Berrettini batte Karatsev e vince l’ATP di Belgrado. Nadal re di Barcellona

Matteo Berrettini trionfa all’ATP 250 di Belgrado al termine di una finale fantastica, giocata punto a punto contro Aslan Karatsev che in semifinale aveva eliminato Djokovic. A Barcellona, invece, Nadal batte Tsitsipas 7-5 al terzo dopo un match pazzesco.

Matteo Berrettini alza al cielo il primo trofeo del 2021 battendo con il punteggio di 6-1, 3-6, 7-6 (0) il russo Aslan Karatsev al termine di una battaglia lunga 2 ore e mezza. Una grande partita giocata da entrambi ma, alla fine, l’ha spuntata il tennista romano, capace di dominare il tie break senza lasciare nemmeno un punto all’avversario che, nel momento decisivo, è apparso piuttosto provato da una settimana che l’ha nuovamente consacrato al grande tennis, avendo battuto Nole Djokovic, numero 1 al mondo e testa di serie numero 1 del torneo, in semifinale a casa sua a Belgrado. Tornando alla finale, Berrettini è partito fortissimo perché ha strappato due volte la battuta a Karatsev nel primo set, aggiudicandosi il parziale con il punteggio netto di 6-1. Nel secondo, però, Karatsev ha un sussulto e sfrutta un passaggio a vuoto di Berrettini, salendo agilmente 3-0 dopo il break nel secondo game. Berrettini annulla una palla break sul 4-1 e poi il russo è bravo a fare altrettanto nel gioco successivo, confermando poi il vantaggio e concretizzandolo con il 6-3 che rinvia tutto al terzo e decisivo set.

Berrettini si costruisce una palla break in avvio di terzo set ma Karatsev annulla e firma l’1-1: Berrettini, però, non molla e strappa la battuta al russo, portandosi sul 3-1 e servizio. Il numero 28 al mondo tira fuori un game fenomenale ed ottiene il controbreak, rimettendo tutto in parità sul 3-3 prima e sul 4-4 poi. Si arriva poi al tie break decisivo, dopo che Karatsev annulla un match point sul 6-5. Il tie break è di fatto un monologo perché Berrettini vince tutti e 7 i punti, confezionando la prima vittoria del 2021, la quarta in carriera a livello ATP dopo Gstaad (2018), Budapest e Stoccarda (2019). Anche l’altra finale in quel di Barcellona ha regalato grandissimo spettacolo e un’infinità di emozioni: alla fine la terra catalana è ancora feudo di Rafael Nadal ma il maiorchino ha rischiato davvero grosso contro uno Stefanos Tsitsipas che ha giocato alla pari del numero 1 all time su terra battuta. Il punteggio finale premia Nadal (6-4, 6-7, 7-5) dopo tre ore e 40′ di partita ma il greco ha di che consolarsi perché il futuro è tutto dalla sua.

Fonte foto: Getty Images

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato