giornata ligue1

La giornata di Ligue1: il PSG lancia già la fuga!

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Appena due giornate di Ligue1 e già il PSG è in fuga solitaria in vetta alla classifica (in attesa del recupero del Lione almeno), mentre Monaco e Marsiglia ancora stentano. Questa terza giornata sarà quindi un passaggio importante di questo inizio stagione, con i parigini impegnati in una sfida complicata in quel di Lilla e tutte le dirette inseguitrici a giocare un turno casalingo. Vediamo allora cosa ci aspetta in questo week end di Ligue1 che si attente particolarmente avvincente.

Lilla vs PSG

La partita di chiusura di giornata è anche quella probabilmente più attesa, con la sfida tra le vincenti degli ultimi due campionati, anche se il Lilla ha perso parecchi pezzi rispetto a quella miracolosa stagione.

Ciò nonostante i padroni di casa hanno cominciato abbastanza bene il campionato, con una bella vittoria all’esordio e un pareggio a Nantes che suona come due punti persi però.

Il PSG è la solita corazzata che gioca un campionato a parte, capace di segnare già 10 reti in due partite (il doppio di tutte le altre) e che ha sempre segnato almeno 3 gol in tutte le ultime cinque trasferte fatte.

  • Scontri diretti: negli ultimi venti scontri, soltanto due vittorie per il Lilla (poi 14 sconfitte e 4 pareggi), guarda caso proprio quelle in cui Galtier sedeva in panchina (ora però sarà dall’altra parte).
  • Curiosità: 250° presenza per il nostro Marco Verratti in Ligue1, ovvero il giocatore del campionato francese che ha effettuato più passaggi in assoluto (18865).
  • Occhio a: Jonathan David, che ha cominciato alla grande la stagione con 2 gol e 2 assist nei primi due match giocati.

Monaco vs Lens

Non un grande avvio di stagione per il Monaco, che dopo la vittoria all’esordio ha visto l’eliminazione nei preliminari di Champions a opera del PSV (fallendo di fatto il primo obiettivo di stagione), per poi fermarsi sul pareggio casalingo anche in campionato contro il Rennes (un mezzo suicidio con tanto di espulsione di Fofana dopo appena un quarto d’ora e un rigore sbagliato di Disasi a nella prima frazione di gioco).

Stessi punti (quattro) anche per il Lens, che però ha goduto di un calendario particolarmente agevole in questo avvio, ma ciò nonostante è riuscito a vincere di misura sul Brest alla prima, per poi non andare oltre lo zero a zero con i neo promossi dell’Ajaccio.

Il Monaco in casa ha perso soltanto una delle ultime 17 partite giocate (12 vittorie e 4 pareggi), ma di contro anche il Lens in trasferta è andato molto bene con solo 2 sconfitte in 10 partite in tutto il 2022 (5 vittorie e 3 pareggi).

  • Scontri diretti: sono ben 45 (su 102) le vittorie del Monaco sul Lens, che però nelle ultime stagioni ha invertito la tendenza uscendo imbattuta da tutte e quattro le ultime sfide (2 vittorie, tutte a Monaco, e 2 pareggi).
  • Curiosità: il Lens è la squadra ad aver conquistato più punti nel 2022 dopo aver subito il primo gol, ben 22 con 5 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.
  • Occhio a: Facundo Medina, che con il Lens è il difensore che ha effettuato più passaggi in avanti tra i cinque maggiori campionati europei (574 passaggi).

Marsiglia vs Nantes

Altra partita molto interessante, con il Marsiglia che deve riprendere subito il cammino dopo il (brutto) pareggio inatteso a Brest dell’ultima giornata.

Un problema per Tudor che sembrava aver spazzato via le critiche iniziali dopo il bell’esordio contro il Reims (4-1) e che dovrà confermarsi davanti al suo pubblico aumentando lo score di cinque vittorie su sei partite casalinghe in Ligue1.

Doppio pareggio in campionato invece per il Nantes, che in trasferta non vince dall’aprile scorso, unica vittoria in esterna di tutto il 2022 (su dieci disputate).

  • Scontri diretti: striscia di quattro partite senza sconfitte per il Marsiglia (3 vittorie e 1 pareggio), che però in precedenza ne aveva perse tre su quattro contro il Nantes.
  • Curiosità: delle 24 conclusioni effettuate dal Nantes in queste prime due giornate, ben 11 (il 46%) sono arrivate su calcio piazzato.
  • Occhio a: Dimitri Payet, che ha avuto il Nantes nel mirino nelle ultime quattro sfide con altrettanti gol segnati (anche se in precedenza non ne aveva segnato alcuno in undici sfide).

Le altre partite di giornata

  • Lione vs Troyes: otto sconfitte di fila per il Troyes contro il Lione, così come otto sono le vittorie dei padroni di casa davanti al proprio pubblico, tra cui le ultime cinque consecutive segnando una media di tre gol a partita. Avvio difficile per il Troyes che invece ha già subito 6 gol nelle due sconfitte di campionato e ha vinto solo una delle ultime 10 trasferte di Ligue1 (poi 6 sconfitte e 3 pareggi). Occhio a: Alexandre Lacazette, che ha timbrato il suo ritorno in Ligue1 subito con un gol e un assist.
  • Strasburgo vs Reims: non poteva iniziare peggio la stagione del Reims, con due pesanti sconfitte e ben 8 gol subiti (quattro per ogni giornata, un record negativo per la squadra a questo punto del campionato). Meglio lo Strasburgo che ha imposto il pareggio al Nizza e perso solo di misura contro il Monaco. Peggior possesso palla in assoluto per il Reims fin qua (41,6%) mentre lo Strasburgo è la squadra che ha effettuato più recupero offensivi in Ligue1 nel 2022 (220). Occhio a: Florian Balogun, a segno in tutte e due le prime partite del Reims.
  • Angers vs Brest: il Brest attende la vittoria da ormai cinque giornate di campionato (4 sconfitte e un pareggio), mentre per l’Angers sono tre partite in casa senza sconfitte (2 vittorie e 1 pareggio). Due squadre che amano fare cross verso il centro dell’area, ben 40 a testa fin qua (solo il Rennes ne ha fatti di più, 42) e non particolarmente fortunate nelle conclusioni, visto che in tutto il 2022 solo il PSG ha colpito più legni delle due squadre (16 i parigini, 10 l’Angers e 9 il Brest). Occhio a: Pierre Lees-Melou, che ha preso parte a quattro gol contro l’Angers in campionato (2 gol e 2 assist).
  • Clermont vs Nizza: considerate le rispettive ambizioni di stagione, meglio il Clermont in questo avvio, con la bella vittoria a Reims dopo la manita subita dal PSG in apertura di campionato. Ancora nessuna vittoria invece per il Nizza, che ha cominciato con un doppio 1-1 in Ligue1 e una sconfitta nell’andata di Conference League contro il Tel Aviv. Il Clermont però, è anche la squadra che ha perso più partite in casa nel 2022 (ben sette) oltre a quella con la peggiore difesa casalinga tra i cinque maggiori campionati europei (27 gol subiti). Occhio a: Amine Gouiri, che con il Nizza vive il suo digiuno dal gol più lungo in carriera, con 18 partite senza segnare.
  • Montpellier vs Auxerre: l’ultima sfida tra le due in Ligue1 è stata nel 2012, ovvero quando i padroni di casa vinsero il titolo di campioni di Francia mentre per gli ospiti fu l’anno della retrocessione. Tempi completamente diversi però ora, con le due squadre impegnate probabilmente entrambe nella lotta per non retrocedere. Occhio a: Savanier, che ha esordito con una doppietta in questa stagione.
  • Tolosa vs Lorient: per due squadre che dovevano soprattutto pensare a non invischiarsi nella lotta salvezza, l’inizio di stagione lascia ben sperare. Tolosa ancora imbattuto e tornato alla vittoria dopo 19 gare senza i tre punti, mentre il Lorient è partito con una vittoria esterna dopo aver raccolto solo due punti nelle ultime cinque. I padroni di casa hanno perso soltanto una delle 17 gare disputate dal gennaio scorso. Occhio a: Stijn Spiering, che ha già effettuato ben 22 recuperi di pallone in questa Ligue1 (più di qualsiasi altro giocatore).
  • Rennes vs Ajaccio: un punto a testa in queste prime due partite, ma se per i neo promossi dell’Ajaccio può essere un bilancio positivo (l’obiettivo è lottare per una miracolosa salvezza), per il Renns siamo lontani dalle ambizioni di stagione. Male la sconfitta casalinga all’esordio contro il Lorient, una seconda debacle interna non capita dal 1991 (anno della retrocessione). C’è però stata sicuramente anche un po’ di sfortuna per il Rennes, autore fin qua di 45 conclusioni, il miglior dato in assoluto, con però solo una rete all’attivo (il peggior rapporto di tutte invece). Occhio a: Martin Terrier, che di conclusioni in Ligue1 ne ha fatte già 13, senza però riuscire ancora a segnare (con la scorsa stagione diventano 26 i tiri senza reti per il giocatore).
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email