16 giornata liga

16ª giornata di Liga: Ancelotti contro la Real Sociedad per un match ricco di insidie

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

È in rampa di lancio la giornata numero 16 della Liga spagnola, che offre alcuni crocevia importanti in cima e nei bassifondi della classifica, col Real Madrid protagonista del primo strappo della stagione, che ha portato gli uomini di Carlo Ancelotti in testa alla graduatoria con 36 punti, a più 7 dall’Atletico di Simeone, seppur con una partita in più.

Il Barcellona, piuttosto attardato con 23 punti e lo stesso Atletico Madrid, hanno impegni meno gravosi della capolista, che se la vedrà con la Real Sociedad.

Da questo match comincia la nostra analisi del 16° turno.

Real Sociedad-Real Madrid

Il positivo cammino della Real Sociedad, per certi versi sorprendente, in campionato, prova a trovare conferma nella partita delle ore 21,00 di sabato 4 dicembre, quando, alla Reale Arena di San Sebastian, entrerà in campo la capolista Real Madrid.

Il ruolino di marcia degli uomini di Imanol Alguacil, ha subito una doppia brutta battuta d’arresto nelle due ultime giornate, fermati in casa dal Valencia per 0-0 e tramortiti poi in quel di Barcellona dall’Espanyol, vittorioso per una rete a zero.

Adesso la Real Sociedad deve riprendere a macinare gioco e risultati per non perdere contatto dalle due squadre di Madrid, che in questo periodo sembrano avere in campionato una marcia in più.

Benzema e compagni, invece, non sbagliano un colpo ormai da tempo, avendo conquistato solo vittorie all’indomani del match casalingo pareggiato contro l’Osasuna del 27 ottobre scorso.

Il Real ha sconfitto in sequenza Elche, Vallecano, Granada, Siviglia e Atletico Bilbao, chiudendo anche la pratica del girone di Champions con i successi su Shakthar e Sheriff, in attesa dell’ultima partita del gruppo D contro l’Inter di Simone Inzaghi per sigillare il primo posto.

I padroni di casa hanno un’arma potentissima, che è quella di una percentuale altissima di finalizzazione su azioni che partono da calci piazzati nella trequarti offensiva, un dato che preoccupa gli uomini di Ancelotti, non proprio dei fulmini di guerra quando si tratta di contrastare gli avversari nei duelli aerei.

Entrambe le compagini hanno un ottimo sviluppo del gioco sulle fasce, ma non sono altrettanto performanti quando si tratta di contenere le sfuriate avversarie sugli esterni, per cui sarà questo un punto focale su cui le difese dovranno avere un occhio di riguardo.

Altro cruccio dei difensori madridisti, è quello che fa capo all’attenzione della tattica del fuorigioco, coi 4 di difesa spesso sorpresi dalle incursioni dei trequartisti delle squadre affrontate fin qui.

Militao e Alaba, con tutta probabilità i centrali che scenderanno in campo per i “blancos“, sono avvertiti, anche perché il tridente di Alguacil, Januzaj, Isak e Portu, ha dimostrato di saper sviluppare trame offensive fulminee in questo scorcio iniziale di stagione.

La partita potrebbe prendere la strada di una o dell’altra squadra, a seconda dei duelli vinti da Rico e Gorosabel da una parte, terzini a tutto campo che amano sovrapporsi alle mezze ali Oyarzabal e Zubimendi, e Vazquez e Mendy dall’altra, anche e soprattutto per la presenza di Modric, Casemiro e Kroos, molto più abili nel costruire la manovra che a spezzare gli attacchi avversari.

Davanti il peso offensivo è ovviamente sbilanciato a favore dei tre attaccanti di Ancelotti, che per la partita di sabato dovrebbero essere Vinicius Junior, Asensio e Benzema.

Proprio Vinicius sta attraversando un ottimo periodo di forma, alla luce dei nove gol in 15 partite nella Liga in corso e che potrebbe diventare il primo giocatore nato nel 2000 o successivamente a raggiungere la doppia cifra di reti in una singola stagione della massima serie.

Il segno X è la costante delle ultime uscite tra le due squadre, terminate entrambe per un pareggio 0-0 e 1-1 nella passata stagione, ma l’ultimo precedente in cui le due squadre hanno pareggiato tre volte di fila, risale addirittura al 1989.

Atletico Madrid-Mallorca

Decisamente più agevole il compito dell’Atletico di Madrid, impegnato in casa contro il Mallorca.

La partita si giocherà al Wanda Metropolitano nel pomeriggio di sabato e rappresenta una ghiotta occasione per Simeone per ricucire almeno parte dello divario che la separa dagli odiati cugini del Real, o, nella peggiore delle ipotesi, aumentare il divario dalla terza in classifica.

I mallorchini, impelagati nella parte bassa della classifica, hanno conquistato fin qui 16 punti e hanno nella difesa il loro punto maggiormente dolente, sorpresi fin troppe volte da tiri dalla lunga distanza dei propri avversari.

Gli avversari dell’AM soffrono l’aggressività delle squadre rivali e Simeone dovrà provare a costruire una partita molto offensiva per provare a mettere in difficoltà il Mallorca, pronto a chiudersi dietro come da tradizione quando incontra compagini di caratura superiore, soprattutto in trasferta.

Il proverbiale contropiede dell’Atletico servirà quindi a poco sabato pomeriggio, ma occhio ai due Rodriguez, che da sinistra potrebbero mettere in difficoltà Llorente, Savic e Gimenez.

Barcellona-Real Betis

Un Barcellona in lenta ma inesorabile ripresa, ospita il Betis in una partita che presenta parecchie insidie.

L’ennesimo deludente pareggio in Champions degli uomini di Xavi, non ha chiuso ancora i conti per il passaggio al secondo turno, ma in campionato le cose vanno decisamente meglio rispetto a qualche settimana fa.

Dopo il pareggio di Vigo contro il Celta, il Barcellona ha messo a segno due vittorie importanti, contro Espanyol nel derby catalano e in casa del Villarreal, che hanno messo leggermente in ordine i conti della classifica blaugrana.

Il Betis precede gli avversari di sabato pomeriggio, si gioca alle 16,15, con 4 punti di vantaggio, ma vantano una partita giocata in più, per cui il match tra le due squadre assume connotati importanti anche in chiave duello Champions.

Ecco il programma completo del 16° turno di liga

  • 03.12 H.21.00 GRANADA-ALAVES
  • 04.12 H.14.00 SIVIGLIA-VILLARREAL
  • 04.12 H.16.15 BARCELLONA-BETIS
  • 04.12 H.18.30 ATLETICO MADRID-MALLORCA
  • 04.12 H.21.00 REAL SOCIEDAD-REAL MADRID
  • 05.12 H. 14.00 VALLECANO-ESPANYOL
  • 05.12 H.16.15 ELCHE-CADICE
  • 05.12 H.18.30 LEVANTE-OSASUNA
  • 05.12 H.21.00 CELTA VIGO-VALENCIA
  • 06.12 H.21.00 GETAFE-ATHL. BILBAO

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email