Masters Parigi-Bercy: tre italiani fuori al primo turno

Giornata non positiva per l’Italia nel Masters 1000 di Parigi Bercy, ultimo grande appuntamento prima delle ATP Finals in programma a Londra: subito fuori Caruso, Cecchinato e Travaglia

Salvatore Caruso e Stefano Travaglia hanno perso al primo turno del Masters 1000 di Parigi-Bercy, ultimo Masters 1000 della stagione e antipasto del gran finale per l’ATP con le ATP Finals in programma a Londra a chiudere un 2020 atipico anche per il tennis: oggi scendevano in campo due italiani ed entrambi sono stati eliminati. Il primo a giocare è stato Salvatore Caruso, impegnato contro il francese Corentin Moutet: l’azzurro ha vinto il primo set 6-3 ma poi ha ceduto gli altri due parziali 7-6, 6-3 al termine di una battaglia durata 2 ore e 33′ in cui l’italiano, ripescato dopo il KO nelle qualificazioni, se l’è giocata a viso aperto, salvo poi crollare alla distanza.

Discorso diverso, invece, per Marco Cecchinato che si è arreso 6-2, 7-6 contro lo slovacco Gombos, avversario tutto sommato alla portata dell’italiano che però ha faticato oltremodo al servizio nel primo set mentre nel secondo è salito in cattedra Gombos, forte dell’86% di punti vinti con la prima di servizio a dispetto di soli 8 punti vinti in risposta da Cecchinato che ha ceduto 7-2 nel tie break del secondo set. Tra tutti, l’avversario più ostico ce l’aveva Stefano Travaglia perché l’azzurro, proveniente dalle qualificazioni, è stato sorteggiato assieme al giovane Alex De Minaur: l’australiano, numero 16 del torneo, ha vinto con un duplice 6-4 grazie ad un break per set, mentre Travaglia ha sciupato due palle break nel corso del quinto game del secondo parziale che avrebbe potuto cambiare la partita. Domani, invece, tocca a Matteo Berrettini che esordirà con l’americano Giron e a Lorenzo Sonego che sfiderà il kazako Bublik.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato