Kristen Bicknell

Le dieci giocatrici di poker più vincenti al mondo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Se chiudessimo gli occhi per immaginare un tavolo full ring di poker, molto probabilmente nella nostra testa lo vedremmo composto da 9 giocatori uomini.

Da un lato, questo è il risultato di una forma mentis maschilista, di un preconcetto sbagliato secondo il quale il poker “non è un gioco per signorine”. Dall’altro, purtroppo, è un dato di fatto, perché ancora oggi la percentuale di donne che si dedicano al poker in maniera professionale o semi-professionale è relativamente bassa. Nei tornei dal vivo più importanti raggiunge a fatica il 10% del field.

Eppure le donne, le poche giocatrici che hanno deciso di scendere in campo (o meglio in sala) per passione o per professione, hanno da tempo dimostrato di essere ampiamente in grado di competere con i colleghi maschi. Alcune di loro hanno lasciato un segno indelebile nella storia del poker, e non parliamo soltanto di risultati ottenuti in tornei “di nicchia” come i Ladies Event. Parliamo di WSOP, EPT e WPT.

Ma quanto “vale” in termini concreti la quota rosa del poker? Per stabilirlo, abbiamo pensato di stilare una top ten femminile in base alle vincite accumulate in carriera. Attenzione, perché qualcuno potrebbe rimanere sorpreso.

Partiamo dalla prima posizione, saldamente controllata da Vanessa Selbst con 11,9 milioni di dollari. L’ex pro di PokerStars ha nel suo palmares tre braccialetti WSOP ($.1500 Pot Limit Omaha nel 2008, $2.500 10-Game Mix Six Handed nel 2012, $25.000 Mixed Max No Limit Hold’em nel 2014) e due vittorie  in eventi dello European Poker Tour. Il suo risultato più altisonante dal punto di vista economico è però quello ottenuto a Cannes nel Main Event del Partouche Poker Tour del 2010: in quella occasione, la 35enne di New York si portò a casa un primo premio da 1,3 milioni di euro!

Al secondo posto troviamo un’altra statunitense, Kathy Liebert. La giocatrice di Nashville vanta 6,3 milioni di dollari vinti in carriera e un braccialetto WSOP infilato al polso nel 2004 (evento $1.500 Limit Hold’em Shootout). I suoi risultati in tornei dal vivo sono tutti “made in USA” e la maggior parte, Kathy Liebert li ha vinti a Las Vegas, dove oggi all’età di 52 anni vive e gioca per professione.

 width=

Gradino più basso del podio per la canadese Kristen Bicknell. Forse la giocatrice più “on fire” di questi ultimi anni e probabilmente l’unica in grado di insidiare il primato di Vanessa Selbst, anche se la distanza tra le due in termini di risultati è ancora ampia. Per la 33enne dell’Ontario al momento ci sono infatti vincite live di poco superiori ai 5 milioni di dollari, senza contare gli ottimi risultati ottenuti online. I suoi due “gioielli” più importanti sono i titoli vinti alle WSOP nel 2013 ($1.000 Ladies No Limit Hold’em Championship) e nel 2016 ($1.500 Bounty No Limit Hold’em).

Kristen Bicknell
Kristen Bicknell. Foto PokerNews

Il quarto posto è invece occupato da Annie Duke con 4,2 milioni all’attivo. Anche per lei quasi tutti i risultati sono localizzati a Las Vegas, compreso il braccialetto WSOP vinto nell’evento $3.000 Omaha High-Low 8/OB e datato 2004. Giocatrice professionista, autrice di libri, Annie Duke è una persona impegnata anche nel campo umanitario e della beneficienza: nel 2007 ha fondato, insieme all’attore Don Cheadle, Ante Up for Africa, organizzazione no-profit che si occupa di raccogliere fondi organizzando tornei di poker. E’ sorella del giocatore di poker Howard Lederer (Duke è infatti il cognome del marito, Ben Duke).

 width=

La quinta posizione di questo money ranking è per Annette Obrestad. La giocatrice norvegese, ex “ragazzina terribile” del poker tra il 2007 e il 2010, vanta 3,9 milioni di dollari accumulati grazie ai tornei dal vivo. Una cifra molto probabilmente destinata a non cambiare, visto che dal 2018 la Obrestad ha smesso di giocare a poker live – anche se si concede ancora qualche apparizione online – per dedicarsi ad un canale YouTube di make-up. La sua vittoria più clamorosa è quella ottenuta nel 2007 quando, a soli 19 anni, si aggiudicò il Main Event delle WSOP Europe per 1 milione di sterline! Annette Obrestad è passata alla storia del poker anche per un Sit & Go online da 180 giocatori vinto senza guardare le carte.

A tallonare da vicinissimo la Obrestad c’è la britannica Liv Boeree. L’ex modella nonché PokerStars Pro, ha vinto sinora 3,8 milioni di dollari, la maggior parte dei quali (€1.250.000) provengono dal primo posto nell’EPT di Sanremo del 2010. Nel suo palmares c’è anche un titolo WSOP, precisamente il $10.000 Tag Team No-Limit Hold’em Championship del 2017, vinto insieme al compagno di gioco e di vita Igor Kurganov, e che fa di lei l’unica donna a potersi fregiare di un titolo EPT e di un titolo WSOP.

 width=

Settima posizione per Vanessa Rousso. Per la 37enne giocatrice statunitense di origini francesi, ed ex portacolori di PokerStars, ci sono 3,5 milioni di dollari vinti in carriera. Il suo risultato più importante è il 1º posto nell’EPT Monte Carlo High Roller del 2009, che le ha garantito una vincita di € 720.000. Vanessa Rousso è stata sposata con l’attore e professionista di poker Chad Brown (1961-2014).

All’ottavo posto troviamo l’argentina di chiare origini greche Maria Lampropulos. Grazie soprattutto alle vittorie nel partypoker Live ME di Nottingham nel 2017 (£1000.000) e a quella ottenuta nel 2018 nella PCA alle Bahamas ($1.081.100), la 39enne di Buenos Aires ha oggi 3,7 milioni di dollari accumulati in tornei dal vivo. E’ al terzo posto tra i pokeristi argentini più vincenti di sempre, dietro a Jose Ignacio Barbero e al suo partner nella vita Iván Luca, ed è 9a nella classifica continentale sudamericana.

 width=

A quota 3,3 milioni di dollari c’è la taiwanese Joanne Liu, giocatrice professionista con tantissimi risultati a premio quasi tutti realizzati negli Stati Uniti. La Liu, nonostante abbia solo 55 anni, è una veterana del circuito live: il suo primo sigillo è infatti datato 1996, un 4° posto nel $3.000 No Limit Hold’em alle WSOP.

L’ultimo posto della top ten è occupato da Loni Harwood con 3,1 milioni di dollari. La 31enne player statunitense vanta due braccialetti vinti alle WSOP, il $1.500 No Limit Texas hold’em nel 2013 e il WSOP National Championship nel 2015 ed è oggi una delle grinder più attive sia live che online.

Anche se escluse dalle prime 10 posizioni, non possiamo non riportare i nomi di Jennifer Harman e Victoria Coren Mitchell.

La prima è una vera e propria leggenda del poker al femminile. Con 2,7 milioni di dollari, la 56enne americana è professionista da metà degli anni ’90. Nel suo palmares ci sono due braccialetti WSOP, il primo ($5.000 No Limit Deuce-to-Seven Draw) raggiunto nel 2000 e il secondo ($5.000 Limit Hold’em) arrivato due anni dopo. Jennifer Harman è anche un’ottima giocatrice di cash game, come ha dimostrato per molto tempo nelle trasmissioni TV Poker After DarkHigh Stakes Poker. Nonostante negli ultimi anni abbia ridotto l’attività di gioco a causa di alcuni problemi di salute, Jennifer Harman rimane l’unica donna che partecipa con regolarità alle partite high-stakes del Bellaggio, i cosiddetti “Big Game”. Nel 2015 la Harman è stata inserita nella Poker Hall of Fame, terza donna a ottenere questo riconoscimento dopo Barbara Enright (2007) e Linda Johnson (2011).

 width=

La britannica Victoria Coren Mitchell è stata per anni la detentrice del record di Main Event vinti allo European Poker Tour: due, il primo a Londra nel 2006 e il secondo a Sanremo nel 2014. Il suo primato è stato eguagliato a fine 2019, con la vittoria nell’EPT di Praga, dal russo Mikalai Pobal. Complessivamente le vincite live dell’ex giocatrice di PokerStars ammontano a 2,5 milioni di dollari. Ma Victoria Coren è anche scrittrice, presentatrice e produttrice di eventi televisivi e radiofonici. Nel 2012 ha sposato l’attore comico inglese David Mitchell.

 width=

Foto di testa: Vanessa Selbst (by PokerNews)

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato