GP Belgio – Vince Hamilton davanti a Bottas: Ferrari fuori dai punti

Lewis Hamilton vince il GP di Belgio 2020 e allunga nella classifica piloti: secondo Valtteri Bottas con l’altra Mercedes mentre completa il podio Max Verstappen. Disastro totale per le Ferrari, per la prima volta fuori dai punti a Spa su condizioni di pista asciutta

Ennesima prova di forza della Mercedes e di Lewis Hamilton con il pilota inglese che trionfa in maniera netta e meritata nel GP del Belgio sul circuito di Spa-Francorchamps. Hamilton ha condotto le danze dall’inizio alla fine, compiendo una sola sbavatura nel finale per via di un calo di prestazione delle gomme ma poi non ha avuto problemi a gestisce gli ultimi giri che gli hanno permesso di cogliere la vittoria numero 89 della sua splendida carriera, a -2 dal record all-time appartenente a Michael Schumacher.

Seconda posizione finale per Valtteri Bottas che non ha mai impensierito il compagno di squadra ma ha conquistato un importante secondo posto, pagando però 8 secondi al traguardo. Terzo, invece, Max Verstappen che ha provato a tenere il ritmo indiavolato delle Frecce d’Argento ma poi ha ceduto alla distanza, preservando le gomme e controllando il vantaggio nel finale su un ottimo Daniel Ricciardo, quarto alla fine con tanto di giro veloce (e punto addizionale) all’ultima tornata che lo ha portato a 3 secondi da Verstappen. Quinta l’altra Renault di Ocon, bravo a superare Albon (6°) all’ultimo giro mentre Norris è settimo con la prima ed unica McLaren, visti i problemi sulla vettura di Sainz che hanno impedito allo spagnolo di prendere parte alla gara. Concludono la top 10 e quindi la zona punti Gasly (8°), Stroll (9°) e Perez, decimo con la Racing Point. Disastro totale per la Ferrari con Vettel che chiude 13° davanti a Leclerc, 14° e che paga un distacco da Hamilton di un minuto e 14 secondi, con tanto di pit-stop in più per problemi ad una Rossa troppo brutta per essere vera. La Ferrari sarebbe anche stata doppiata se non ci fosse stato l’incidente di Giovinazzi al giro 11 che ha coinvolto anche Russell, costringendo la Safety Car ad entrare in pista e quindi azzerare i primi distacchi già importanti, con Vettel e Leclerc dietro già di 30 secondi dal battistrada. Neanche il tempo di riposarsi e domenica prossima si correrà nuovamente, questa volta a Monza. La speranza, per i tifosi Ferrari, è che il trend sia diverso ma, in 7 giorni, è difficile aspettarsi miracoli.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato