Markel Brown

LBA 9° turno: Bologna a Varese per il match più sexy della giornata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

È in rampa di lancio la giornata numero 9 del massimo campionato italiano di LBA e non sono poche le sfide che mettono l’acquolina in bocca a tutti gli appassionati.

Ancora una volta le Coppe Europee non hanno messo in evidenza uno stato di forma eccezionale per le nostre compagini impegnate, ma il campionato è altra storia e da qui alla fine dell’anno capiremo di più rispetto ai piazzamenti nel torneo, soprattutto i primi 8 che daranno il lasciapassare per i play off in primavera.

Cominciamo con le nostre analisi da uno dei big match del fine settimana, quello del PalaPentassuglia di Brindisi.

Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia

Non sono esattamente al culmine della loro forma fisica e mentale le due squadre che se la vedranno nel lunch match di domenica alle ore 12,00 al PalaPentassuglia della città pugliese che rischia di essere un crocevia piuttosto importante sia per Brindisi che per Venezia.

Entrambe le compagini sono reduci da due sconfitte consecutive, i padroni di casa contro Pesaro e Bologna, mentre gli ospiti sono caduti a Varese e poi contro Trento. La classifica è deficitaria rispetto agli obiettivi di inizio stagione, anche se siamo soltanto a un quarto di campionato completato.

La Happy Casa ha cominciato con 3 vittorie e ben 5 sconfitte e il periodo di forma della squadra di Vitucci è certificato dall’ennesima sconfitta in Europe Cup, non più di un paio di giorni fa, quando la squadra pugliese è caduta in quel di Tallin contro il Kalev/Cramo, scendendo così al terzo posto nel Gruppo F, alle spalle degli stessi estoni e degli ucraini del Budivelnyk, adesso ufficialmente fuori dalla competizione.

Vitucci, dopo la strigliata ai suoi giocatori di un paio di settimane fa dopo la sconfitta casalinga contro la Vuelle, ha questa volta puntato il dito sulle trasferte della propria squadra, che torna finalmente a giocare un match casalingo dopo tanto tempo.

Venezia è uscita vincitrice dallo scontro fratricida di Eurocup contro la Leonessa Brescia, alla luce di una vittoria brillante e convincente che alla fine del terzo quarto stava per finire in “goleada” per i ragazzi di Walter de Raffaele, avanti in quel momento di 26 punti. Alla sirena Venezia ha chiuso 60-80.

La Reyer scende a Brindisi con la consapevolezza di poter fare bene, sperando nell’ennesima prova convincente dei due ex della partita, Derek Willis e Ricky Moraschini.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari Sassari-Olimpia EA7 Milano

Domenica pomeriggio sarà invece la volta di un match che evoca scontri scudetto di qualche anno fa, con la Dinamo che riceve Milano.

I sardi sono alla ricerca di un’identità stabile che faccia tornare la squadra ai fasti di un tempo, ma lo start della stagione in corso non è stato certo dei migliori. Tre vittorie e cinque sconfitte hanno contrassegnato il cammino della Dinamo che, con una prova di orgoglio, ha colto la sua prima vittoria in Champions League, sconfiggendo il Paok di Salonicco al Palaserradimigni martedì scorso.

Il match contro la EA7 in casa rappresenta una gara importante per i ragazzi di Bucchi, abituati fin qui a giocare un campionato dalle due facce: quasi imbattibile, una sola sconfitta contro la Virtus Bologna, nel proprio fortino e fallimentare in trasferta, dove deve ancora cogliere il primo successo.

L’ennesima sconfitta in Eurolega, ha invece definitivamente certificato il periodo no della EA7 Olimpia Milano, giunta alla sua settima sconfitta nella massima manifestazione continentale per club di pallacanestro. Al termine del passo falso di Vitoria contro il Baskonia, Messina ha parlato di un pacchetto guardie attuale “non esattamente quello dei sogni“, originando tutta una serie di plemiche social di non poco conto.

Milano si rituffa adesso in campionato, dove le cose vanno decisamente meglio e dove il duello con la Virtus Bologna sembra avere tutti i crismi per durare fino alla fine del torneo.

Openjobmetis Varese-Virtus Segafredo Bologna

È senza dubbio la partita più interessante della giornata, quella che si giocherà domenica nel tardo pomeriggio al Palaspot Lino Oldrini di Varese, quando i padroni di casa della Openjobmetis, se la vedranno contro la capolista imbattuta, la Virtus Bologna.

Sono decisamente le due squadre più in forma del torneo, visto che Varese non perde da qualcosa come 5 giornate e l’ultima sconfitta risale a quella patita ai tempi supplementari contro Trento lo scorso 16 ottobre. Nei giorni scorsi è uscita un’intervista su “La Prealpina”, nella quale Markel Brown, guardia tiratrice della squadra di Varese, ha indicato la via dei playoff che deve passare anche attraverso partite come quella di domenica, parlando di ritmo partita altissimo come la Openjobmetis sa fare, tanti possessi e tanta aggressività e attenzione in difesa.

Tutto questo non deve però far perdere di vista la necessità di cercare tiri puliti e possibilmente contestati il giusto, senza avere quella frenesia che di solito ti porta ad affrettare situazioni che richiedono la corretta pazienza e i corretti tempi di gioco.

D’altronde dall’altra parte c’è una squadra che difende alla grandissima e che sta trovando partita dopo partita la giusta alchimia anche in fase offensiva. Appuntamento alle ore 19,00.

Il nono turno della LBA Lega A di basket

  • 03.12 H.18,00 Verona-Tortona
  • 04.12 H.12,00 Brindisi-Venezia
  • 04.12 H.17,00 Brescia-Napoli
  • 04.12 H.18,10 Sassari-Milano
  • 04.12 H.18,30 Trento-Pesaro
  • 04.12 H.19,00 Varese-Bologna
  • 04.12 H.19,30 Scafati-Treviso
  • 04.12 H.20,30 Reggiana-Trieste
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email