Premier League, 7^ giornata: big match tra Tottenham-Liverpool, con Guardiola nella tana dei Lupi

Settima giornata di Premier League alle porte.

Archiviata la due giorni di Coppa di Lega, con l’ingresso completo delle Big nel terzo turno, si torna a giocare in campionato. E il copione, rispetto al weekend scorso, non cambia.

Tutti sulle tracce del Manchester City capolista che cerca la settima vittoria in altrettanti turni, mentre alle sue spalle potrebbero perdere perdere punti le rivali: gli uomini di Guardiola però dovranno vedersela contro i Wolves, mentre il Liverpool secondo in classifica è atteso dal Tottenham, per un super match nel Nord della Capitale.

In tutto questo, attenzione al terzo incomodo che ha le sembianze del Brighton di Roberto De Zerbi: banco di prova importante per i Seagulls che vanno a Villa Park per sfidare l’Aston Villa di Unai Emery. Senza dimenticarsi dell’Arsenal, a sua volta in trasferta contro il Bournemouth.

Uno scherzo del calendario mette a confronto 72 ore dopo la sfida di League Cup Manchester United – Crystal Palace: in coppa successo interno dei Diavoli Rossi per 3-0, con il “replay” di campionato ad Old Trafford. Newcastle che riceve il Burnley e West Ham opposto allo Sheffield United.

Completano il quadro gli scontri salvezza Everton – Luton e Nottingham Forest – Brentford, con il derby londinese Fulham – Chelsea a chiudere la settima giornata nel Monday Night.

Vediamo nel dettaglio.

Aston Villa – Brighton, sabato ore 13.30

La settima giornata di Premier League alza il sipario nel Lunch Match del sabato, al Villa Park di Birmingham, tra due formazioni in grandissima forma e guidate da due tecnici di spessore.

Villans con 12 punti in classifica: sesto posto, a meno due dalla qualificazione in Champions e distanti sei lunghezze dal City Capolista. La truppa di Unai Emery ha perso solo una delle ultime cinque giornate, a fronte di 4 vittorie e insegue il terzo successo di fila. I Clarets hanno segnato 12 reti, con 10 al passivo.

I Seagulls non si vogliono più fermare. Terzo posto in classifica, con 15 punti, a meno uno dal Liverpool secondo e meno tre dalla vetta. La squadra di Roberto De Zerbi è uno spettacolo assoluto e mette nel mirino la quarta vittoria di fila, con l’imbattibilità che dura da 270 minuti. Gabbiani con il miglior attacco, grazie a 18 reti all’attivo e 8 subite.

Wolverhampton – Manchester City, Sabato ore 16.00

Una sorta di testa coda, ma una trasferta che può rivelarsi come una trappola per la prima della classe.

Wolves a quota 4 punti in classifica e senza vittorie da 270 minuti. In questo arco di tempo, la squadra di Gary O’Neil ha strappato un solo punto a Luton (1-1), con due sconfitte che portano a quattro il numero complessivo di Ko. Momento non facile per i Lupi che proveranno a rendere difficile la vita ai rivali, con il supporto del Molineux Stadium.

Sei vittorie su sei per i Campioni in Carica e la banda di Pep Guardiola mette nel mirino il settimo sigillo consecutivo. Primo posto blindato a quota 18 punti, con due lunghezze sul Liverpool. I Citizens hanno siglato 16 reti, di cui 8 Haaland, con appena tre reti al passivo, per la miglior difesa.

Bournemouth – Arsenal, Sabato alle 16.00

Passaggio chiave del settimo turno al Dean Court, fra speranze di salvezza e ambizioni di titolo.

Cherries ancora secco di vittorie dopo sei giornate. Tre pareggi e tre sconfitte per i rossoneri che restano appena un soffio sopra la zona calda, ma devono gioco forza cambiare passo. Andoni Iraola ha sperato di mettere paura al Brighton, prima di cadere sotto gli uomini di De Zerbi: 5 gol fatti e 11 al passivo ci parlano di una squadra che deve ancora trovare la quadra.

Il pari per 2-2 contro il Tottenham, nel derby del Nord di Londra, ha rallentato il passo dei Gunners. 14 punti per la banda di Arteta che è ancora imbattuta, ma accusa adesso 4 lunghezze di svantaggio dalla prima piazza. Lo scorso anno i Cannonieri a lungo dettarono il passo in classifica, prima di cedere di colpo in primavera: dalle parti dell’Emirates Stadium si augurano in un copione diverso.

West Ham – Sheffield United, Sabato Ore 16.00

Voglia di riscatto, su entrambe le sponde.

Hammers che hanno perso le ultime due giornate: sempre per 3-1. In casa contro il City e ad Anfield contro il Liverpool. Insomma due KO preventivabili se paragonati alla forza dei rivali. David Moyes suona la carica e chiede agli Irons di tornare a far punti, con la settima piazza attuale a quota 10 e la zona nobile della classifica, li a portata di mano.

Blades reduci dalla pesante sconfitta in casa del Newcastle. Un 8-0 che pesa e non poco sul morale di una squadra che già fatica di suo nel salto di categoria. Spetta a Paul Heckingbottom riportare la squadra sulla retta via, ma alle spalle del tecnico si fa sempre più grande l’ombra di Chris Wilder: l’ex allenatore dei biancorossi sarebbe pronto al ritorno e Paul rischia di essere il primo esonerato della stagione in Premier League.

Manchester United – Crystal Palace, Sabato ore 16.00

Ancora loro, sempre loro, di nuovo ad Old Trafford 72 ore dopo il match del terzo turno di Coppa di Lega che ha sorriso ai padroni di casa per 3-0. Ora serve la scossa in Premier League.

Diavoli Rossi tornati al successo nello scorso weekend. 1-0 in casa del Burnley e un pò di serenità in un ambiente che adesso è alle prese con il caso Sancho: l’ex attaccante del Borussia vive da separato in casa e si allena con l’Accademy. Nonostante le turbolenze, Ten Hag con 9 punti mette nel mirino la quarta vittoria stagionale, la terza in casa.

Eagles che hanno sete di vendetta, dopo l’eliminazione patita in Coppa di Lega. Le Aquile veleggiano con 8 punti in classifica, ma hanno ottenuto un solo successo negli ultimi 450 minuti di campionato. Roy Hodgson suona la carica, considerando che i londinesi hanno racimolato un solo punto nelle ultime due giornate e da 270 minuti non mettono le mani sull’intera posta in palio.

Newcastle – Burnley, sabato alle 16.00

Recuperare il terreno perso.

Questo il motto in casa Magpies per una squadra che ha messo in fila due vittorie di fila, dopo tre sconfitte consecutive. 9 punti per i bianconeri che nell’ultima giornata hanno sommerso 8-0 lo Sheffield: tra campionato e Champions League, gli uomini di Eddie Howe hanno raccolto due successi e un pari.

Clarets fermi a quota 1. La dominatrice dell’ultimo Championship sta faticando oltre misura in Premier League e fatto eccezione per il pari a Nottingham, la truppa di Vincent Kompany ha perso tutte le altre gare di campionato. Una situazione non facile, con appena 4 gol fatti e già 13 raccolti in fondo al proprio sacco.

Everton – Luton, sabato alle 16.00

Lo scontro salvezza che non ti aspetti a Goodison Park.

Toffees che finalmente hanno centrato il primo successo stagionale nello scorso weekend: 3-1 a Londra sul terreno del Brentford. Tre punti che lanciano la formazione di Sean Dyche a quota 4 e fuori per il momento dalla zona calda. Gli Sky Blues inseguono il primo acuto interno della stagione.

Hatters che hanno conquistato il primo storico punto della loro storia in Premier League. Che sia il punto di svolta? Difficile dirlo, ma la matricola ha raggiunto Burnley e Sheffield, con il sipario sulle cinque sconfitte nelle prime cinque giornate. La banda di Rob Edwards deve risolvere il problema del gol: appena 3 segnati e ben 11 incassati.

Tottenham – Liverpool, sabato alle 18.30

Tre punti pesantissimi in palio, per il big match della settima giornata.

Spurs che sono a quota 14 in classifica e la truppa di Ange Postecoglou non ha ancora perso in campionato. Whites reduci dal pari nel derby con l’Arsenal per 2-2 e tutto resta possibile per la squadra del neo allenatore australiano: l’ex Celtic sta facendo un lavoro eccezionale e nell’era del post Kane.

Reds per tenersi in scia al City. I 19 volte campioni di Inghilterra hanno 16 punti e dopo il pari all’esordio in casa del Chelsea hanno messo assieme 5 successi di fila. Un filotto che rilancia le ambizioni di Klopp e dei suoi ragazzi, dopo una stagione passata negativa e un mercato che ha cambiato la truppa di Anfield.

Nottingham – Brentford, domenica alle 15.00

L’unico posticipo domenicale ci porta al City Ground.

Arceri con 7 punti e senza vittorie da 180 minuti. La formazione di Steve Cooper ha iniziato bene la stagione, soprattutto rispetto allo scorso anno e mette nel mirino il secondo squillo interno della stagione: i tre punti davanti al pubblico amico mancano dal 18 agosto: 2-1 allo Sheffield.

Bees che stanno faticando e non poco. La squadra di Frank Thomas sembra aver perso lo smalto che la contraddistingue, da quando è tornata in massima divisione dopo 70 anni di assenza. I londinesi hanno sei punti, non vincono da quattro giornate e negli ultimi 180 minuti hanno subito solo sconfitte.

Fulham – Chelsea, Lunedì ore 20.45

Derby londinese, sulle sponde del Tamigi e in versione Monday Night.

Cottagers con 8 punti e decisi a risalire la china. La squadra di Marco Silva è imbattuta da 180 minuti, con 4 punti ottenuti in questo arco di tempo e vuole la terza vittoria stagionale. A Craven Cottage, i padroni di casa hanno battuto i rivali lo scorso anno, dopo ver perso 4 stracittadine di fila.

Blues sempre in una crisi senza fine. Nemmeno la cura Pochettino sta dando frutti per una squadra che ha 5 punti e deve iniziare a guardarsi le spalle. Non c’è una spiegazione sola al momento no che dura da 12 mesi, ma tre campagne acquisti dispendiose non hanno smosso l’ambiente. Una sola vittoria nelle ultime quattro giornate.

Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato