21:00)

In caso di vittoria in casa dell’Angers il Marsiglia potrebbe godersi il primo posto in classifica per almeno una giornata, in attesa di PSG-Nizza.

I padroni di casa peraltro hanno vinto solo una volta nelle ultime 13 sfide di campioanto contro il Marsiglia, nel dicembre 2020 per 2-1, ma sono in un buon momento, reduci da due vittorie consecutive contro Montpellier e Nizza.

Il problema principale dell’Angers risiede nella fase difensiva: sono ben 18 i gol subiti, a fronte di un dato di Expected Goals di 12,02 xG contro: quasi 6 gol subiti in più rispetto a quanto i dati avrebbero giustificato. Si tratta del dato peggiore del campionato, mentre il Marsiglia fa registrare quello migliore: 5 gol a fronte di 9,14 xG contro, ovvero più di 4 gol subiti in meno del previsto.

L’Angers avrà a disposizione suo capocannoniere Sofiane Boufal, la cui espulsione rimediata contro il Nizza per simulazione è stata revocata in seguito al ricorso, ma dovrà fare a meno di Lois Diony, che ha subito la rottura del legamento crociato in allenamento la scorsa settimana e per cui si parla di stagione finita. Recuperato invece Ibrahim Amadou per la mediana, mentre è in dubbio Ulrick Eneme-Ella per l’attacco.

Il Marsiglia, reduce dall’1-1 contro il Rennes, deve verificare le condizioni di Alexis Sanchez, di ritorno dalle partite giocate con il Cile in cui è anche andato a segno, ma il cileno sembra comunque in vantaggio sul venezuelano Luis Suarez. Assente Eric Bailly per problemi alla coscia e Nuno Tavares per squalifica (così come il tecnico Igor Tudor). Probabile l’inserimento di Gigot in difesa con l’avanzamento di Kolasinac in fascia sinistra, in alternativa, con il bosniaco sulla linea difensiva, sarebbe Kaboré ad essere adattato sulla fascia opposta. Ballottaggio trra Harit e Gerson sulla trequarti.

ANGERS (4-2-3-1): Fofana; Valery, Hountondji, Blazic, Doumbia; Mendy, Bentaleb; Ounahi, Hunou, Thioub; Sima.

MARSIGLIA (3-4-2-1): Lopez; Gigot, Mbemba, Balerdi; Clauss, Rongier, Veretout, Kolasinac; Guendozi, Gerson; Sanchez.

Paris Saint-Germain-Nizza (sabato 1 ottobre 2022 – ore 21:00)

Nella scorsa stagione il Nizza è stata l’unica squadra a non subire gol contro il PSG, ottenendo una vittoria e un pareggio, oltre che impattare per 0-0 anche negli ottavi di Coppa di Francia.

I nizzardi però non vincono a Parigi da 11 anni, e il PSG conta una striscia di imbattibilità lunga 17 partite, oltre al primato conquistato nell’ultimo turno di prima squadra della storia della Ligue 1 a raggiungere il +1000 nella differenza reti totale: 2958 gol fatti e 1957 subiti.

Si tratta della prima volta che Christophe Galtier affronterà il Nizza sulla panchina avversaria: è stato l’allenato con la media punti più alta nella storia della squadra (1,76 punti a partita), ma il suo successore Lucien Favre lo segue a ruota (1,67). Peraltro nelle 3 precedenti occasioni in cui i due allenatori si sono affrontati Favre ha sempre sconfitto Galtier.

Il Paris Saint-Germain deve ancora fare a meno di Renato Sanches, Timothée Pembelé e Presnel Kimpembe, e deve verificare le condizioni in cui torneranno Lionel Messi e Neymar Jr, entrambi autori di splendide doppiette nelle ultime gare con le rispettive nazionali ma reduci da voli intercontinentali. Recuperato invece l’azzurro Verratti dal fastidio che gli ha fatto saltare, come consueto, la nazionale, ma deve scontare un turno di squalifica: a centrocampo Vitinha e Fabian Ruiz. Se Sergio Ramos scenderà in campo, avrà la possibilità di eguagliare Juan Pablo Sorin come giocatore con più presenze consecutive il Ligue (21) senza mai perdere una partita.

Nel Nizza squalificato Todibo, dopo il cartellino rosso rimediato dopo un solo minuto di gioco nella partita persa contro l’Angers, al suo posto l’Under 21 azzurro Viti.

Ballottaggio in porta tra l’ex di turno Marcin Bulka e Kasper Schmeichel, che tutta Francia ha potuto vedere in forma smagliante nella vittoria di Nations League della Danimarca contro le Bleus.

A seconda della posizione di Laborde, schieramento che oscilla tra il 4-2-3-1 e il 4-4-2.

PSG (3-4-3): Donnarumma; Sergio Ramos, Marquinhos, Danilo Pereira; Hakimi, Vitinha, Fabian Ruiz, Nuno Mendes; Messi, Mbappé, Neymar.

NIZZA (4-4-2): Schmeichel; Lotomba, Viti, Dante, Bard; Pépé, Thuram, Lemina, Diop; Delort, Laborde.

Lorient-Lille (domenica 2 ottobre 2022 – ore 13:00)

La sorpresa della prima parte di stagione è rappresentata sicuramente dal Lorient, che occupa la terza posizione con 19 punti, dopo una striscia di 4 vittorie consecutive (il suo record è di 5, risalente al 2013).

Il Lille invece occupa la 6ª posizione in coabitazione con il Lione a quota 13, e sta alternando una sconfitta ad una vittoria da sei turni.

Si tratta delle due squadre più dipendenti da un singolo giocatore di tutto il campionato: il Lorient deve ben 7 punti ai 4 gol e 4 assist di Dango Ouattara, mentre Jonathan David ha portato lo stesso quantitativo di punti al Lille grazie a 5 gol e 2 assist.

Nel Lorient è in forte dubbio Adil Aouchiche per una forte contusione, mentre dovrebbero aver recuperato Igor Silva e Quentin Boisgard. Il 4-3-3 iniziale si può trasformare facilmente in 4-2-3-1 nel caso uno tra Le Fee o Ponceau alzi il baricentro dell’azione sulla trequarti.

Per il Lille dovrebbero tornare a disposizione Timothy Weah, Edon Zhegrova e Remy Cabella, ma difficilmente saranno in campo dall’inizio. Alle spalle di David il terzetto formato da Adam Ounas, Jonathan Bamba e Angel Gomes (con il quasi omonimo Andre Gomes sulla mediana). Ballottaggio in difesa tra Tiago Djalò e il giovanissimo (16 anni) Leny Yoro.

LORIENT (4-3-3): Mvogo; Kalulu, Talbi, Laporte, Le Goff; Le Fee, Abergel, Ponceau; Diarra, Moffi, Ouattara

LILLE (4-2-3-1): Chevalier; Diakité, Fonte, Djalò, Ismaily; And. Gomes, André; Ounas, Ang. Gomes, Bamba; David

Lens-Lione (domenica 2 ottobre 2022 – ore 20:45)

Al culmine di una striscia di 16 partite senza sconfitte (secondo solo al PSG), il Lens affronta il Lione, con cui ha vinto solo 3 delle ultime 25 partite di Ligue 1. Ma la squadra di Peter Bosz arriva in un momento molto delicato, dopo 3 sconfitte consecutive contro Lorient, Monaco e PSG. 

Il Lens deve fare a meno, oltre che del portiere Wuilker Farinez, di Jonathan Gradit, vittima di una frattura alla clavicola che deve così rinviare la presenza numero 100 in Ligue 1. Questo stesso traguardo però sarà raggiunto dal suo sostituto Massadio Haidara. In dubbio anche l’ala Wesley Said. In attacco tridente composto da Lois Openda, David Costa e Florian Sotoca (già 5 gol e 3 assist finora per lui).

Anche per il Lione si registra l’assenza di un portiere di riserva, Julian Pollersbeck, e di Jerome Boateng, per il quale oltre ad una forma fisica precaria si sommano le tensioni con la società, che starebbe cercando di piazzare il giocatore dallo stipendio altissimo altrove.

In attacco coppia Lacazette-Dembelé, con Toko Ekambi e Tetè sulle fasce. Paquetà e Faivre pronti dalla panchina.

LENS (3-4-3): Samba; Haidara, Danso, Medina; Cabot; Abdul Samed, Fofana, Frankowski; Costa, Openda, Sotoca

LIONE (4-4-2): Lopes; Gusto, Mendes, Lukeba, Tagliafico; Tetè, Caqueret, Tolisso, Toko Ekambi; Dembelé, Lacazette

Le altre partite:

  • Strasburgo-Rennes (sabato 1 ottobre 2022 – ore 17:00)
  • Ajaccio-Clermont (domenica 2 ottobre – ore 15:00)
  • Auxerre-Brest (domenica 2 ottobre – ore 15:00)
  • Tolosa-Montpellier (domenica 2 ottobre – ore 15:00)
  • Troyer-Reims (domenica 2 ottobre – ore 15:00)
  • Monaco-Nantes (domenica 2 ottobre – ore 17:05)
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email