milan lazio romagnoli

MILAN-LAZIO

Sfida affascinante e storicamente ricca di gol quella tra Milan e Lazio, che si rinnova alle 20.45 di mercoledì a San Siro, in diretta su DAZN. Per i biancocelesti si tratta di avvicinarsi al gruppo di testa, per i rossoneri di rimanere in alto e distanziare una pericolosa concorrente. Le forti motivazioni e la tradizione rendono questo match davvero interessante.

Sommario

I precedenti tra le due squadre

Sono ben 77 le partite giocate tra Milan e Lazio a Milano, ed i padroni di casa hanno avuto storicamente la meglio, con 44 vittorie a fronte di 23 pareggi e 10 vittorie laziali. Ma nell’ultimo incontro, il 3 novembre 2019, hanno avuto la meglio proprio gli ospiti, nonostante un’autorete di Bastos avesse annullato il vantaggio siglato da Ciro Immobile. Grazie al gol decisivo di Joaquin Correa a 7 minuti dalla fine, infatti, i biancocelesti tornarono a Roma con i 3 punti.

Si trattò di un evento storico per la Lazio: erano infatti 30 partite che non riuscivano a vincere contro i rossoneri a San Siro in Serie A, e anzi, nelle 3 occasioni precedenti erano sempre stati sconfitti, l’ultima il 13 aprile 2019, grazie ad un rigore trasformato da Frank Kessié. In Coppa Italia, in realtà, i biancocelesti erano riusciti a vincere la semifinale giocata pochi giorni dopo, il 24 aprile, sempre grazie ad un gol di Correa.

I precedenti tra Stefano Pioli e Simone Inzaghi fanno pendere l’ago della bilancia a favore del tecnico laziale: 5 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte su 9 incontri. In totale, Pioli ha affrontato la Lazio da avversario in 16 occasioni, rimediando 9 sconfitte, 4 pareggi e 3 vittorie, mentre il bilancio di Inzaghi contro il Milan recita 3 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte.

Più positivo il bilancio di Stefano Pioli come allenatore della Lazio, piuttosto che come avversario: alla guida dei biancocelesti per 91 partite da il 2014 e il 2016, ottenne una media di 1,67 punti a partita.

Nel solco di una tradizione che ha visto innumerevoli grandi giocatori passare da una squadra all’altra, come per esempio Mauro Tassotti, Alessandro Nesta, Giuseppe Pancaro, Jaap Stam, Massimo Oddo, Demetrio Albertini e Lucas Biglia, ad oggi nella Lazio troviamo due giocatori con un passato nel Milan.

Uno è Pepe Reina, arrivato quest’estate dopo una stagione e mezza da secondo portiere a Milano, dove ha difeso la porta del Diavolo in 13 occasioni. L’altro è Francesco Acerbi, che ha vissuto un’esperienza al Milan nella prima metà della stagione 12/13, in un momento non troppo brillante per la sua carriera, per sua stessa ammissione: tornato al Chievo e ripartito da Sassuolo, è poi maturato fino a diventare un pilastro della Lazio e della Nazionale.

Altri due giocatori che andrebbero citati nella categoria “ex” sarebbero Davide Di Gennaro, cresciuto nelle giovanili del Milan con cui vanta anche 3 apparizioni in prima squadra, e Luan Capanni, talentuoso giovane brasiliano che ha esordito in Serie A con la Lazio nel 2019 poco prima di trasferirsi al Milan, ma entrambi non hanno trovato spazio nelle liste per il campionato delle rispettive squadre.

precedenti milan lazio

Le ultime sul Milan

Dopo la vittoria sul Sassuolo per 2-1 che ha consolidato il primo posto in classifica, con il gol lampo di Rafael Leao (arrivato dopo soli 6,76 secondi, frantumando il record di Paolo Poggi) e Alexis Saelemaekers, Stefano Pioli si ritrova in piena emergenza a centrocampo. Ismael Bennacer è ancora infortunato e Franck Kessié deve scontare un turno di squalifica dopo l’ammonizione rimediata contro gli emiliani. Inoltre Sandro Tonali ha accusato un fastidio muscolare che l’ha costretto ad uscire alla fine del primo tempo, per cui, in caso non recuperasse, l’unico centrocampista di ruolo disponibile resterebbe Rade Krunic (peraltro mai utilizzato molto da Pioli in quella posizione).

Non che negli altri reparti la situazione sia rosea: in attacco sempre assente Zlatan Ibrahimovic e fortemente in dubbio Ante Rebic, mentre in difesa manca ancora Matteo Gabbia e Simon Kjaer sarà valutato a ridosso della gara. A meno di improbabili cambiamenti di modulo, di conseguenza, rivedremo Leao nel ruolo di punta centrale supportato ai lati da Jens Petter Hauge e Saelemaekers, mentre Hakan Calhanoglu arretrerà a centrocampo, a fianco di Krunic, per lasciare la trequarti a Brahim Diaz.

In difesa conferma per Pierre Kalulu, piacevole scoperta nel ruolo di difensore centrale, a fianco di Alessio Romagnoli, visti i ritardi di condizione di Leo Duarte e Matteo Musacchio. A completare la linea difensiva davanti alla porta di Gigio Donnarumma, Davide Calabria a destra e Theo Hernandez, in forma a dir poco strepitosa negli ultimi tempi, a sinistra.

Probabile formazione

99
Donnarumma
19
Hernandez
13
Romagnoli
20
Kalulu
2
Calabria
10
Calhanoglu
33
Krunic
15
Hauge
21
Diaz
56
Saelemaekers
17
Leao

Le ultime sulla Lazio

Grande vittoria sul Napoli per 2-0, firmata dai due uomini più rappresentativi della Lazio di Simone Inzaghi: il solito Ciro Immobile, al 13° gol in 15 partite, e Luis Alberto, che dopo un periodo difficile fatto di polemiche con la società e un rendimento al di sotto di quello, stellare, della scorsa stagione, sembra pienamente recuperato.

Le Aquile devono recuperare terreno in campionato, e la sfida con il Milan capolista è una di quelle partite che possono dare l’esatta misura di dove può arrivare la formazione biancoceleste. Assenti per l’occasione Mohamed Fares, i lungodegenti Silvio Proto e Senad Lulic (che si dovrebbero rivedere in campo con l’anno nuovo), oltre a Fr%0A%3C!–+wp%3Aparagraph+–%3E%0>Joaquin Correa, Lucas Leiva e Marco Parolo, tutti in via di recupero ma in forte dubbio.

In porta quindi Pepe Reina, che sembra aver definitivamente superato Thomas Strakosha nelle gerarchie, e difesa con Wesley Hoedt in mezzo a Luiz Felipe e Stefan Radu. Manuel Lazzari e Adam Marusic sulle fasce, mentre a centrocampo i due insostituibili Luis Alberto e Sergej Milinkovic-Savic saranno accompagnati da Gonzalo Escalante. Il dubbio è sul partner in attacco di Immobile: Felipe Caicedo leggermente favorito su Vedat Muriqi.

Probabile formazione

25
Reina
26
Radu
14
Hoedt
3
Luiz Felipe
77
Marusic
10
Luis Alberto
18
Escalante
21
Milinkovic
29
Lazzari
Immobile
20
Caicedo
Facebook
Twitter
Email

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato