Phil Ivey graffia ancora: chiude 2° nello Short-Deck a Sochi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Negli ultimi anni il nome di Phil Ivey è stato associato più alle sue disavventure giudiziarie con i casinò (prima con il Crockfords di Londra, poi con il Borgata di Atlantic City, in entrambi i casi per cheating al baccarat) che alle sue indiscusse qualità di giocatore.

Il “Tiger Woods del poker”, però, è tornato a graffiare. Lo si era già visto in azione alle WSOP dell’anno scorso quando, dopo aver dominato il $50.000 Poker Players Championship fino al final table, si era fermato all’8° posto per $133.395 di premio (immediatamente confiscati dalle autorità giudiziarie americane). Pochi giorni fa si è rifatto vivo in una grande kermesse live e ha subito lasciato il segno.

L’occasione è arrivata alle partypoker LIVE MILLIONS Super High Roller Series in fase di svolgimento a Sochi. Mercoledì Ivey ha chiuso al 7° posto il $25.000 No-Limit Hold’em, incassando una moneta pari a  $72.500. Ieri, invece, ha sfiorato il colpo grosso, ovvero il titolo nel torneo di Short-Deck (la variante del TH con 36 carte e punteggi simili al poker all'”italiana”) da $50.000 di buy-in e 50 iscritti, tutti “big” degli high-roller.

La cavalcata di Ivey verso il titolo si è fermata nel testa-a-testa finale, perso contro il malaysiano Wai Kin Yong, già vincitore nel 2019 del £.100.000 Triton London Main Event per £2.591.695.

La performance di Ivey è stata come al solito spettacolare, anche grazie ad un paio di colpi rocamboleschi ai danni di uno dei fratelli Greenwood, Sam. Nel primo, i due finiscono ai resti preflop con Ivey in netto vantaggio su Greenwood grazie a AJ vs KJ. Il pro canadese – chipleader in quel momento – ribalta tutto, chiudendo scala Broadway con le prime tre carte del board (A Q T). Ma le sorprese non sono finite. Un T al turn e uno al river consegnano fullhouse ad Ivey che si salva e raddoppia.

 width=
Sam Greenwood. Foto PokerNews

I due si scontrano poi nella fase di gioco a tre, in questa azione. Wai Kin Yong folda, Ivey limpa con A♦A♥ e Greenwood opta per il check con K♣8♣. Il flop porta un A♣ e un’altra carta a fiori. Ivey punta 200.000 e il canadese chiama. Il turn è l’ultimo asso rimasto nel mazzo, l’A♠: poker per Ivey che sceglie di fare check e Greenwood lo segue. Un J♣ al river completa il flush di Greenwood. A questo punto Ivey mette nel piatto 400.000 chips, Greenwood rilancia a 1.950.000, “Tiger Woods” shova e il canadese chiama con quello che gli resta, solo per doversi alzare dal tavolo alla vista del poker dell’americano.

L’heads-up inizia con Phil Ivey in vantaggio 4:1 su Wai Kin Yong che riesce però a recuperare con un provvidenziale gut shot trovato quando l’americano ha doppia coppia. La partita continua sui binari di un sostanziale equilibrio. Il malaysiano cerca di cambiare marcia e va all-in preflop con JT. Ivey controlla carte e instant-call: coppia di Assi. Il flop, però, porta subito due T; turn e river invece non portano l’Asso per il full e Wai Kin Yong raddoppia.

 width=
Wai Kin Yong. Foto PokerNews

La partita finisce poco dopo. Limp del giocatore della Malaysia con J♣10♣. Ivey, ormai corto, mette tutto in mezzo con Q♣J♦. Il call di Kin Yong fa scendere Q♥9♠J♥, doppia per Ivey e progetto di scala bilaterale per Kin Yong, che si completa al turn con un K♠. Un ininfluente 6♥ al river mette fine ai giochi.

Vince Wai Kin Yong, ma la “tigre” è tornata. Questo il final table:

1 Wai Kin Yong Malaysia $800.000
2 Phil Ivey United States $525.000
3 Sam Greenwood Canada $350.000
4 Cary Katz United States $250.000
5 Aaron Van Blarcum United States $200.000
6 Mikhail Rudoy Russia $150.000
7 Seth Davies United States $125,000
8 Paul Phua Malaysia $100,000

 

Foto principale: Phil Ivey. Per gentile concessione di PokerNews

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato