milan inter

Difensori da bonus al fantacalcio: certezze e sorprese low-cost

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Con la Serie A che sta per ricominciare, torna anche il nostro amato fantacalcio e le sue strategie soprattutto sui difensori in odor di bonus, che spesso possono far svoltare la stagione di un team.

I primi giorni di agosto sono gli ultimi che ci separano dallo start del nostro massimo campionato, e sono – in ottica fantacalcistica – giorni chiave, per andare a scovare profili non troppo noti (e quindi, realisticamente, meno costosi nelle aste) che però risultino efficaci fin da subito.

Oggi faremo una panoramica sui difensori, in quello che è forse il reparto chiave per vincere le leghe tra amici: perché un difensore da media voto elevata è utile per il modificatore, ma un difensore che porta bonus diventa veramente un obiettivo irrinunciabile per le strategie di inizio anno.

Difensori da bonus: i più cercati

Vi sono una serie di difensori, in Serie A, che hanno una naturale propensione offensiva e che – in termini di gol o assist – risultano particolarmente efficaci. E questa particolarità li rende molto appetibili al fantacalcio. Vediamoli.

  • Dumfries (Inter): Un totale di 32 presenze nella scorsa staigone, condito da 5 gol e 4 assist, hanno generato una fantamedia del 6,77 per il terzino dell’Inter. “Terzino” per modo di dire: l’olandese, in realtà, è più un tornante offensivo che diventa un attaccante aggiunto e la sua velocità diventa utilissima nel 3-5-2 di Inzaghi. Alle aste potrebbe essere uno tra i difensori più pagati.
  • Theo Hernandez (Milan): Il 24enne rossonero è uno dei terzini sinistri più forti che si siano mai visti in Serie A. Forse è dai tempi di Roberto Carlos che la nostra massima serie non vedeva un mancino del genere. Inafferrabile nella corsa, salta continuamente l’uomo, i 5 gol e 5 assist della scorsa annata sono un bottino addirittura migliorabile.
  • Bonucci (Juventus): il vecchio “Leo” è una certezza da anni al fantacalcio, sia in termini di fantamedia (6,78 nell’ultima stagione) che in termini di bonus. Il suo piede gentile, unito alla sua grande prestanza fisica nei corner, l’ha portato a siglare ben cinque reti. Dopo la partenza di Dybala, si giocherà i rigori con Vlahovic: i bonus, quindi, non dovrebbero mancare.
  • Skriniar (Inter): Resterà? Andrà via? Ciò che è certo è che ormai da qualche anno il difensore slovacco è una certezza anche al fantacalcio, con una serie di bonus pesanti sempre raggiunti di anno in anno. Anche lo scorso anno, 3 gol su 35 presenze, a testimonianza di una certa costanza nelle aree avversarie.
  • Biraghi (Fiorentina): L’esterno della Fiorentina ha vissuto, nella scorsa stagione, l’annata migliore in carriera, con 4 gol ed un assist. E questo grazie alla proverbiale precisione del suo mancino su punizione, unitamente a qualche chiamata dagli undici metri che anche quest’anno si potrebbe ripetere.

Difensori da bonus low-cost

È evidente come ogni asta abbia una storia a sé, e vi siano numerosissime variabili che vadano ad incidere sul prezzo finale di ogni singolo giocatore. Tuttavia questi, in molti casi, dovrebbero risultare un pizzico “low cost”.

  • Dimarco (Inter): Attenzione al terzino nerazzurro, che certo non parte titolare ma – quantomeno da subentrante – ne giocherà una gran parte. Il suo sinistro lo porta ad essere sempre molto vicino alla porta avversaria, dove scodella fior di punizioni e tenta più volte la conclusione. Il bottino di 2 reti e 3 assist della scorsa stagione, secondo noi, è destinato ad aumentare. E dovrebbe essere pagato poco, per via della sua titolarità incerta.
  • Singo (Torino): Lo scorso anno fu devastante, con 3 gol e 4 assist. La gestione Juric l’ha galvanizzato, portandolo più vicino alla porta avversaria. Non dovrebbe venire pagato come un top, se il prezzo non lievita è da prendere.
  • Bastoni (Spezia): Può un centrale difensivo venire spostato in mediana ed assumere compiti da mezz’ala? Certo, è il caso di Simone Bastoni. Tre gol e quattro assist per lui, e ci aspettiamo che rimanga un po’ “nascosto” nelle aste di quest’anno. Un difensore così prolifico è da valutare senza dubbio, anche se gioca in una squadra “minore”.
  • Di Lorenzo (Napoli): Non sappiamo se sarà esattamente un “low cost”, tuttavia il terzino del Napoli e della Nazionale potrebbe andare via ad un prezzo minore rispetto ai top player della Serie A. E sarebbe un errore, perchè l’ex Empoli è un mostro di continuità , con una fantamedia del 6,38 nella scorsa stagione registrata in 33 presenze, condita da 1 gol e 4 assist.
  • Dodò (Fiorentina): Beati coloro che faranno l’asta prima dell’inizio della Serie A. Dodò, infatti, è un terzino di spinta che ha fatto molti gol sia in Ucraina con lo Shaktar, che in Champions ed in Europa League con la stessa maglia. Darà tutto più nella fase offensiva in cerca di gol e assist, tralasciando forse la zona difensiva: attenzione, quindi, a chi lo prende pensando di fare un affare con il modificatore. La media voto potrebbe, alla lunga, risentirne.

Difensori scommessa al fantacalcio

Oltre ai già citati difensori da bonus, attenzione poi alle “scommesse” che per un motivo o per l’altro non ci sentiamo di introdurre tra le liste sopra menzionate.

Spinazzola, ad esempio, dovrà confermare di poter tornare ai livelli dell’Europeo 2021 e di aver ritrovato continuità fisica, dopo i tantissimi problemi avuti.

Lazzari è un terzino di spinta che dovrà ritagliarsi i propri ruoli offensivi nello scacchiere di Sarri.

Zappacosta spera di poter vivere una stagione positiva per sè e per l’Atalanta.

Attesa per il nuovo difensore del Napoli Kim (saprà sostituire Koulibaly anche in zona bonus?), così come per Bremer, che con Bonucci dovrebbe comporre un tandem molto buono per tutte le fantarose.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email