L’Italia di PES supera i Playoff e vola alle finali europee!

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

L’Italia di Pro Evolution Soccer c’è! A dirlo forte e chiaro sono stati i 3 azzurri Carmine “Naples17x” Liuzzi, Nicola “Nicaldan” Lillo e Raffaele “Raf_934” Pagliuca che ieri hanno reclamato con successo il loro pass per la fase finale di eEuro 2021.

Assente giustificato ma presente in spirito e nel ruolo di commentatore Alfonso “AlonsoGrayfox” Mereu. Il quarto moschettiere non ha potuto prendere parte al girone di ritorno dei Playoff-spareggio a causa di un infortunio. Mereu, però, con grande competenza ha dato un importante contributo tecnico al commento di Luigi “Davdas” Ragoni (presentatore), di Simone “Lamella” Sfolcini (coach di PES e FIFA) e Gianluca “Raiden” Inverni (youtuber ed esperto di videogame), oltre ad aver sostenuto i compagni di squadra con un tifo indiavolato, così come era successo per le 4 partite dell’andata.

A proposito del girone d’andata, ricordiamo che l’Italia lo ha chiuso al primo posto a pari punti (7) con la Turchia, davanti a Ucraina e Belgio (6 a testa) e Austria (3). Situazione ancora apertissima per tutte le formazioni, dal momento che a Londra vanno le prime tre dei due raggruppamenti Playoff. Vediamo allora come si è svolto ieri il girone di ritorno.

La serata (start alle 17:45 su Tim Tv e sul canale Twitch della e-nazionale) prende il via con il team azzurro nel ruolo di spettatore. Iniziano bene sia Belgio che Ucraina, vincitori entrambi per 3-2 rispettivamente su Austria e Turchia. Il risultato degli ucraini modifica subito la leadership del girone e fa capire che i “gialli” sono – come da pronostico – gli avversari più temibili per l’Italia.

La nostra nazionale fa il suo debutto contro i turchi (“Emirunal39“). Il primo a entrare in campo è Carmine “Naples17x” Liuzzi. Un gol per tempo, il primo di Chiesa, poi Ciro Immobile con un tocco al volo rapido e vellutato mette la palla nell’angolo, decidono il 2-0 finale a favore dell’azzurro. Il secondo match vede Nicola “Nicaldan” Lillo vs “Simegal_Erman“. Partita difficile, caratterizzata da tanto pressing da parte di entrambi gli esporters e da tanti passaggi sbagliati. Il pro player turco va avanti 0-2 poi, sul finire del primo tempo Zaniolo scarta tutti, portiere compreso e insacca. La seconda parte della gara è un’altra cosa. Si rivede il “Nicaldan” show: 2 gol e risultato ribaltato 3-2, che diventa 5-2 nell’aggregato. Nel frattempo l’Ucraina soffre ma batte l’Austria per 4-3. La classifica inizia ad allungarsi: Ucraina 12, Italia 10, Belgio 9, Turchia 7, Austria 3.

Il turno successivo mette davanti agli schermi Ucraina e Italia. E’ una sfida potenzialmente decisiva per la qualificazione. I primi a giocarsela sono  “Makson_AAA” e Raffaele “Raf_934” Pagliuca. Il giocatore ucraino è una new entry: si tratta del coach della nazionale che all’ultimo momento ha dovuto sostituire il ben più noto e temibile “ighor_8“, bloccato da un grave problema familiare. In realtà il coach si dimostra un osso molto duro. “Raf_934” inizia bene, tanti tocchi di prima e squadra molto ben messa in campo. Improvvisa verticalizzazione precisa al millimetro, palla a Immobile, 0-1 per l’Ita. Nel secondo tempo Makson reagisce e riesce ad imbrigliare l’Italia. Raf è nervoso, al punto che al 91° commette intervento da espulsione per bloccare un pericoloso contropiede. Brutto fallo ma tattico. Finisce così, 0-1 per l’Italia.

Torna in campo “Nicaldan” per la seconda partita che lo oppone a “sergobibika“. Il primo tempo è sofferto e molto equilibrato, come indica il punteggio di 1-1. L’Ucraina è molto ben disposta e infatti il secondo tempo è un monologo “giallo”: arrivano due gol che Nicola Lillo non riesce a recuperare, nonostante un forsennato pressing finale. 3-1 il risultato della partita, 3-2 quello dell’aggregato a favore degli Ucraini che a questo punto sono matematicamente qualificati con 3 vittorie su 3 nella giornata. Per l’Italia arriva però una buona notizia: la Turchia, già battuta dagli azzurri, supera il Belgio. La situazione adesso dice Ucraina 15 pt, Italia e Turchia 10, Belgio 9, Austria ultima e ferma a 3 pt, già eliminata.

La sfida decisiva è proprio quella con l’Austria: in caso di vittoria, gli azzurri conquisterebbe subito il ticket per Londra. Si comincia con “Raf_934” vs “Sem“, giocatore ostico. Il vantaggio immediato dell’Austria sembra un cattivo presagio, ma dura un attimo. Raffaele Pagliuca scatenata il suo gioco spumeggiante che spesso sfocia in goleada. Il punteggio finale lo testimonia: 5-2 per l’Italia. La palla passa a Nicola Lillo vs “Fru10“. Finisce 2-2 con uno svogliato “Nicaldan” costretto a recuperare, ma è sufficiente per garantire alla nazionale italiana un posto alla fase finale dell’europeo. L’Ucraina batte 8-6 il Belgio e regala la qualificazione alla Turchia.

I giochi sono fatti. L’ultimo match, quello contro il Belgio, è infatti solo per lo spettacolo, quello offerto da Carmine “Naples17x” Liuzzi e “FETIH1454ElTurco”. Partita molto bella, con giocate di classe (soprattutto il primo gol di Immobile: tacco smarcante di Chiesa e Immobile in corsa con l’esterno mette sotto l’incrocio dei pali). Finisce 4-2 per l’Italia. Il “ritorno” è tra “Nicaldan” e “Milan17Jan”. Come due settimane prima, finisce in pareggio, 3-3, che consegna altri 3 punti al team azzurro grazie al punteggio aggregato (7-5). Questa la classifica finale del Gruppo B Playoff:

null

Insieme all’Italia, il gruppo B qualifica dunque l’Ucraina e la Turchia. Dall’altro gruppo dei Playoff avanzano invece Russia, Germania e Olanda. A questo punto il quadro delle Final 16 è completo, con le 10 già qualificate al termine della prima fase, e cioè: Croazia, Francia, Grecia, Israele, Montenegro, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna.

L’appuntamento con il campionato europeo di Pro Evolution Soccer ora si sposta al 9-10 luglio 2021, quando l’Italia sarà chiamata alla non facile impresa di difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

 

Foto di testa credits blog.pesitalia.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato