ligue 1 6a giornata

Ligue1 11ª giornata: curiosità e statistiche

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Undicesima giornata della Ligue1 dove spicca il match del posticipo serale tra Marsiglia e PSG. I parigini nonostante la sconfitta contro il Rennes sono saldamente al comando con nove punti di distacco sul Lens (dopo appena dieci giornate, è quasi un record), considerato che di volta in volta, tutte le sue dirette (si fa per dire) concorrenti, sembrano perdere colpi.

Si può quindi spostare attenzione su altri match che potrebbero rendere ancora più caotica una classifica davvero molto compatta, tra cui un interessante Nizza vs Lione, o la sfida tra lo Strasburgo e una delle squadre più in forma del momento come il Rennes. Insomma, tanti spunti come al solito, che cercheremo di sintetizzare nelle curiosità statistiche delle partite in programma.

St.Etienne vs Angers

Peggior attacco, peggior difesa e ultimo posto in solitaria. Non poteva partite peggio la stagione del St.Etienne, che però continua a non essere la squadra peggiore almeno nelle statistiche, solo che prima o poi è necessario iniziare a fare punti e raccoglierne uno solo nelle ultime sette partite non è certamente sufficiente.

Gli Angers si godono una buona classifica che li vede al quinto posto, ma nemmeno loro possono essere soddisfatti delle prestazioni esterne che li vedono con una striscia di tre pareggi e una sconfitta nelle ultime giornate.

  • Scontri diretti: il St.Etienne non perde in Ligue1 contro l’Angers da 13 sfide (13 vittorie e 4 pareggi). Ultima vittoria degli ospiti nel lontano 1972.
  • Curiosità: da una parte il St.Etienne con la peggior difesa del campionato (23 gol subiti, seconda sua peggior prestazione di sempre dopo quella del 1958 con 28 gol al passivo), dall’altra l’Angers che invece è la squadra che ha subito meno conclusioni degli avversari (83 in tutto, 52 dentro l’area e 31 da fuori).
  • Occhio a: Wahbi Khazri, che ha segnato già cinque gol con il St.Etienne, ovvero più della metà del totale di squadra (9).

Nantes vs Clermont

Un solo punto di distanza tra le due, ma numeri decisamente diversi soprattutto in difesa. Il Clermont ha già subito 14 reti fuori casa quest’anno e non ha mai vinto in trasferta in stagione.

Il problema dei padroni di casa invece è tenere palla, visto che hanno uno dei peggiori possessi del campionato con solo il 40.4% (solo il Troyes ha fatto peggio), contro un 52.6% del Clermont.

  • Scontri diretti: bilancio in parità negli anni duemila, con quattro vittorie per parte.
  • Curiosità: il Nantes è la squadra di Ligue1 con il minor numero di palloni toccati a partita, soltanto 535 (è anche il dato peggiore di sempre da quando Opta rileva questo parametro, dal 2006 in poi).
  • Occhio a: Johan Gastien, che è il giocatore che ha toccato più palloni di tutta la Ligue1 (902)

Lilla vs Brest

La rincorsa dei campioni di Francia si è fermata proprio sul più bello, quando dopo tre vittorie di fila è arrivata la sconfitta inattesa contro il Clermont. Peccato perchè quei tre punti in una classifica così corta potevano davvero rilanciare le ambizioni di Gourvennec, che ora dovrà se non altro far valere il fattore campo e ottenere la quarta vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico.

Il Brest penultimo in classifica è forse avversario ideale, visto che fuori casa ha ottenuto appena due punti in cinque partite in stagione.

  • Scontri diretti: 12 vittorie su 15 quando il Lilla gioca in casa. Nelle ultime sei giocate al Pierre Mauroy, sono cinque vittorie e un pareggio con un solo gol subito.
  • Curiosità: le quattro sconfitte del Lilla in stagione sono già una in più di quante ne aveva subite in tutto il campionato passato (chiuso con la vittoria).
  • Occhio a: Jonathan David e Burak Yilmaz, che devono invertire una tendenza che li vede come i giocatori che hanno fallito più occasioni da rete di tutta la Ligue1 (otto ciascuno).

Nizza vs Lione

Altro “big match” fondamentale per l’alta classifica, con le due squadre appaiate a 16 punti ma con percorsi decisamente diversi fin qua. Il Lione sembra finalmente aver trovato una certa continuità e non perde da quattro giornate (dove ha messo in fila due vittorie e due pareggi), mentre il Nizza continua con alti e bassi con due vittorie e due sconfitte nello stesso periodo (tutte però contro squadre della parte destra della classifica).

Per i padroni di casa il punto di forza è ancora una volta la difesa, la migliore del campionato con solo 5 gol subiti, oltre alla imbattibilità tra le mura amiche di questa stagione (due vittorie e due pareggi). Il Lione invece arriva da un punto in due partite in esterna, anche se una era con il PSG.

  • Scontri diretti: il Nizza ha perso 45 partite su 102 contro il Lione, anche se ne ha vinte quattro delle ultime sei giocate in casa (con due sconfitte).
  • Curiosità: pur avendo solo il quinto miglior attacco, il Lione è la squadra che ha tirato di più in porta in questa stagione, con 56 conclusioni nello specchio.
  • Occhio a: Karl Toko Ekambi, che nelle ultime quattro partite da titolare con il Lione ha segnato 2 reti e fornito 1 assist.

Lens vs Metz

Sembra un turno estremamente favorevole per il Lens, che già può contare su una classifica ottima (secondo posto e 18 punti all’attivo), nonostante la sconfitta all’ultima giornata contro il non irresistibile Montpellier. Una battuta d’arresto che però può rimediare subito contro un Metz relegato alla zona rossa con solo due squadre dietro e 6 punti in cascina.

I padroni di casa del resto, sono la squadra che tira in porta più di tutte in Ligue1 (14.3 tiri a partita), anche se con poca precisione visto che sono solo il sesto attacco con 16 gol. Metz invece penultimo per tiri concessi agli avversari (15.1 a partita).

  • Scontri diretti: l’ultima vittoria del Metz in trasferta è datata ottobre 2003, da allora per il Lens 7 vittorie e 8 pareggi nella sfida diretta.
  • Curiosità: solo una vittoria nelle ultime 13 partite di campionato per il Metz, che ha anche una striscia aperte di 15 partite con almeno un gol subito (32 gol totali)
  • Occhio a: Seko Fofana, che è il giocatore che ha provocato più cartellini agli avversai in stagione (ben sette, tra cui sette gialli e un rosso).

Lorient vs Bordeaux

Con il Bordeaux ai margini della zona rossa della classifica, per il Lorient invece c’è soprattutto da capire che tipo di campionato sarà. Per ora è nel limbo di metà graduatoria, con però solo due punti raccolti nelle ultime tre giornate e un attacco che fatica a macinare gol (soltanto 11 fin qua), oltre a essere la squadra che concede più tiri di tutti agli avversari (15.1 a partita). I padroni di casa però almeno davanti al loro pubblico quest’anno hanno infilato tre vittorie e un pareggio, subendo solo due reti in tutto.

Per il Bordeaux invece il primo problema è sicuramente la difesa, viti i 21 gol subiti in dieci giornate (la terza peggiore di tutte).

  • Scontri diretti: il Lorien non perde da cinque partite in casa contro il Bordeaux (2 vittorie e 3 pareggi lo score).
  • Curiosità: il pubblico dello stadio Le Moustori è quello che probabilmente si è divertito meno di tutta la ligue1, avendo potuto vedere solo 7 gol in totale (5 del Lorient e 2 degli avversari), meno di chiunque quest’anno.
  • Occhio a: Armand Laurienté, che ha già segnato 4 gol nei primi 30 minuti di gioco (più di ogni altro in Ligue1).

Reims vs Troyes

Non siamo ancora a livello di sfida salvezza, visto che hanno ancora un piccolo margine di tre punti almeno sulla zona retrocessione, ma certo perdere questa partita potrebbe essere molto pericoloso per entrambe. Gli ospiti si presentano con il peggior attacco (solo 9 gol) e con il peggior possesso palla di tutta la Ligue1 (solo 40%). Il problema è che anche i padroni di casa non sono da meno, con numeri solo di pochissimo superiori (42% possesso palla e 11 gol fatti).

L’impressione quindi è che non sarà una partita molto spettacolare, con il Troyes che fuori casa arriva da due sconfitte di fila con almeno due gol presi.

  • Scontri diretti: da quattro sfide il Reims non riesci a vincere contro il Troyes (2 pareggi e 2 sconfitte).
  • Curiosità: nelle ultime 13 partite in casa, il Reims è riuscito a vincerne soltanto una, poi 8 pareggi e 4 sconfitte lo score.
  • Occhio a: Ilan Kebbal, che oltre a un gol ha già fornito quattro assist in stagione.

Rennes vs Strasburgo

Bella e interessante invece la sfida tra Rennes e Strasburgo, due squadre piuttosto diverse per impostazione ma molto vicine in classifica (un solo punto di distanza tra le due). Devastante la precisione dell’attacco degli ospiti, il secondo in campionato con 18 gol, ma ultimo per tiri effettuati a partita (solo 9.5 contro i 13.2 del Renens).

Sarà quindi probante il test contro un Rennes, che nelle ultime quattro giornate ha subito un solo gol al passivo (segnandone invece ben 12).

  • Scontri diretti: il Rennes è imbattuto da quattro partite contro lo Strasburgo (3 vittorie e 1 pareggio).
  • Curiosità: malgrado l’ottavo posto in classifica, lo Strasburgo è la seconda squadra che ha segnato di più in Ligue1, e i suoi 18 gol rappresentano rappresentano il suo record per gli anni duemila (eguagliato quello del 2018).
  • Occhio a: Ludovic Ajorque, che nelle ultime nove partite ha preso parte ad altrettanti gol per lo Strasburgo (4 gol e cinque assist).

Monaco vs Montpellier

Altro passo falso per il Monaco, che dopo le tre vittorie consecutive è si è nuovamente inceppato contro il Lione. In casa le ultime due partite sono state altrettante vittorie con tre gol segnati in ciascuna, mentre viceversa il Montpellier fuori casa ha raccolto solo due punti in stagione, subendo una media di due gol a partita.

  • Scontri diretti: il Montpellier ha perso 30 delle 54 sfide disputate in Ligue1 contro il Monaco (il 56%).
  • Curiosità: il Monaco è la squadra della Ligue1 che ha realizzato meno tiri nello specchio di tutte (solo 31 a fronte di 99 conclusioni totali).
  • Occhio a: Teji Savanier, che con il Montpellier ha effettuato già 18 tiri da fuori area in stagione (ovvero cinque più di chiunque altro in Ligue1).

Marsiglia vs PSG

La partita di cartello della giornata, diventa essenziale soprattutto per il Marsiglia, impegnato in piena zona Champions nonostante le due sconfitte in tre giornate abbiano un po’ complicato le cose. I parigini dal canto loro hanno già un vantaggio tale da poter consentire anche qualche scivolone, vedi la partita persa contro il Rennes.

Due attacchi stellari in ogni caso, rispettivamente da 18 e 24 gol in stagione. E in effetti in casa il Marsiglia ha sempre segnato almeno due reti, così come il PSG in trasferta (eccetto appunto la sconfitta contro il Rennes). Insomma, ci si attende spettacolo e tanto agonismo, per due squadre che al momento hanno numeri molto simili in quasi tutto, tranne che nei punti in classifica.

  • Scontri diretti: delle 40 sfide disputate in questi anni duemila, il PSG se ne è aggiudicati 21 (unica squadra a vincere più del 50% di sfide contro il Marsiglia).
  • Curiosità: in nove partite giocate, il Marsiglia ha schierato ben quattro capitani diversi, ben quattro (Payet, Mandanda, Kamara, Guendouzi).
  • Occhio a: Dimitri Payet, che è il terzo giocatore a essere andato in doppia cifra sia con i gol sia con gli assist in questo 2021 (10 gol e 10 assist per lui, contro i 24 e 11 di Benzema e i 16 e 11 di Depay).
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email